in

Che vuol dire per la destra la Meloni capo dell’Ecr - Seconda parte

Dimensioni testo

Con il sovranismo condivide la necessità di porre la nazione e l’interesse nazionale al primo posto, mentre considera la libertà dell’individuo un valore primario intesa però in un insieme più ampio che è la comunità. Come spiega Roger Scruton, non a caso ricordato dalla Meloni nel giorno della sua morte, i conservatori hanno posizioni che li distinguono dai liberali ma al tempo stesso rifuggono da derive estremiste. La visione conservatrice sottolinea la necessità di conservare l’identità italiana ma anche quella europea intesa come “un’Europa che sappia difendere la sua identità e quella delle Nazioni che la compongono. Un’Europa di Patrioti”.

Per questo il futuro della destra passa dal mondo conservatore, dalla necessità di unire forma e sostanza, da una destra che possa sedersi ai tavoli che contano senza abdicare ai propri valori e ideali. Il mondo conservatore, con una secolare tradizione alle spalle, è la strada migliore da intraprendere, un conservatorismo italiano ed europeo che sappia declinare politicamente i valori cari a quest’area di pensiero: nazione, identità, cristianesimo, comunità, libertà, natura, cultura, tradizione.

Francesco Giubilei, 29 settembre 2020