in

Caso Barbero, la bugia del vaccino come dovere sociale

fores d'arcais barbero
fores d'arcais barbero

Dimensioni testo

In un dibattito in videoconferenza con Alessandro Barbero, uno dei più autorevoli accademici che hanno sottoscritto un appello contro il passaporto sanitario nelle università, Paolo Flores d’Arcais ha sostenuto che “chi non si vaccina compie un atto ostile nei confronti delle persone che si sono vaccinate, ben più grave di quello di chi, per esempio, fuma in un locale pubblico.” Giudicando inoltre il vaccino l’unica arma per vincere la guerra al Covid-19, il direttore di MicroMega ha sottolineato la stringente necessità di discriminare chi non si vaccina, escludendolo di fatto dalla vita sociale. Ed in merito ai ben poco rassicuranti numeri sulla pandemia che giungono da varie parti del mondo, il nostro ha chiuso il suo intervento introduttivo con un assioma tipico dei suoi trascorsi da sessantottino, sostenendo che lo spettro dei lockdown starebbe facendo capolino in alcuni Paesi perché non si sono prese le misure del vaccino obbligatorio.

Ora, in primis, sarebbe interessante capire la logica di questo fenomeno dalla sicumera inossidabile. Se infatti il vaccino protegge essenzialmente dalla malattia grave e non dal contagio, fatto oramai conclamato, al massimo il non vaccinato commetterebbe un atto ostile verso se stesso rinunciando a farsi proteggere. Inoltre, sempre partendo dal presupposto che anche i vaccinati trasmettono il contagio, per quale ragione sanitaria dovremmo escludere i soggetti che non si vogliono vaccinare dalla vita sociale? E la risposta mi sembra evidente: perché non è affatto una ragione sanitaria. Si tratta al contrario di motivazioni chiaramente politiche le quali con la pandemia, da tempo sotto controllo, c’entrano ben poco. 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
120 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Rosy
Rosy
16 Settembre 2021 17:35

Seguendo il pensiero del geniale Flores si potrebbe arrivare a qualunque ridicolo estremismo, tipo
vegetariani e vegani anemici? Li si obbliga a mangiare carne.
I radical-chic non hanno limiti

Paola
Paola
16 Settembre 2021 8:57

Ieri in provincia di Reggio Emilia è morto nel sonno per attacco cardiaco, un ragazzino di 15 anni, era uno sportivo giocava a calcio
Qualche giorno fa è morta una ragazza di 19 in provincia di Modena, attacco cardiaco. Facciamoci delle domande, ma cosa e come possiamo impedire che tutto ciò accada?

Ste vari
Ste vari
15 Settembre 2021 17:18

Aldilà di questa Flores, che personalmente non so nemmeno chi sia e visto quel che ha detto mi interessa pure poco, il problema che il suo pensiero è condiviso, grazie alla potenza di fuoco messa in atto da governanti e compagni di merende vari, da gran parte della gente comune e ne ho dimostrazione ogni giorno. Qui, come ho già scritto, abbiamo cambiato il nome ai “portatori sani”, diventati “malati asintomatici”, proprio per togliere la parola “sani”, che evidentemente non deve più esistere. Siamo arrivati al punto che la Appendino, incinta, fa il vaccino dicendo che così ” immunizza anche il feto”!!! Ma ci rendiamo conto??

Fabio Bertoncelli
Fabio Bertoncelli
15 Settembre 2021 17:05

Chi si vaccina lo fa, giustamente, per tutelare la propria salute, non quella pubblica, condiderando per di piú i rischi di effetti collaterali di un vaccino sperimentale.

Per quanto riguarda chi scrive che “chi non si vaccina compie un atto ostile [sic!] nei confronti delle persone che si sono vaccinate”, si tratta solo delle farneticazioni di un vecchio fascistone rosso, meritevole solo di essere spernacchiato.

augusto
augusto
15 Settembre 2021 16:28

“chi rifiuta il vaccino Covid costituisce un grave pericolo per la comunità vaccinata e va punito”.
Non sono medico, ma per bassa logica dovrebbe essere il contrario! Ci si vaccina per non contrarre una infezione e chi si vaccina lo fa perproteggersi!!
A rigor di logica un adulto che sceglie di fare un vaccino lo fa per proteggersi dall’infezione non per altri scopi e le vaccinazioni covid non rispondono a questo basilare principio poiché, assolutamente non proteggono dal contagio, non assicurano che il contagio evolva in malattia, ne purtroppo che la malattia si aggravi con conseguenze disastrose.

augusto
augusto
15 Settembre 2021 16:13

basterebbe leggere i vari report medici dai quali si evince che la supposta protezione decade in breve tempo e che la protezione al Covid è riconducibile allo stato di salute del contagiato e quindi di conseguenza, per il principio “più si è giovani più si è sani”, inequivocabilmente all’età; questo principio sulla salute vale sempre a prescindere dalle vaccinazioni.
Chi proclama pubblici inviti al vaccino o promuove il green pass sottolineando che è giusto proteggere chi si è vaccinato, per loro stessa ammissione confermano che il vaccino non immunizza, che i vaccinati si possono contagiare, quindi ammalare e quindi morire.

augusto
augusto
15 Settembre 2021 15:44

ma secondo voi i rapporti covid di USA, UK, ISRAELE, possiamo considerarli emessi da fonti affidabili o sono carta straccia?? relazionano di “vaccinati” contagiati, ammalati e purtroppo deceduti … basta leggerli per comprendere la realtà e cioè che questa terapia provvisoria è definita erroneamente “VACCINO”; se un farmaco non garantisce una immunità dall’infezione e dalla malattia, ne garantisce dall’essere veicolo inconsapevole di infezione non può essere definito vaccino; la somministrazione di un farmaco che “promette” una protezione limitata per un periodo limitato al massimo la si può definire profilassi .. e neanche tanto attendibile!

augusto
augusto
15 Settembre 2021 15:33

La realtà è che la fascia “fragile”, per intenderci gli over70, sta pagando in tutto il mondo a caro prezzo il decorso della pandemia… vaccinati o non vaccinati non fa differenza; anche i dati ISS dati ufficiali e governativi, evidenziano che a partire dal mese di giugno i contagi, i ricoveri e i decessi si moltiplicano in misura esponenziale.
Gli ultimi relazionati (15/7 – 15/8) confermano addirittura che i ricoveri, la terapia intensiva e i decessi negli over70 sono eventi numericamente maggiori tra i vaccinati…. Lo dice l’ISS mica io.
E allora ci si chiede; ma questi signori le leggono le notizie, leggono i rapporti internazionali ??