in

Conflitto di interessi, la prova che Conte ha mentito

In questo servizio di Quarta Repubblica abbiamo ricostruito le tappe che svelerebbero il conflitto di interessi di Giuseppe Conte, che lo stesso Premier ha smentito ieri nel suo discorso alla Camera. Quando Conte ha firmato il parere legale per Fiber era perfettamente consapevole di poter diventare Presidente del Coniglio, come ci spiega questa ricostruzione…

Dalla puntata del 4 novembre 2019

Condividi questo articolo

34 Commenti

Scrivi un commento
  1. Ragazzi va bene che gli argomenti ci appassionino, ma possiamo fare di meglio che tirarci “caccole” da tutte le parti.
    Stavo dicendo che una settimana prima Conte svolge un certo tipo di attività e poi diventa premier sottoscrivendo a favore di questa attività. La cosa è perlomeno evidente o alquanto sospetta.

  2. scusate ma chi e’ cosi scemo da credere che un avvocatuccio che viene incaricato dal vaticano per per una qualsiasi cosa,tra parentesi il vaticano evade tasse allo stato italiano sin dalla nascita della repubblica.. perche i politici allora come con monti hanno fatto lleggi su misura per il vaticano chiusa parentisi,e poi sto avvocatuccolo si trova a fare il primo ministro d’italia il giorno doipo la consulenza…
    e guarda caso sta consulenza al mise con dimao passa…
    chi sano di mente crederebbe che questo non e’ conflitto di interessi?
    io di sicuro non ci crederei che questo non e’ conflitto di interessi…
    ma ue ue aspe’ io ho solo la 3 media…
    ma dal mio basso della mia ignioranza mi sto attrezzando per non pagare piu bollette spendendo il meno possibile!!
    sare pure igniorante ma i conti nelle mie tasche li so fare..
    e di una cosa sono assolutamente sicuro…
    da prodi in poi partendo dal 1999 l’italia e scesa nel fondo di una spirae di merda….
    nemmeno berlusconi quel evasore e’ riuscito a risollevare l’italia…
    in quanto berlusconi principalmente pensava solo a salcarsi il culo..
    lo abbiamo visto con i 300 milioni evasi…
    3 anni di domiciliari e servizi sociali…..
    in quale paese al mondo civilizzato uno che evade 300 milioni non si fa qualche decennio di galera?
    di sicuro in america se evadi tanto la galera la vedi…
    lo stesso in australia nuova zenlanda germania francia inghilterra e cia dicendo…
    per non parlare della russia…
    signiori la politica in italia e’solo una presa per il culo…
    quella che tutti i pollitici chiamano democrazia non e’ altro che dittatura..
    non e’ vero qualuno di voi pensera…
    be… dobbiamo mantenere a spese del italia gli zigari e clandestini…
    non so nel 2018 quanto ci son costati clandestini e zingari ma di sicuro meno deii precedenti anni..
    5 miliardi/anno X 6 anni…= 30 miliardi..
    qunti paesini ci ricostruivamo che sono stati sventrati dal terremoto???
    tutti?
    3/4???
    1/2???
    anzi che sprecarli pper scrocconi clandestini e zingari…
    che con i loro falo inquinano anche la nostra aria…
    aria che noi respiriamo..
    e li paghiamo pure!!!
    in italia non siamo accoglienti!!!
    siamo proprio fessi!!!!
    CI SIAMO DIMENTICATI CHE IL VATICANO NON PAGA AL ITALIA 5 MILIARDI DI TASSE AL ITALIA???
    e secondo voi chi ce li mette sti 5 miliardi non pagati dal vaticano ???
    noi cittadini italiani FESSI!!!
    ci metto nome e cogniome perche non mi vergogno di dire cio che risulta essere la verita!!!
    saluti Lodovico Bonvecchi

  3. Lasciamoli parlare questi sinistroidi non gli resta altro! Distruggono tutto quello che toccano peggio di Attila bla. . ..bla. .bla. ..

  4. Strano, che il meridione, sforna tantissimi parlamentari e quasi tutti i capi di stato, sono stati dei loro, “”” MA CHE IN QUESTO MALEDETTO SUD, NESSUNO PROLIFERA, TRANNE LE MAFIE”””!!! SEMBRA QUASI, CHE I PARLAMENTARI MERIDIONALI, SIANO DEI PAPPONI CHE SFRUTTANO E CORROMPONO IL SETTENTRIONE, PER FAR PARASSITARE I LORO CONREGIONALI!!!

  5. Comunque non so se voluto o no, ma nella locuzione di cui sopra si parla di “..Conte… Presidente del Coniglio”: ed in effetti di conigli trattasi poiche’ hanno paura di andare al voto.

  6. Comunque non so se voluto o no, ma nella locuzione di cui sopra si parla di “..Conte… Presidente del Coniglio”: ed in effetti di congli trattasi poiche’ hanno paura di andare al voto.

  7. Gentile signora Elisabetta, mi perdoni ma con tutte queste argomentazioni mi sn un po’ perso. Cmq di una cosa sn convinto da assiduissimo dei talkshow di ‘la 7”: se Porro invita sempre gli stessi ospiti (presumo lei li veda per lo piú pendenti dalla sua parte) che dire allora di Flores, Formigli e Gruber ? Li guarda mai? Per almeno l’80% delle presenze sn sempre tutti di centrosinistra / M5S… e, soprattutto, ipercritici – ad essere eufemistici – vs Salvini (come a suo tempo vs Berlusconi). Perció, cm sempre, chi é senza peccato scagli la prima pietra… Cordialità

  8. Meglio rispondere con articoli seri, fatti da giornalisti seri e pubblicati da giornali della stessa levatura. I Porri, li facciamo togliere a chi di competenza.
    ——> https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/11/05/fiber-linformativa-di-conte-in-aula-alla-camera-incarico-precedente-al-mio-ruolo-di-premier/5549263/

    Sito fatto per monetizzare con tutte le visite dei polletti che ti faranno guadagnare con il loro click. Vi ritroverete cookie traccianti e vi inonderanno di spam. Auguri, sig.ri Vallespluga.

  9. “era perfettamente consapevole di poter diventare Presidente del Coniglio” Quindi non è una prova. Lui pensava di diventare Presidente del Coniglio e non Presidente del Consiglio! Sarà qualche associazione segreta! HAHAHAHA

  10. La verità è semplice e chi vuole apparire veritiero deve rispondere.
    Semplice e facile da fare!
    Vediamo se Conte risponderà oppure muoverà delle accuse per difendersi, senza rispondere niente!

  11. Gentile Porro,
    a mio avviso non vale la pena nemmeno di rispondere a persone ideologicamente sinistrate che odiano chi lavora non come vorrebbero loro quale pare esse visti i suoi sconclusionati argomenti fuori tema del conflitto d’interessi di Conte la Signora Elisabetta .

    • Ci sarà sua sorella ideologizzata e pure di sinistra io mi guardo bene da avere appartenenze le quali impediscono di restare critici e quindi non succubi di ideologizzazioni anche come liberale, liberista libertario e altre panzane varie.
      Il mio argomentare è strettamente pertinente a quanto in questo post è pubblicato, ossia uno spezzone della trasmissione, che non dimostra nulla che non sai noto e scontato dagli albori della democrazia e ancor prima dittature, i governanti mentono sempre, i politici mentono sempre, gli imprenditori mentono sempre, anche il suo vicino di casa e probabilmente anche lei mentite, forse non sempre.
      Se Porro vuole continuare a campare su questi “scoppetti” vecchio stile, ossia anche essi noti dalla notte dei tempi delle trasmissioni a prvalenza markettare e prive di sostanziali contenuti interessanti, è libero di farlo, ma io sono libera di valutarlo per un azzeccacarbugli di giornalista e showman. alla ricerca come la maggiorparte dei suoi colleghi di rimpinzare le tasche e di complimentarsi con se stesso per essere riuscito ad appagare il suo bisogno di vedersi riflesso in una telecamera.
      La sua funzione non è informativa al pari di quelli che lei definisce ideologizzati di sinistra.

      Aver zappat la terra e lavorato in acciaieria per qualche mese con la certezza alle spalle che poi saresti tornato nel salotto con poltrona in pelle, non fanno CV di persona che ha esperienza di vita ma solo di uno snob che pretende con ciò di dimostrare che si è fatto da se, ma non sono mica tutti scemi quelli che leggono ed interpretano i CV.

      • Gentile Signora Elisabetta, in generale ed in linea di principio sono pienamente d’accordo con il contenuto del suo contributo, Deve tuttavia perdonare la mia ignoranza nel non comprendere alcuni passi del suo argomentare. Lei mi da l’impressione di quello studente che, sicuro che sarebbe uscito all’esame di maturità un tema sulla Divina Commedia, prepara una lunga dissertazione su Dante. Purtroppo per lui pero’ gli viene chiesto di parlare del Rinascimento. Non si lascia intimorire ed inizia cosi: “L’Italia ed in particolare Firenze sono la culla del Rinascimento Italiano. Firenze che ha dato i natali a Dante Alighieri……….” e continua la sua dissertazione sulla Divina Commedia. Mi scusi sa, ma il servizio di Porro riguarda le bugie di Conte. Bugie che ha dimostrato con fatti e testimoni, full stop. Lei e’ andata completamente fuori tema che lei sia di sinistra, anarchica o di destra non cambia nulla. Cordialità

  12. A me pare irrilevante quando Conte abbia saputo: il conflitto si avrebbe se fosse stato informato chi ha chiesto il parere non chi lo ha rilasciato.

  13. La prova che Conte ha mentito è una realtà. Ricordo che per Berlusconi il conflitto d’interessi era una realtà quotidiana per molto meno, tuttavia attendiamo ulteriori con la speranza che non si perdano come la situazione di Bibbiano.
    Signora Elisabetta, dal suo articolo rilevo l’apprezzamento a Luca Ridolfi da sempre dichiaratosi di sinistra e a cui condivido il mio rispetto, ma non ho capito l’indirizzo del suo pensiero e la rispondenza al titolo della questione. Conte ha mentito oppure no?

  14. Il tema dell’articolo riguarda il conflitto di interessi di Conte, i suoi sproloqui a vanvera, sul articolo di Porro non c’entrano nulla. Se ha così tanta voglia di fare polemica inutile alla maniera della casalinga di Voghera (non la massaia) le consiglio di farlo altrove, magari su “La Repubblica”

  15. Mancava proprio uno sproloquio da gatto a cui hanno pestato la coda. Invece che perdere tempo a vedere QR, stia sintonizzata su Report, così soddisfa le sue crisi di invidia.

  16. L’unico momento apprezzabile della sua trasmissione è stata la presenza di Ricolfi, dopodiche si cambia canale.Ogni tanto nel suo salotto televisivo capita qualche persona con personalità e capacità argomentativa al di sopra della media. i miracoli a QR:
    Porro noto che nei vari programmi il suo in primis vi siete spartiti gli ospiti, girano gli stessi nelle stesse trasmissioni e canali.
    Questione di budget? Se fai un forfettario per un tot numero di presenze in un o più programmi costi meno e l’azienda ed il programma rimangono comunque nel range di ascolti per tirare a campare?
    Sgarbi a forfè quante puntate può presiedere? I suoi eccessi di carrattere alzano gli ascolti?
    Certo con questi criteri di selezione è ovvio che le trasmissioni convochino esperti in materia piuttosto che opinionisti del ciufolo?
    Comuqnue la massaia di Voghera ha le stesse capacità di opinione dei suoi vari ospiti, ma essendo anonima non tira ascolti, forse?
    Che tocca fà pe campà! Ahahahahaha
    Mi chiedo, lei che ha uno status socio economico un tantino al di sopra della media ( sarà in quell’1% che dichara sopra i 100 mila euro) per mantenerlo e forse superarlo deve scendere a così tanti compromessi?
    Ma allora fare i soldi non rende liberi ma ti innalza a forme di schiavitù, sottomissioni, compromessi sempre più articolati? Liberale e liberi non sono sinomnimi anzi spesso l’uno esclude l’altro.
    Mah. chissà, io ho avuto da appena nata questo sospetto, sarà la volta buona che Porro mi fornirà la dimostrazione.
    Sia mai che per qualche misterioso motivo ci dovessimo incrociare nel reale, non dimentichi mai il mio nome e cognome ( quelli nella mail) e tutti i complimenti che sono stati postati.

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.