in

Dopo l’Afghanistan, Biden crolla su Wuhan - Seconda parte

Dimensioni testo

Quello che è deleterio per gli Stati è poi soprattutto il mostrare una mancanza totale di dignità di fronte al mondo e agli stessi cittadini di esso (che, in questo caso, tanto  proprio non volevano e non tollerano). Trump ne avrebbe probabilmente, nella sua “irregolarità”, avuta di più. Che io ricordi, c’è solo un altro episodio storico che ha messo in mostra questa mancanza di dignità: la fuga del re Savoia dopo l’8 settembre. Come finì per lui è risaputo. Ma importante è soprattutto considerare il fatto che, da allora, gli storici hanno parlato, per il nostro Paese, di “morte della Patria”. Ed è preoccupante che ora essi comincino a parlare di “morte dell’Occidente”. Speriamo che si sbaglino.

Altrettanto clamorosa è poi la notizia che è giunta ieri: l’inchiesta affidata da Biden tre mesi fa all’intelligence per scoprire le origini del Covid, e in particolare le eventuali responsabilità della Cina, ha messo capo ad un rapporto che è stato definito “inconcludente” per l’impossibilità di avere la collaborazione delle autorità di Pechino. Le quali, fra l’altro, se colpevoli, hanno avuto tutto il tempo di far scomparire le prove di ciò che è veramente successo a Wuhan. . Ora, far filtrare la notizia di un rapporto segreto in preparazione, e poi non considerare l’impatto che una sua facilmente immaginabile “inconcludenza” avrebbe potuto causare, sembra un vero e proprio autogol a favore della Cina. Partito lancia in resta col nobile proposito di arginare lo strapotere dell’ultima dittatura comunista, Biden, con le sue mosse, sembra quindi riuscito, fantozzianamente, a riabilitarla. Brutta storia per noi tutti che un “futuro cinese” proprio non lo vogliamo!

Corrado Ocone, 26 agosto 2021