in

Caro Porro, vogliono l’eutanasia ma non la libertà sui vaccini

Dimensioni testo

Caro Porro,

il dibattito sul fine vita declinato all’italiana promette di essere meraviglioso. Dopo mesi a ripetere che siamo dei minus habens che non dispongono della sufficiente agenzia morale minima per accettare o rifiutare usando la propria testa una cura offerta dallo Stato, incapaci persino di lavarci le mani se non ci viene ricordato con mille cartelli, ora si pretende che con le nostre stesse povere “testoline” diventiamo arbitri quasi divini di vita e morte. Titolari di un potere quasi divino più che umano: quello di porre unilateralmente fine alla nostra vita – e date le fumose circostanze della legge, che paradosso – anche a quella del prossimo consenziente.

Quindi assolutamente liberi di disporre della vita nostra e altrui, ma ancora non abbastanza liberi da rifiutare un farmaco, e con ciò mettendola solo moderatamente a rischio, visti appunto i tassi di mortalità da Covid per la più parte delle demografiche in cifra percentuale singola dove non addirittura dello zero virgola, e vista anche e soprattutto la bassissima recettività alla malattia dei vaccinati, ovvero “gli altri”, verso i quali si invoca responsabilità con grande strepito.

Quindi il popolo italiano vivrà il paradosso di essere “responsabile” abbastanza da poter decidere di morire come dove e quando vuole, ma non abbastanza da decidere come vivere, persino nei dettagli più prosaici ed insignificanti della sua igiene quotidiana.

Umberto Masoero, 15 settembre 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
50 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giovanni Z.
Giovanni Z.
16 Settembre 2021 15:11

Toglietevi ogni illusione: in Italia l’eutanasia non potrà mai essere istituzionalizzata, già oggi i medici che sospendono una terapia rischiano la denuncia. Allo stesso modo non ci sarà mai permesso di ammalarci e morire a nostro piacimento, se questo va contro i dettami del Regime. Infatti, puoi fumare fino a farti venire il cancro, mangiare fino a diventare diabetico, bere finchè ti scoppia il fegato. Guai però ad ammalarti di Covid se hai scelto di non vaccinarti, sei un untore e un immorale e, come dice il nostro Presidente della Repubblica, non osare tirare in ballo la Libertà, cosa ne vuoi sapere tu di Costituzione?

Walter Bettin
Walter Bettin
16 Settembre 2021 14:28

Cosa c’entra l’eutanasia con il vaccino covid? Due argomenti completamente diversi e distanti tra loro. C’è gente che ha proprio tempo da perdere.

Maria B.
Maria B.
16 Settembre 2021 14:20

Ci vogliono morti.
Una volta eliminati i vecchi coriacei, che avevano memoria della vita libera e testardi si ostinano a volerla (non tutti), è decisamente più facile fare apparire vita ciò che vita non è.
Eutanasia, covid prossima presunta pandemia scegliete voi come eliminare gli anziani ormai improduttivi.
E per inciso il primo discorso di longevità eccessiva del popolino è del 2009, fatto da qualcuno appartenente a quell’un per cento di stramiliardari che si stanno dando un gran da fare per diventare immortali!

Antonio
Antonio
16 Settembre 2021 11:34

Ma come si fa a paragonare l eutanasia con il covid.
L eutanasia e la possibilita’ quindi di mettere fine alle proprie sofferenze e di una vita non vita nella stragrande dei casi vegetativa, riguarda il singolo individuo e la sua volonta’ finisce li’ non danneggiando in nessun modo il prossimo.
Diverso e’ il dibattito sul green pass o sull eventuale vaccinazione obbligatoria, qui si parla di una questione e di una volonta’ che va’ a scontrarsi con un impatto sulla collettivita’ economicamente e socialmente.
Voglio porre fine alla mia vita? Nessun altro da questo mio atto viene direttamente, indirettamente o eventualmente danneggiato fine.

Fabrizio Marco Brignani
Fabrizio Marco Brignani
16 Settembre 2021 10:11

E basta !!!, non se ne può più del Covid, rimpiango le sane influenze che consentivano qualche giorno di riposo dal logorio della vita moderna. Ridateci le nostre libertà, il diritto alla salute e il diritto di lavorare. Basta minacce politiche e sanitarie continue. Lasciateci lavorare e se ci dovessimo ammalare curateci come è possibile fare. Smettetela di obbligare, minacciare e spaventare la gente sana. Dove è finita la Repubblica che la Costituzione dice essere fondata sul lavoro. Ora ormai è basata sull’obbligo vaccinale, il Super GreenPass, la disoccupazione e la disperazione, la paura di perdere il lavoro e di ammalarsi.

Marco
Marco
16 Settembre 2021 9:34

La logica di chi comanda è che sei un numero….finché puoi essere sano e produttivo ti crescono con questo intento, quando non lo sei e diventi un costo ti sopprimono! Ovviamente per i comuni mortali….

Marco
Marco
16 Settembre 2021 9:31

Invito i più a rendersi conto che una eutanasia “mascherata” esiste già da diversi anni per i comuni mortali! Si consideri il fatto che non ricoverano per più di 30 giorni ( giorno più, giorno meno…) …… ATTENZIONE…con la scusa di evitare ( frase magica) L’Accanimento Terapeutico !!!!! Inoltre non esiste una seria assistenza domiciliare come negli USA , ti portano a casa fino all’ultimo respiro. Oggi ,tutto ciò sopra elencato, si vuole solo renderlo più automatico…al paziente verranno posti ,al suo lato, due pulsanti ….rosso e verde ….chi vuol intendere….

Utnapishtim
Utnapishtim
16 Settembre 2021 8:01

Cercano di mandare avanti una forma mascherata di eugenetica. Nascita, vita, malattia, morte: tutto nelle mani degli stregoni della scienza.