in

Caso Gregoretti: il giudice di Salvini copre di elogi Conte

Dimensioni testo

Sarebbe bello se il gup Nunzio Sarpietro, che si sta occupando del caso Gregoretti, smentisse i virgolettati che gli attribuisce oggi il Corriere della Sera. Secondo il quotidiano di via Solferino, mentre si congedava da Giuseppe Conte, la toga gli avrebbe detto: “A livello personale le auguro di andare avanti con un governo Conte ter, e non me ne voglia il senatore Salvini”.

Caro giudice, non è che gliene deve volere Matteo Salvini. Gliene deve volere il popolo italiano, nel nome del quale lei pronuncia le sentenze. E che si aspetta una giustizia terza, imparziale, serena, scevra di tifoserie, ma soprattutto credibile. E, come si sa, la credibilità di un giudice non deriva tanto dall’assenza di convincimenti personali – sarebbe inumano – quanto dai propri comportamenti sobri ed equilibrati, tali da non ingenerare alcun sospetto di parzialità in chi lo osserva. Lei, invece, uscendo da Palazzo Chigi, dove ha ascoltato il presidente del Consiglio, dice (citiamo sempre il Corriere) che le ha fatto “un’ottima impressione e credo rappresenti molto bene il Paese”.

Scusi, giudice Sarpietro, ma chi glielo ha chiesto? Deve valutare se il blocco della nave Gregoretti fu un reato o una legittima scelta politica, oppure se Conte è un bravo premier? E se lascia che i giornalisti raccolgano queste sue sortite, come può pensare che i cittadini la considerino affidabile nell’esercizio delle sue funzioni, in questa particolare circostanza?

Nicola Porro, 29 gennaio 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
69 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe Lombardi
Giuseppe Lombardi
31 Gennaio 2021 15:47

È un’ulteriore conferma della sudditanza psicologica dei giudici italiani ad una certa parte politica. In questo caso la sudditanza è ancora più squallida perché la dichiarazione di apprezzamento politico di giuseppi da parte del giudice istruttore è stata rilasciata alla stampa proprio al termine di un interrogatorio che prescindeva completamente dalla crisi di governo in corso.
In altre parole si può dire senza tema di smentita
che il signor giudice “l’ha fatta proprio fuori dal vaso”.

pierino urli
pierino urli
30 Gennaio 2021 19:07

Ma perchè nelle trasmissioni televisive gli ospiti in gran parte ( quelli di sinistra) dicono gli Italiani non capiscono la crisi. Vorrei ribadire che forse non capiamo la crisi ma. capiamo che abbiamo un governo mediocre e irresponsabile e che l’Italia è in ginocchio (anche non solo per colpa loro) e che avessero fatto almeno una cosa per tempo si poteva dire …finalmente una cosa l’hanno fatta. Si il ponte Morandi ma, hanno dovuto demandarlo a terzi.

Giorgio mazzilli
Giorgio mazzilli
30 Gennaio 2021 16:05

POSSIBILE MAI CHE UNPRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI UN PAESE DEMOCRATICO DICA DI STARE CERCANDO LA FORMAZIONE DI UN GOVERNO DI SALVEZZA NAZIONALE, E TALE AFFERMAZIONE VENGA ULTERIORMENTE ENFATIZZATA A CERTI LIVELLI? E MAI POSSIBILE CHE LA STAMPA, I GIORNALISTI, NON STIGMATIZZINO QUESTA AFFERMAZIONE? MA DA COSA SI DOVREBBE SALVARE L’ITALIA, DALLE ELEZIONI? DARE LA PAROLA AL POPOLO E’ IL PIU’ PURO ATTO DI DEMOCRAZIA CHE ESISTA. SONO INDIGNATO.
QUANTO A QUEL SIGNOR MAGISTRATO, NON FACCIO COMMENTI. MI BASTANO QUELLI CHE HO LETTO POCO FA. COME E’ BRUTTO INVECCHIARE IN UN CONTESTO COME QUESTO.

Giovanni Trigona
Giovanni Trigona
30 Gennaio 2021 15:15

Alla Bastiglia, gli italiani dovrebbero (metaforicamente) andare sotto il Palazzo e assediarlo. Un giudice ( che dovrebbe essere al di sopra delle parti) che fa dei commenti del genere, un presidente (non il mio) che da l’incarico ad un’iscritto dei 5 stalle, e mangiatoia, servo di Conte, quando l’opposizione aveva chiesto di darlo alla Casellati. E non si da l’incarico alla vera e solida maggioranza politica, tre pesi, una misura. E ora di dire basta. Mi vergogno di aver dato la possibilità di far votare questi “italiani all’estero” detti anche “responsabili”… quando ero componente del,Direttivo dei Comites, al fianco Dell’Onorevole Tremaglia. Giovanni Trigona, Vancouver Canada…A CASA TUTTI.

Gianni
Gianni
30 Gennaio 2021 12:54

PORRO,
GRANDE GRANDE GRANDE !

Alberto Lepore
Alberto Lepore
30 Gennaio 2021 11:47

Non troverete mai un collegamento evidente fra sinistra politica e magistratura, ma il collegamento esiste: è l’ideologia comunista del particolare comunismo italiano che unisce statalismo burocratico borbonico a invidia sociale e odio per l’impresa e la libera iniziativa.

Nino carbone
Nino carbone
30 Gennaio 2021 11:18

Ma perché vi meravigliate, leggete il libro di Sallusti e Palamara per capire in quali mani siamo da anni. Dov’è finita la democrazia?

Raffaella Menegazzi
Raffaella Menegazzi
30 Gennaio 2021 10:08

A proposito di magistratura indipendente!!! C’è da essere terrorizzati ad avere a che fare con questi!!!! Oppure in caso di necessità si deve mostrare tessera cinque palle e sinistra!!!! È una vergogna che siano caduti così in basso! Io sono vecchia e ai miei tempi i magistrati erano mentalmente, culturalmente e sopratutto moralmente un’altra cosa!!! Siamo proprio caduti in basso è ancora scaviamo…. guardate il presidente cosa ha fatto ieri!!!!! E pensare che dice che non c’è tempo da perdere! Solo le elezioni sono tempo perso: gli inciuci invece vanno bene!!!! Un po’ di dignità via!!!!!!! Presidente lei dovrebbe esserlo per tutti gli italiani!!!!!