Commenti all'articolo Cosa ci dicono i numeri sulla pandemia

Torna all'articolo
Avatar
guest
22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Patrizio Data
Patrizio Data
29 Marzo 2020 21:41

Domanda: Ma quando aprite youtube anche a voi vi si apre una finestrella che dice “Mnistero della Salute: ricevi notizie sul coronavirus” ?

Mario
Mario
29 Marzo 2020 20:35

Sono d’accordo con il sig. Data. Questo è ciò che sarebbe dovuto essere fatto sin dai primi di febbraio. A casa gli anziani che vivono tranquillamente della pensione, chiaramente aiutati da volontari (retribuiti) per i generi alimentari e le cose di prima necessità, le persone con patologie gravi e gli altri al lavoro. Però il tutto coadiuvato in parallelo con il rafforzamento degli ospedali con ventilatori e presidi medici. Sicuramente il tutto ci sarebbe costato meno di 45 miliardi

david
david
29 Marzo 2020 19:57

Ok l’emergenza coronavirus, ma bisogna continuare a vivere!! Ricordiamo che ogni anno muoiono 200mila persone di tumore. A noi, in seguito al decreto, hanno posticipato a data da definire le cure oncologiche, vorrei capire con che criterio vengono selezionati i pazienti da curare e quelli no. E poi, dal punto di vista epidemiologico, che differenza c’è tra sedersi al ristorante (vietato) e stare in coda al supermercato (consentito)?

Marcor
Marcor
29 Marzo 2020 18:34

E’ vero che la terapia intensiva fa la differenza in questi casi tra la vita e la morte, ma non c’è da fidarsi dei dati ufficiali tedeschi, visti i recenti precedenti di insabbiamento. Per capire come stanno veramente le cose, bisogna raffrontare la mortalità complessiva di un Paese del periodo gennaio-marzo 2020 con quella dell’analogo periodo del 2019.