Zanzara tigre

Cruciani furioso: “Immigrato molesta una ragazza? È già libero”

Zanzara 15 febbraio 2024

Nell’ultima puntata della Zanzara, Giuseppe Cruciani ha commentato così le polemiche sulla nuova fiction Rai ‘Gloria’: “Cominciamo subito con i primi commenti. La prima cosa è abbastanza incredibile: ormai il nostro mondo è ossessionato e qualsiasi cosa è ridotta a sessismo e omofobia. Prendete per esempio questa polemica ridicola e senza senso. C’è una fiction Rai con Sabrina Ferilli che si chiama ‘Gloria’. Sui social sui, ma anche su diversi giornali e riviste, si apre una polemica su un bacio gay che sarebbe stato coperto. Due uomini, prima di baciarsi, si coprono con un cappello. Non c’è nessuno zampino della Rai meloniana, è un cappello! Non c’è nessuna censura nei confronti di un bacio gay.”

Cruciani ha poi ripreso le dichiarazioni del premio nobel per la fisica Giorgio Parisi in merito ai limiti di velocità: “Secondo, non basta essere dei premi nobel per essere dei campioni di ragionamento. Anche i premi nobel possono dire delle puttanate sesquipedali. Vi leggo quello che ha detto il premio nobel Parisi: «Quello che mi fa impressione è che in italia ci sono 400 pedonicidi contro un centinaio di femminicidi. Metà dei pedonicidi sono in realtà femminicidi perché i guidatori sono quasi sempre maschi e la metà delle vittime sono donne». Io straccio queste dichiarazioni e le butto nel cesso. Sono da buttare nel cesso. Afuera Parisi!”

Il conduttore di Radio24 ha poi concluso il suo editoriale di inizio trasmissione commentando la scarcerazione di un somalo reo di aver molestato una ragazza bolognese: “Altra cosa clamorosa che è molto molto grave è il fatto che sia a piede libero il somalo che ha molestato una ragazza e ne ha picchiata un’altra a Bologna. Un magistrato, che purtroppo avrà agito secondo la legge, ha scarcerato questo tizio che adesso circola indisturbato. Questa è la giustizia in italia: per la pm non è pericoloso.”

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli