in

Caro Salvini, esiste il piano B?

Dimensioni testo

E adesso che fare? La parte più truce di noi élite è senza parole, si è chiusa in un imbarazzato silenzio, ha immediatamente prolungato le vacanze di una settimana per guadagnare tempo (per fortuna la tariffa alberghiera non è più quella di alta stagione). In realtà scopriamo che, proprio noi, professionisti del sapere, delle strategie, delle tattiche sofisticate, noi grondanti di titoli e di riconoscimenti internazionali di ogni genere, cosmopoliti per eccellenza, non abbiamo in berta neppure uno straccio di piano B. Proprio noi che ridicolizzavamo il vecchio accademico fissato dei piani B e C. Non ci posso credere.

Avevamo descritto il Truce come il Mussolini 2.0 preparandoci a un ventennio fascista (i più prudenti di noi avevano già riaperto le case a Saint Moritz e sul lago Ceresio), tutti i nostri amici cosmopoliti euro-americani, la loro stampa di regime, Silicon Valley, la Finanza globale, Vescovi, attori di Hollywood e nostrani, elemosinieri laici, influencer da miliardi di follower, ci stavano supportando perché ce ne liberassimo. Addirittura Francia, Germania, Olanda, Paesi scandinavi avevano mandato le loro flotte di ONG acquatiche all’attacco di Lampedusa per dare al Truce la spallata finale. Nostri giornalisti d’assalto avevano persino scoperto una fantozziana tangente russa in petrolio da trasformare in dollari (dove i birbanti avranno stoccato il petrolio?), e noi abbiamo subito sollecitato un intervento della Magistratura. Lo abbiamo fatto ob torto collo perché dei magistrati, in fondo, noi non ci fidiamo: pur avendo “solo vinto un concorso” (l’equivalente di “prima si faccia eleggere”), hanno dimostrato, a partire da Mani Pulite, di non rispettare i nostri tabernacoli. Diciamocelo, seppur in via riservata, i magistrati non potranno mai essere dei nostri.

E il Truce, anziché attendere la nostra spallata finale, che fa? Fa una mossa all’apparenza sbagliata, nel momento sbagliato, con parole sbagliate, con procedure istituzionali sbagliate e si suicida in diretta Facebook. Nei nostri protocolli non avevamo previsto che il Truce non fosse Mussolini 2.0 ma un banale sufflè sgonfiato. E scopriamo, con orrore, di non essere preparati alla bisogna. E poi nel mondo digitale il modello on/off può trasformare, in un istante, un leader, sia in un perfetto idiota che in un genio, dipende da come finisce.

E ora, non avendo il classico piano B, che succede?