Commenti all'articolo Coronavirus, 4 soluzioni per salvare le aziende

Torna all'articolo
Avatar
guest
22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo Ferrazin
Paolo Ferrazin
2 Maggio 2020 20:48

Una soluzione molto più semplice ci sarebbe: lo stato presta le garanzie e le banche prestano i soldi alle aziende. Queste restituiscono il prestito in 5/10 anni attraverso un credito d’imposta (magari leggermente maggiorato per compensare almeno parte degli interessi). Lo stato ha a disposizione il tempo per realizzare i risparmi (ad esempio quelli proposti da Cottarelli e tutti i tagli alle spese ed enti inutili), in modo da compensare il minor gettito con delle minori spese improduttive. Alle aziende alla fine non costerebbe niente e sarebbero “invogliate” a fatturare. E anche per lo stato non sarebbe un problema.

Paolo Ferrazin
Paolo Ferrazin
2 Maggio 2020 20:36

Una soluzione forse più semplice potrebbe essere il prestito dello stato (come quello messo in campo, ma che funzione), da restituire in 5/10 anni attraverso un credito di imposta, maggiorato di una quota di interessi. Alle aziende non costerebbe praticamente nulla, lo stato avrebbe il tempo per adottare quei tanti tagli alle spese inutili (magari chiedendo a Cottarelli) e le aziende sarebbero invogliate a fatturare. Il tutto praticamente a costo zero per tutti

Armando
Armando
1 Maggio 2020 23:42

Sono un dirigente che ricopre la carica di Direttore generale di una medio piccola azienda in lombardia che esporta la sua tecnologia nel settore ferroviario ed in particolare della sicurezza a bordo dei rotabili in america ,India, germania ecc… Le aziende piccole e micro commercianti settore del turismo,settore della ristorazione più del 60 % di queste aziende saranno spazzate vie e con loro almeno 3.milioni di lavoratori che si andranno a sommare ai disoccupati prima dell’epidemia con un aumento della disoccupazioni a livelli mai visti in italia. L’analisi di come evitare l’attivazione di questa bomba sociale , bisogna analizzare lo stato delle aziende italiane, molte piccole e medie aziende prima delle epidemia erano già in crisi a causa di una burocrazia elevata, costi di gestione,costi altissimi della fiscalità, costo del lavoro elevato indebitamento delle aziende tutto ciò porta ad un quadro molto difficile, le aziende piccole medie che in questi anni si sono salvate sono quelle che esportano all’estero . Con l’avvento dell’epidemia anche le aziende che esportavano si sono fermate e quindi sono precipitate come tutte le altre piccole e medie aziende in una crisi epocale. come si può uscire da questa crisi economica è difficile dare delle soluzioni innanzitutto ci vorrebbe un governo che sia competente e che abbia contezza di come funziona una impresa. Gli aiuti messi… Leggi il resto »

giancarlo cremonini
giancarlo cremonini
25 Aprile 2020 21:23

Ma lo hai visto stasera un tuo collega un po’ cretino di Rete 4 su un elicottero dei carabinieri a dare la caccia a noi italiani onesti mentre rimettono in libertà i boss ? Ma non si vergognano a Rete 4 ? Che vergogna che rete schifosa