Commenti all'articolo Censura social: anche gli anti Trump ora sono spaventati

Torna all'articolo
Avatar
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
giùalnord
giùalnord
14 Gennaio 2021 9:42

Qualche generazione fa la figura di padre- padrone, nel contesto familiare, era la normalità. Tali figure ,col passare del tempo sono state sostituite dai capofamiglia,ma il concetto di padre padrone, accompagnato dagli atteggiamenti ad esso associati,quale la supremazia sul resto dei familiari,faceva fatica ad essere abbandonato,per questo motivo si sono mosse le istituzioni legiferando per salvaguardare i diritti di parola e di espressione di ogni singolo componente della famiglia: questa si chiama democrazia! Se volessimo allargare il concetto su scala globale, considerando la popolazione mondiale come una famiglia, le leggi che regolano la libertà di espressione di ogni singola persona sembrano non aver più valenza come se la figura del padre padrone o di capofamiglia si sia prepotentemente svincolata dalle leggi vigenti obbligando i familiari a sottostare alle regole imponendosi anche con dissenso dei singoli. Stiamo ritornando indietro nel tempo,qualcuno avrebbe detto un passo avanti per l’umanità qualcun altro dieci passi indietro di diritti conquistati e calpestati. Queste grandi social in mano a pochi,assolutamente di parte, e non neutrali nei confronti di tutti,rischiano di innescare dei precedenti col rischio che i pensieri, non in linea, siano censurati e censurabili,come è accaduto recentemente per i sostenitori di Trump e per lo stesso presidente uscente. Una regolamentazione in tal senso va fatta nell’immediato ;sono a rischio la democrazia e le libertà di… Leggi il resto »

Ric60
Ric60
13 Gennaio 2021 16:34

Negli USA facciano come vogliono ma in Europa cominciamo a trattare queste piattaforme da editori, con le stesse regole e vedrete che la finiscono. Questa non e’ una battaglia di dx o di sx e’ una battaglia di civilta’…..a Zuckenberg e Gates del non importa nulla del concetto di dx e sx…proprio un bel niente

Alessandro
Alessandro
13 Gennaio 2021 8:55

Mi fa ricordare il cambio di passo che lo stato fece quando le BR dall’attaccare giornalisti e sindacalisti passarono ai politici.
Un problema di tutti si vede bene quando tocca il vertice. Il mondo è sempre lo stesso.

Luca Beltrame
Luca Beltrame
12 Gennaio 2021 22:25

Attenzione, Giubilei: il principio costituzionale del Primo Emendamento negli USA si applica *solo* al governo, e non ad entità private. Ma questo non giustifica le azioni dei suddetti. Il fatto che tecnicamente possano farlo non implica che debbano farlo, anzi.