Commenti all'articolo Caro Salvini, un consiglio: si dimetta

Torna all'articolo
Avatar
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
carlottacharlie
carlottacharlie
18 Luglio 2019 1:42

Gentile Ruggeri,
sicuramente si è d’accordo con lei su tanti punti della sua lettera e, però, c’è sempre un però quando si parla di governi e governanti, agli italiani fa paura il ritorno dei sinistri che, con l’aiuto dei vari Presidenti che si sono succeduti sino all’attuale, hanno fatto danni immani.
Il pensiero di veder barconi e barconi e barconi all’orizzonte non fa dormire sonni tranquilli, senza contare l’incapacità sinistra a far bene le cose. Lo si dice non per odio verso il rosso ma per le prove quarantennali che hanno dato.
Siamo in un cul de sac, inutile nascondercelo; l’oggi è un quarantotto, il domani sarà ancor peggio avendo visto all’opera PD e grillazzi (che son fratelli d’ideologia e stoltezza).
Che Dio ci aiuti!

Giorgio Vincenzo Alberto Brandolini
Giorgio Vincenzo Alberto Brandolini
17 Luglio 2019 16:14

Nel 1954 G. Guareschi pagò per avere pubblicato due lettere attribuite ad A. De Gasperi.

Altri tempi.

Giacomo Cambiaso
Giacomo Cambiaso
17 Luglio 2019 13:49

Salvini deve rimanere al suo posto e comandare l’attuale governo, l’alternativa e’ farlo cadere. Se davvero non s’andasse subito ad elezioni verrebbe sancito definitivamente che quando elezioni ci saranno vedremo la lega prendere piu del 40% e governare da sola. Ruggeri la stimo, ma la sua lettera arriva nel momento in cui FI risulta estinta, addirittura dietro FDL, mi perdoni se penso male della sua obbiettivita’

Orlo
Orlo
17 Luglio 2019 13:44

Pensa te che io il Salvini nn l’ho votato(e,ovviamente mai lo voterò),eppure nn mi sono accorto di vivere in un Paese in cui si è ripristinata la “legalità”. Semmai mi sento pure poco tutelato(ed un pochetto impaurito)ad essere fermato da una pattuglia delle forze dell’ordine,dal momento che ogni loro nefandezza rientra nei plausi del “capitano” e per cui dei neo-nazisti con un missile che soltanto un esercito di norma detiene,capace di abbattere un aereo,vengono definiti nn eversori,ma dei “dementi”.
E per un “apota”,antifascista e tutto il resto,seduto sulla sua poltrona,dovrebbe essere fattore dirimente di uno Stato di diritto e il cui padre sfoggiava davanti al Duce (e per questo attenzionato dalla polizia fascista)la sua fede nuziale al dito e nn in una fornace di Stato. O mi sbaglio?