Articoli

Conversione e riscatto, alcune riflessioni sul caso Silvia Romano - Seconda parte

Non è la bontà d’animo ma l’ateismo istituzionale a farci scegliere tra la vita e i Principi. Uno stimato giornalista cattolico alla domanda se 4 milioni di euro dati ai terroristi non fossero un’enormità, ha risposto: “Ma con tutti gli sprechi della Pubblica Amministrazione stiamo a preoccuparci dell’entità del riscatto…!”  Appunto. La nostra bontà d’animo non nasce dal sacrificio di un valore sull’altare di un altro ma dal fatto che ne conosciamo altri che non sia la vita nella sua nudità. Ci mancherebbe pure che uno Stato sprecone si mettesse a fare economie su una povera ragazza in mano ai carnefici della fede.

Dino Cofrancesco, Il Dubbio 17 maggio 2020

PaginaPrecedente
PaginaSuccessiva
Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli