Colpa di Salvini anche se è all’opposizione

matteo salvini

Condividi questo articolo


Il 2020 si chiude com’era iniziato con un leit motiv che, nonostante il coronavirus e una pandemia globale in cui sono state sconvolte le nostre vite, è rimasto costante nel corso dell’anno: è colpa di Salvini. Poco importa se il leader della Lega sia all’opposizione e al governo ci siano Pd e Movimento Cinque Stelle; sinistra, benpensanti e intellighenzia progressista, non perdono occasione per attaccare e colpevolizzare Salvini.

Odio (anti)democratico

Il caso della beneficenza il giorno di Natale è solo l’ultimo tassello di un più ampio quadro e di una martellante campagna politica e mediatica volta a delegittimarlo. Impossibile citare tutti gli attacchi subiti da Salvini nel 2020, alcuni al limite del grottesco e paradossale ma altri episodi sono stati eclatanti come le accuse del premier Conte in primavera nei giorni più difficili del covid in diretta televisiva.

D’altronde l’anno era iniziato con una martellante campagna anti salviniana per le regionali in Emilia Romagna, poi ripetuta con lo stesso schema per le elezioni in autunno in Toscana. Emblema di questo modo di agire, sono le parole di Palamara: “Salvini anche se ha ragione va attaccato”.

Aggressioni verbali e fisiche

Attacchi non solo verbali ma anche fisici come l’aggressione compiuta da una donna a inizio settembre che poi Salvini ha scusato. Senza entrare nel caso del processo Gregoretti (che meriterebbe una lunga riflessione), non si contano le dichiarazioni di Laura Boldrini, Nicola Fratoianni, Selvaggia Lucarelli contro di lui. Andrebbe poi aperto il capitolo dei social network dove battute di basso livello, offese, insulti che non sarebbero tollerati verso nessun altro, sono all’ordine del giorno.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


23 Commenti

Scrivi un commento
  1. Comunque Salvini fa quello che sa fare meglio cioè il Perfetto Salvini…..
    Auguri a tutti i commensali di un anno 2021 migliore sotto tutti i punti di vista.

  2. Prima era colpa di Pio XII, poi di De Gasperi, poi di Moro, poi di Craxi, poi di Andreotti, poi di Berlusconi, poi di Giovanni Paolo II,poi dell'<>,ora é colpa di Salvini, domani della Meloni…ma quando mai é colpa dei “trinariciuti”(dell’altro ieri, di ieri e di oggi)?!?!

  3. C’era una volta Porro….Articolo ridicolo. Salvini sta bene nelle piazze, nei bar, nelle spiagge, a portare i regali ai poveri quando ci sono le telecamere,
    Ma, Certamente non riscuote il mio consenso..

  4. Perche non parlano di palamara e sinistra democratica anziché di Salvini. La magistratura di sinistra fa politica in barba alla Giustizia.Queste sono le cose di cui si dovrebbe parlare,non di Salvini. Bert.

  5. Sono anni che la sinistra si commenta da sola, con la sua totale incapacità di rispettare la democrazia, di governare, ma soprattutto cercando di rimanere a galla affondando subdolamente l’avversario.

  6. È stato colpevolizzato dalla sinistra anche per l’omicidio e lo stupro avvenuto in Trentino, in cui vittima è stata un’imprenditrice etiope per mano di un suo dipendente ghanese. Sono patetici.

    Salvini ha sicuramente una colpa: aver fatto cadere il governo M5S-Lega e permesso al PD di tornare in maggioranza.

      • Io credevo che fosse stato Renzi a formare questo governo d’incapaci, non Salvini che voleva dare agli italiani il permesso di votare.
        Comunque questo è ciò che offre la sinistra… da oltre sessant’anni.

    • @Andrea
      È stato merito di Pinocchietto Renzi, ora insoddisfatto e pentito (forse).
      Dipende da come nasce, dritta o storta, la giornata del fiorentino e se ha dormito la notte prima degli esami parlamentari.
      Ora Conte andrà in Parlamento e verificherà se c’è una mozione di sfiducia con i numeri sufficienti contro di lui.
      Ma prevarrà la volontà di continuare ad avere l’accredito in cc di 14.000 euro/mese più benefit. Raccattera’ un po’ di “responsabili padri di famiglia” e senza lavoro all’infuori di questo.
      Tireranno a campare fino al 3 di agosto. Poi ci sarà il semestre nero di Mattacchione e il cc continuerà a registrare saldi positivi fino al 2023. Ma potrebbero se c’è ancora l’auspicato da loro Covid, a proporre una proroga della legislatura.
      L’Italia in lock down anche per tutto il 2021 perché l’Arcuri avrà dimenticato di accendere i frigoriferi dei vaccini (mancheranno i fondi per pagare le bollette elettriche) o avrà perso per strada gli scatoloni delle siringhe speciali.
      A meno che in un improvviso risveglio dal letargo, Mattacchione non prepari Draghi al posto del Conte del Grillo e allora i responsabili padri di famiglia diventeranno largamente maggioritari e tutti (o quasi) voteranno il nuovo governo Draghi. Conto corrente salvato fino al 2023.
      Tutto può succedere. Siamo il paese del lotto, delle lotterie e del gratta e vinci.

  7. Se non ci fosse Matteo Salvini gran parte delle mutande rosse cioe’ politici, stampa, etc. sarebbeto disoccupate. Non si puo’ odiare cosi’ una persona solo perche’ la pensa diversamente. Mattarella dovrebbe intervenire contro questi personaggi diffamatori. Ma anche lui lascia fare e disfare l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *