Caro Porro, multano me e non gli spacciatori

Buonasera direttore,

sono un onesto cittadino di Genova. Cercherò di essere breve. Vorrei raccontare la triste storia e purtroppo realtà che noi onesti cittadini stiamo vivendo. In breve, esco da un panificio nel centro storico di Genova, mi abbasso la mascherina per poter prendere un po’ di ossigeno, mi strofino la faccia per riprendermi, probabilmente faccio qualche passo con mascherina abbassata, ma poi la rimetto.

Proseguo la mia strada e 50 metri dopo mi fermano ben quattro vigili urbani per chiedermi documenti. Penso ad un semplice controllo e non presto attenzione a ciò che sta succedendo.

L’agente mi restituisce i documenti con una multa da 400 euro. Ovviamente rimango scioccato… ma la cosa che mi fa vergognare di essere italiano è un’altra: dietro di me passano tre persone ubriache, probabilmente spacciatori, dato che lo spaccio regna sovrano nel centro storico. Faccio notare all’agente…e la risposta è devastante: “Bere è consentito”.

Non mi voglio dilungare e farle perdere altro tempo ma penso che questo sia lo specchio di quello che succede in Italia. Non contesto la multa, pagherò perché sono un onesto cittadino che paga le tasse e le pagherà sempre. In cambio però vorrei una sanità che funziona, una scuola che fa crescere i nostri figli. Ma voglio essere anche tutelato dalle forze dell’ordine e non essere trattato come un delinquente e accerchiato da quattro agenti di polizia.

Mattia De Ferrari, un cittadino di Genova che sogna per i propri figli un futuro lontano dall’Italia, 26 dicembre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
283 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe Mallarino
Giuseppe Mallarino
30 Dicembre 2020 18:26

L’esempio viene dall’alto: in questa falsa democrazia le più alte cariche dello stato hanno un comportamento vessatorio e persecutorio verso i singoli cittadini (vedi il rifiuto di farci votare, vedi vari DCPM). Vogliamo stupirci quando elementi dello stato di basso livello adottano, in piccolo, gli stessi sistemi?
Quest’Italia è bacata fino al midollo, per cui vale soltanto la regola del “si salvi chi può”, magari a discapito del vicino. L’orgoglio, l’onore, la coerenza e l’onestà hanno altra Patria.

Gio
Gio
30 Dicembre 2020 8:35

Caro Porro, lei usa l’ignoranza delle persone…. è peggiore di quanto pensassi!!!!

Salvatore
Salvatore
28 Dicembre 2020 17:32

CARI OPERATORI Di POLIZIA visto l’ art. 28 della costituzione della repubblica italiana, con la vostra azione di verbalizzare e contestare il mancato uso della mascherina, voi potreste essere perseguiti individualmente sia penalmente e civilmente e condannati a risarcimento dei danni fino a 15.000 euro piu’ spese legali per il processo.
A conferma di quanto detto esistono gia’ sentenze di giudici di pace che hanno annnullato i vostri verbali (sentenza del 29.07.2020 del giudice di pace di Frosinone).
http://www.sindacatosupu.it/volantino-a-tutela-degli-operatori-di-polizia-e-dei-militari/

Walter
Walter
27 Dicembre 2020 22:10

E invece la multa non la devi pagare! Finché renderemo facile la vita a questi dementi (tra cui, purtroppo, anche alcuni troppo solerti esponenti delle cosiddette forze dell’ordine), le cose non cambieranno mai.
Il rispetto si deve ottenere sempre, a tutti i costi, soprattutto quando si calpestano i normali diritti civili

Walter Moscatelli
Walter Moscatelli
27 Dicembre 2020 22:09

E invece la multa non la devi pagare! Finché renderemo facile la vita a questi dementi (tra cui, purtroppo, anche alcuni troppo solerti esponenti delle cosiddette forze dell’ordine), le cose non cambieranno mai.
Il rispetto si deve ottenere sempre, a tutti i costi, soprattutto quando si calpestano i normali diritti civili

Erika
Erika
27 Dicembre 2020 18:57

Io sono del parere che chi può scappi a gambe levate

Antonio Domenico Romeo
Antonio Domenico Romeo
27 Dicembre 2020 16:45

Csig sergio cosa c’entra chi governa? Purtroppo capita di incappare in alcuni imbecilli con la divisa e anche senza divisa ……la mamma di questi poveretti è sempre in cinta !

.

Ariel Akiva
Ariel Akiva
27 Dicembre 2020 16:04

Genovese dei vicolo,Sortoripa fronte acquario.Forse( sicuramente) il mio concittadino è di parte avversa al Sindaco Bucci,e per motivi ideologici vuole mettere in cattiva luce la giunta Bucci-Lega. Vi posso assicurare che non è così. Le norme sono governative,il Sindaco le fa rispettare ma la polizia locale è ESTREMAMENTE comprensiva e gentile a ,so che vi da fastidio,ma così è in fatto di mascherine. In genere fanno cenno con le dita di tirarla su,se messa male e la cosa finisce lì. Tranne con chi cerca lo scontro e ne ho visti tanti essere arroganti. Peima che lo dica qualcuno lo dico io: sono di parte, politicamente schierata e attiva nel municipio,ma almeno lo dico a differenza dell’,onesto cittadino che conta una ” mussa” come diciamo qui o una ” belinata” senza dire che il motivo è ideologico al 99%. Abbiamo eserciti di beavi cittadini che pubblicano fatti falsi o falsati e poi scopriamo che fan parte dell’esercito dei centri sociali okkupati o che erano nello staff di avversari di Bucci o di Toti. Vecchia propaganda che ben conosciamo. Fan finta di essere uno qualsiasi poi così non è.