Conte si sente ormai una rockstar

Condividi questo articolo


Giuseppe Conte, Premier, Alessandro Rivera, Direttore Generale del Tesoro, e Fabrizio Salini, Amministratore Delegato della Rai: tre volti di “una serva Italia, senza nocchiero in gran tempesta”, paradigmi perfetti di come il potere riesca a trasformare gli uomini. Sono pochi, in effetti, quelli in grado di conservare equilibrio e saggezza. Molti diventano arroganti, altri si chiudono a riccio, condannati all’inazione, ma sempre pronti ad utilizzare gli aculei di fronte a qualsiasi minaccia esterna. Il risultato, però, è sempre il medesimo: il caos sotto forma di rinvii, contraddizioni, fuga dalla realtà e sottrazione alle proprie responsabilità.

Emblematico è il percorso del Presidente del Consiglio. Giunto a Palazzo Chigi in punta di piedi, con un tratto di elegante gentilezza e una tale smania di apprendere da attardarsi spesso sulle carte fino all’alba, ha via via assunto un atteggiamento autoreferenziale che lascia interdetti. Ormai parla di sé solo in terza persona,  nelle riunioni tecniche gli piace più ascoltarsi che ascoltare, la sua agenda è più fitta di quella di una rockstar in tournée mondiale, cosicché  i vertici governativi, dal fondo Salva-Stati alle manette, vengono programmati di notte o di domenica, tra un live show e l’altro. Secondo il suo guru della comunicazione ed ex “Grande Fratello” Rocco Casalino, anche lui in rotta feroce con Luigi Di Maio e Davide Casaleggio, solo quest’agenda frenetica, che sta mandando in tilt scorte e servizi di sicurezza, può consentire quel volano di popolarità per il nuovo partito del Premier, di cui, nonostante le mille opzioni sul tavolo, non si è ancora scelto né il logo né tantomeno il nome.

Se Conte esterna e pontifica, un pezzo da novanta della Pubblica Amministrazione come l’abruzzese Alessandro Rivera, è sempre più avviluppato su sé stesso, non riuscendo ormai ad interloquire né con il suo Ministro di riferimento, Roberto Gualtieri, né con il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco. In queste ore, poi, pare sia terrorizzato dal rischio di una class action di oltre 60 mila azionisti della Banca Popolare di Bari che lo ritengono colpevole del mancato salvataggio dell’ultimo baluardo creditizio del Mezzogiorno, attraverso il Fondo Interbancario di tutela dei depositi e, prima ancora, azionando una norma del Decreto Crescita che consentiva di trasformare le imposte differite (DTA) in crediti d’imposta fino a 500 milioni di euro. E forse proprio per evitare questa rogna che, anziché accelerare sul salvataggio della banca, sta pensando di accettare l’offerta ricevuta da una grande banca d’affari Usa con molti addentellati nelle partecipate italiane. Avrebbe sicuramente meno “patate bollenti” tra le mani, guadagnerebbe di più e si potrebbe finalmente godere il Castello di famiglia del XVI secolo a San Sisto, dall’inconfondibile torre merlata. Del resto, già in passato, tre suoi illustri predecessori hanno compiuto un percorso analogo: Mario Draghi, anche se non ama ricordarlo, in fuga verso Goldman Sachs, Vittorio Grilli, rifugiatosi in JP Morgan, Domenico Siniscalco, sempre più operativo in Morgan Stanley.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


6 Commenti

Scrivi un commento
  1. Il problema dei carbonari-massoneria è sempre stato di non avere altro fine che quelo di Napoleone , Robbespierre, etc… scalzare la Monarchia per assurgervi come sostituto ungendo le file dei poveri e piccoli borghesi con lo stesso criterio storico della monarchia :” se il popolo ha fame dategli le broiche” Frase pare mai detta ma sempre utile per far intendere il vero fine dell’alta e medio borghesia ( massoneria).
    Passand di palo in frasca, forse.
    Tre mesi o quattro addietro nel secondo cassetto di una cassettiera a tre, mi sono trovata due magliette T-shirt una a fondo bianco l’altra a fondo nero una di pessimo cotone l’altra di discreto.
    Appaiate, direi nuove o cmq molto ben stirate e piegate ( i miei cassettoi sono come una polveriera esplosa non si troverebbe mai un pezzo di abbigliamento ne ben stirato ne ben piegato ne tantomeno così facile la ricerca e la presa visione di ciò che contengono).
    La modalità con cui queste due magliette erano piegate non ricalca affatto come io prima di inserire nei cassetti qualunque pezzo di vestiario , gli pieghi dopo averli presi da stendino e ripeto non stirati. ( il ferro da stiro è un pezzo ormia da museo a casa mia rimasto inutilizzato da almeno 10 anni)
    Dopo la sorpesa nel vedere queste due magliette , amprendole , nella, a fondo nero, vi è una circonferenza bianca contenete due compassi che si dispongono con i vertici in opposizione e le stremità che si accavallano e sotto di loro un bel rombo … intorno alla circoferenza disegnata c’è scritto www.piccoletrasgressioni.com appartiene alla STREDMAN Classic
    Nella seconda t shirt a fondo bianco vi sono schizzi e pebbellate casuali multicolor con una scritta che dice HAWAII LIFE ed appartiene alla NEWCOTTON SRL.
    A parte che non amo le tshrt men che mai i girocolli e le maniche tagliate come nelle t shirt.. ma opo una ricerca su questi due marchi ed latro l’avidenza di queste due magliette pare voler indicare che a casa mia entrano quando vogliono ed è difficile deniìunciare qualcuno perchè invece di rubare qualcosa ti porta qualcosa.
    Non solo l’altra lettura dovrebbe essere che sia passato un SERVIZIO Hawaiilife (americano) + Compassi e rombo ( massone),
    Inutile dire che sono certissima che quelle T- shirt non siano state ne comprate da me ne mi sono state regalate.. chi mai mi crederebbe?
    Bon consideri sempre che il delirio è la documentazione ufficiale per spiegare il tutto ed anche altro che forse posterò, così, per farmi prendere per i fondelli.
    Saluti BISIGNANI!

    • Questa maledetta CIA che mette T-shirt problematiche nei cassetti della esterrefatta Elisabetta!…
      No, forse è stato il Mossad.
      O il Mago Zurlì?

  2. Il problema dei carbonari-massoneria è sempre stato di non avere altro fine che quelo di Napoleone , Robbespierre, etc… scalzare la Monarchia per assurgervi come sostituto ungendo le file dei poveri e piccoli borghesi con lo stesso criterio storico della monarchia :” se il popolo ha fame dategli le broiche” Frase pare mai detta ma sempre utile per far intendere il vero fine dell’alta e medio borghesia ( massoneria).
    Passand di palo in frasca, forse.
    Tre mesi o quattro addietro nel secondo cassetto di una cassettiera a tre, mi sono trovata due magliette T-shirt una a fondo bianco l’altra a fondo nero una di pessimo cotone l’altra di discreto.
    Appaiate, direi nuove o cmq molto ben stirate e piegate ( i miei cassettoi sono come una polveriera esplosa non si troverebbe mai un pezzo di abbigliamento ne ben stirato ne ben piegato ne tantomeno così facile la ricerca e la presa visione di ciò che contengono).
    La modalità con cui queste due magliette erano piegate non ricalca affatto come io prima di inserire nei cassetti qualunque pezzo di vestiario , gli pieghi dopo averli presi da stendino e ripeto non stirati. ( il ferro da stiro è un pezzo ormia da museo a casa mia rimasto inutilizzato da almeno 10 anni)
    Dopo la sorpesa nel vedere queste due magliette , amprendole , nella, a fondo nero, vi è una circonferenza bianca contenete due compassi che si dispongono con i vertici in opposizione e le stremità che si accavallano e sotto di loro un bel rombo … intorno alla circoferenza disegnata c’è scritto www.piccoletrasgressioni.com appartiene alla STREDMAN Classic
    Nella seconda t shirt a fondo bianco vi sono schizzi e pebbellate casuali multicolor con una scritta che dice HAWAII LIFE ed appartiene alla NEWCOTTON SRL.
    A parte che non amo le tshrt men che mai i girocolli e le maniche tagliate come nelle t shirt.. ma opo una ricerca su questi due marchi ed latro l’avidenza di queste due magliette pare voler indicare che a casa mia entrano quando vogliono ed è difficile deniìunciare qualcuno perchè invece di rubare qualcosa ti porta qualcosa.
    Non solo l’altra lettura dovrebbe essere che sia passato un SERVIZIO Hawaiilife (americano) + Compassi e rombo ( massone),
    Inutile dire che sono certissima che quelle T- shirt non siano state ne comprate da me ne mi sono state regalate.. chi mai mi crederebbe?
    Bon consideri sempre che il delirio è la documentazione ufficiale per spiegare il tutto ed anche altro che forse posterò, così, per farmi prendere per i fondelli.
    Saluti BISIGNANI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *