in

Draghi ai ministri: basta casalinate

Dimensioni testo

Quando i neoministri del governo Draghi escono da Palazzo Chigi sono subiti travolti dalle telefonate. I cellulari squillano e quegli impiccioni dei cronisti iniziano a domandare: “Cosa vi ha detto? Si è sbottonato?”. Le cronache parlano di un giro di tavolo, per conoscersi, di un presidente del Consiglio che ha motivato la squadra sulla compattezza necessaria a mettere in sicurezza il Paese.

E ancora Draghi ha provato a tratteggiare la roadmap delle prossime settimane per far ripartire il Paese. Quaranta minuti di incontro con un imprevisto. A un certo punto uno dei ministri dell’esecutivo alza la mano e domanda: “Presidente, come dobbiamo comportarci con la comunicazione?”. Risposta secca dell’ex Mr. Bce: “Vi direi di parlare solo quando avrete qualcosa da dire”. I presenti restano di sasso. I politici, in particolare, si scambiano delle occhiatacce. Si conclude così il primo Consiglio dei ministri.

Vedremo chi rilascerà la prima intervista. E la delegazione destra dell’esecutivo prova a scommette: “Il ministro dell’Istruzione ci regalerà emozioni…”. Il riferimento è a Patrizio Bianchi, economista di rito prodiano, che si è già fatto notare per una gaffe: “L’ho imparato ieri…”. La scommessa è aperta.

Antonio Russo, 14 febbraio 2021

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
53 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe
Giuseppe
17 Febbraio 2021 6:46

Via ARCURI e di maio e speranza
Sono la feccia dell’Italia..

matilde
matilde
15 Febbraio 2021 16:52

mi fa orrore rivedere al governo di maio speranza e la lamorgese per non parlare di arcuri , non so come andrà a finire.

art3mide
art3mide
15 Febbraio 2021 11:06

4 febbraio 2020 “I piani per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie sono regolarmente testati e aggiornati”.
Questo è quanto il Ministero della Salute scriveva all’OMS.

A distanza di un anno, quando la realtà è stata smentita dai fatti, Speranza è ancora lì.

Fossimo stati in Giappone avrebbe fatto harakiri. Da tempo.

Hegel
Hegel
15 Febbraio 2021 10:06

Imparare una notizia è corretto.

Aristide Cariatide
Aristide Cariatide
15 Febbraio 2021 9:51

Tutto il mio stupore e la delusione, nel veder riconfermato una nullità come Speranza, non tarda ad essere confermato dall’ennesima buffonata di Governo. A poche ore dalla riapertura, in barba alla fatica e alle speranza di uomini e donne, il cucciolone impaurito, pupo di Crisanti, blocca di nuovo tutto. I maniaci del lockdown, che affollano il sito, saranno soddisfatti. Tutti gli altri, in caso di altri lockdown, si preparino alla disobbedienza. Se i Ministri di Lega, IV, FI e M5S avessero i contributi, dovrebbero immediatamente chiedere di allontanare Speranza o dimettersi all’istante. I parlamentari della stessa fazione, non votare la fiducia. Ma, purtroppo, tutti tuonano e nessuno agisce.

Laval
Laval
15 Febbraio 2021 9:21

La prima casalinata è arrivata e pensate da chi?
Da Speranza al quale Draghi aveva chiesto (a tutti i ministri) che prima di divulgare notizie pubbliche doveva parlarne con lui.
Dati i precedenti non resta che mandarlo a casa subito per inadempienza, incapacità, inoperosità e danni all’economia per il motivo che, il bollettino corona virus del 14 febbraio: “calano ancora i morti”, continua il lento ma costante miglioramento della situazione epidemiologica dell’Italia.
Promette i ristori, ma non ne ha parlato con il nuovo ministro dell’economia Daniele Franco visto che il nuovo governo Draghi è entrato in carica il 14 febbraio 2021.
Direi proprio di no, un’altra bugia?
Questo è da ricovero alla neuro.

Nedo Micci
Nedo Micci
15 Febbraio 2021 9:12

Draghi.
Premessa : ho troppa fiducia nella maggioranza di chi scrive qui, tranne qualche fesso/a o baluba , …NESSUNO si aspetta da Draghi miracoli .
Ora c’e’ LUI e ogni tanto qualcuno più sveglio questa cosa la cita ; chi si siede a Palazzo Chigi cioe’ , chiunque esso sia , ci va con i più buoni propositi del mondo , cosi’ credo e tanto per citarne uno fece Berlusconi , ma dovra’ necessariamente misurarsi con tutto quello che ha intorno : uomini , strutture e quant’altro.
Sappiamo quanto tutto cio’ sia in Italia deficitario e spesso le critiche ad un PDC andrebbero spurgate considerando quanto sopra perche’ per cambiare ovvero ottimizzare le cose tutti dovranno tenere conto il fattore tempo prima di giudicare…appunto i miracoli li fece ns.Signor Gesu’ Cristo ( che poi manco e’ sicuro ).
Cio’ varra’ anche per Draghi quando fatalmente , data la varieta’ della combriccola , più di uno puntera’ il dito contro di lui perche’ questo non funziona e quell’altro e’ pure peggio.

giorgiop
giorgiop
15 Febbraio 2021 8:36

Estremamente difficile esprimere un commento se la deluzione è tanto grande.
Il Messia Draghi ha partorito un’ameba nella quale galleggiano individui che avrebbero dovuto essere tolti dalla circolazione; ed i danni già si fanno sentire.
Berlusconi, volente o nolente, ha messo dentro tre facce riciclate ed anche dei meno graditi dagli elettori; Salvini, invece, due o tre persone che da sempre non sono d’accordo con lui.
Mattarella ha preteso, ed ottenuto con questo, il pizzo da Draghi e noi tutti quanti pagheremo in termini di imposte, ritardi, squilibri nelle vaccinazioni.
La Meloni, Deo gratias, quando sarà il momento, sarà il primo partito.