in

E l’Italia divenne improvvisamente civile e affidabile…

Buongiorno, fino a qualche settimana fa l’Italia era retrograda, sull’orlo del fascismo, razzista e xenofoba. Da stamattina è invece meravigliosa. I giornali di oggi sono letteralmente incredibili, inclusi quelli che inizialmente sembravano contrari o scettici verso la nuova alleanza di governo Pd-5 stelle. La propaganda è entrata in azione, tutta in una volta, tutti assieme, un coro. Quello che fino a tre settimane fa era barbaro e irresponsabile oggi è civile e affidabile. Bastava che Salvini si levasse di torno (cosa che ha fatto da solo). Chiariamo: nessuno vuole difendere Salvini, chi se ne frega. Voglio solo osservare l’ipocrisia dei politici e purtroppo dei giornali.

Prima notizia. Ieri il presidente della Repubblica ha mandato un messaggio a Cernobbio per indicare la via maestra: rivedere il patto di stabilità. Con il governo precedente, la stessa richiesta era populismo. Oggi non più. Pazzesco.

Seconda notizia. Scoop di Repubblica. Esiste un patto Pd-5 stelle per rivedere la Costituzione. Non si potranno più aprire crisi al buio come quella aperta con gesto suicida dalla Lega. Le mozioni di sfiducia dovranno indicare in partenza la nuova maggioranza. Ragione del provvedimento: i governi cadono troppo facilmente; quello di Conte non farà questa fine. Fino a ieri, politici e soloni al seguito hanno ripetuto fino allo sfinimento che la manovra di palazzo che ha portato al Conte bis era il trionfo del parlamentarismo e non il mercato delle vacche (come si diceva a destra). Invece era il mercato delle vacche: per limitarne gli effetti, ecco le norme salva-governo.

Terza notizia. Dopo aver ottenuto la fiducia, Conte andrà a Bruxelles a chiedere la revisione del trattato di Dublino e contenere l’immigrazione, ripartendone i costi con i partner della Ue. Fino a ieri, i partner della Ue hanno risposto con una pernacchia. Siete stati così scemi da sottoscrivere Dublino, accollandovi gli immigrati? Fatti vostri. Ma ora, con il Conte bis, scrivono i commentatori, cambierà tutto, l’Ue ci srotolerà il tappeto rosso sotto i piedi.

Spero che sia così ma non ci credo.

Alessandro Gnocchi, 8 settembre 2019

Condividi questo articolo

18 Commenti

Scrivi un commento
  1. Saremo invasi da orde nere di bestie africane! Chiudete le porte! Sbarrate i cancelli! Richiamate il gran capitano!
    Pieni poteri! Chiappone del Papete aiutateci voi! Voi ragazze modello che invece di perdere tempo a salvare esseri umani sculettate amabilmente per la gioia degli occhi italioti!!

    • Le orde nere di “bestie africane” erano quelle che si vedevano una volta al circo o allo zoo. Se invece intende definire così gli africani che tentano di arrivare in Italia via mare per entrare poi nella clandestinità e diventare i nuovi schiavi di caporali e malavitosi, mi sembra una definizione che può ricordare a buon diritto solo quella hitleriana. Se ne desume che purtroppo quelli di cui ci si deve veramente preoccupare sono forse le orde di bestie bianche autoctone tra le quali questo governo pesca i suoi sostenitori.

      • Forse non si è capita l’ironia. L’ espressione bestie africane è un conio della Meloni che prima di parlare dell’Africa dovrebbe sciacquarsi la bocca e leggere qualche libro.

        • È stata detta con riferimento a crimini disumani (Pamela e Desiree) perpetrati da africani dimoranti su territorio italiano dopo esservi giunti grazie alla complicità della sinistra allora al governo ed alle ONG, che oltre a campare assolvendo al compito di nuove navi negriere facilitano la migrazione di criminali e terroristi nel nostro paese. Non solo, dopo essere stati accolti e mantenuti coi soldi degli italiani questi assassini sono rimasti in questo paese nonostante provvedimenti di espulsione che ministri dell’interno della sinistra non sono stati capaci di eseguire. Qualcuno a sinistra continua invece a sciacquarsi il cervello, sempre che ne sia dotato, per cancellare i guai combinati.

          • Il 90% delle violenze in Italia avviene in famiglia. E quindi è scorretto generalizzare pochissimi seppur gravissimi episodi di violenza di extracomunitari. Per non parlare di mafia camorra e ndrangheta.

          • Scusi, ma c’entra come i cavoli a merenda. In ogni caso, avendo già del marcio da noi non mi sembra opportuno portare qui anche quello altrui.

  2. Lo Stivale è diventato bergogliano, e così, secondo l’esempio praticato e propagandato dal papa venuto da lontano per portare nel socco da viaggio lo scisma, qui la tavola è imbandita per tutti, tranne che per gli italiani. Conte, può dare allora inizio alle danze aprendo i porti alla marea nera, che il papa di cui sopra non ha nessuna remora ha sollecitarne la venuta.

  3. Oggi Conte ha dato un’altra lezione di democrazia parlamentare mentre il gruppo leghista sghignazzava ignobilmente.
    La pancia del paese è stata ridimensionata e contenuta dalla civiltà delle istituzioni. E adesso proprio adesso sta nascendo un nuovo governo di persone civili.

    • Conte ha confermato di essere solo un burattino: avesse avuto un sussulto di dignità avrebbe rifiutato una seconda investitura dopo aver accettato il ruolo di burattino con la prima. Quanto alle doti di quelli che hanno votato questo governo riconosco sicuramente che sono persone disciplinate. Ma non confonderei la disciplina, dote in cui oltre ai parlamentari PD e 5s eccellono anche gli asini ed i muli, con la civiltà.

  4. Ho perso il conto di quante volte ho letto su questo sito l’invito a Salvini di staccare la spina al governo. Non parlo di gnocchi ovviamente, ma tanti altri. Siamo sicuri che la stampa ed i pensatori di destra non abbiano contribuito al formarsi di questo film horror giallorosso? Valeva la pena di dargli addosso come facevano gli altri? Ora leggo altrettanti articoli che lo criticano per averla staccata, che gli fanno la predica, esilarante! Allora vi do un consiglio nel vostro interesse, sia mai che i lettori aumentino, d’ora in poi sostenetelo ciecamente, siate costanti e persistenti, basta menarlo sul centro destra unito o disunito, aiutatelo a liberarci di quest’immondizia che avete contribuito a rievocare. Abbiamo perso l’unico argine e con il serio rischio d’affogare tutti per anni prima di ricostituirlo, ammesso e non concesso che aboliscano la democrazia pur di fermarlo e siamo già sulla strada direi

  5. STRANO CHE CONTE DOVEVA CONTINUAMENTE LEGGERE IL TESTO.

    FA PENSARE CHE SIA STATO SCRITTO, PER LUI ,DA QUALCHE ALTRA PERSONA?!

  6. Ieri Conte si è triplicato: parlava da premier, da capo partito e a tratti da presidente della camera. Per quest’ ultimo ci ha provato, ma il redivivo Fico ha fatto capire subito che non c’ era posto. Compreso di essersi allargato un pò troppo, si è scusato ed è ritornato sui suoi passi. Poverino quello con la faccia da ebete al suo fianco, faceva tenerezza, non aveva il coraggio di fermarlo e dirgli che lui era il vero capo partito, che casomai queste cose le avrebbe dovute dire lui.
    In effetti, in cuore suo Gigino era già pronto per la sua nuova missione: in giro per il mondo come ministro degli esteri, bommm. Lui, che l’ unica lingua straniera che conosce è l’ italiano, dovrà magari imparare anche altre lingue e studiare un pò di geografia. Ma sai che spasso!!! Tornerà presto dal suo amico Ping, andrà a far pace con l’ amico Macron e prenderà pacche sulle spalle da Trumph. Ma chi te lo fa fare!!! Meglio in giro per il mondo che a capo di un partito irriconoscente, sigh. Per i cattivoni c’ è la battuta facile: meglio in giro per il mondo che bibitaro al San Paolo. Ma noi non siamo così cattivi 😉

  7. E’ la classica vergogna italica.
    Nessuna dignità, l’importante è prendere il potere per il potere, la vergogna italica della sinistra.
    Giornali giornalisti gente per strada che non vedono l’illogicità dei loro pensieri; tutti costituzionalisti che non notano quel breve passo dove i padri costituenti dicono che la nuova maggioranza si forma senza disattendere le scelte precedenti degli italiani.
    A rigor di logica quando votammo fu il cdx a vincere e Mattarella,- posso dire che se ne fregò?- non volle fosse esso ad andare sugli alti scranni. Ebbe tanti voti anche 5s e, non potendo dire, sempre Mattarella: no tu no per non scatenare guerriglia ed essere additato come un comunista del menga con nessun rispetto verso gli italiani e le loro scelte, fu costretto accettare la Lega.
    Era tutto chiaro, legale già che erano due compagini vincenti e senza salto della quaglia (lo fece Mattarella la quaglia e la figuraccia che sempre lo condannerà sarà sui libri di Storia).
    Dire ai giornalisti giornali e genti che quel passo è stato disatteso troppe volte, che la costituzione la usano a loro favore, la sinistra sempre loro, è un atto predatorio, non sortisce effetto un minimo ragionamento un poco di vergogna. Rispondono piccati ch’è la Costituzione a volerlo e poi discettano sui padri costituenti senza vengano sfiorati dal pensiero che essi la compilarono 70anni fa quando nemmeno immaginavano come si sarebbe evoluto il paese in fatto di tecnologie, e non pensavano che arrivassero genti diverse da loro: prive di dignità e di correttezza, le bestie. Credevano che gli italiani d’oggi sarebbero stati come loro: persone rispettabili oneste serie orgogliose decorose. Non sapevano che un giorno, dopo non tanti anni dalla stesura costituente i comunisti sarebbero entrati nel governo e che avrebbero brigato per mettere il paese a terra.
    Sono convintissima da anni che la sinistra non sa cosa sia vergogna e dignità. Ho sempre visto bestie che si avventavano affamate al truogolo, nessuna dignità nessuna logica, tanto schifo.
    Vien da pensare ch’è proprio l’ideologia sinistra, non brillante per correttezza, a chiamare a sè genti tante genti proprio perchè è scorretta ladra e farabutta, E’ lo specchio, la casa degli imbroglioni disonesti truffatori d’indole che circolano nel paese, si sentono a casa . La subcultura rossa.
    E se vai a vedere a fondo noti che sono sempre loro a gridare di legalità, pagamento di tasse, buon governo e ti ricordi che questo urlare è lo stesso di quando c’erano Lenin Stalin ecc…
    A pensarci bene non si può non considerarli feccia, giornali giornalisti e genti che della truffa son maestri e della stupidità il totem. Che parlino che dicano che facciano quel che gli pare tanto i nodi vengono sempre al pettine, mai sono scampati dal pubblico ludibrio.

    • Cara, mi permetto di farti notare che il comunismo in Italia lo vedi soltanto tu.
      Ti voglio rassicurare: chi ci governa ha poco a che fare con i tuoi fantasmi del comunismo.

  8. Secondo me dobbiamo prepararci a una lunga resistenza contro questo governo che ha tutti i presupposti per diventare un regime assai duraturo. Nel frattempo la nostra battaglia deve salire di livello, perché ormai non di tratta solo di politica ma di stile e filosofia di vita.
    Boicottiamo per favore i negozi etnici, i venditori ambulanti, le parrocchie moderniste, le trasmissioni politiche a senso unico, l’8x 1000, le raccolte di fondi a fini umanitari, gli scrittori, i cantanti, i registi e gli stilisti schierati e venduti a questo infame regime globale.
    Manifestiamo in piazza in modo civile e decoroso, con costanza e regolarità.
    Forse non vinceremo subito, forse non vinceremo affatto…ma nasceranno almeno delle belle amicizie…

  9. “Chiariamo: nessuno vuole difendere Salvini, chi se ne frega. Voglio solo osservare l’ipocrisia dei politici e purtroppo dei giornali”………Gnocchi, Salvini con tutti i suoi difetti a mio avviso, è l’interprete del buon senso del padre di famiglia, cacciato a pedate dai GIALLO ROSSI di POLTRONITALY. Se a destra continuiamo a non difenderlo, non ci lamentiamo quando poi torna al potere SINISTRATISSIMA SINISTRATIA e la dittatura della DEVASTAZIONE POL.CORR.. Loro a sinistra i loro “cattedratici”, vedasi il prof. Sermoncini Sergej also sprache, li difendono eccome.

  10. Quello che ci ha fatto vedere ieri Conte in Parlamento è stato, a mio avviso, uno squallido spettacolo con contorno ancora più squallido. Al di la delle ritrite frasi fatte e della sua retorica, senza disquisire sulle promesse di futuri paradisi italici due cose mi hanno colpito in particolare: 1) aver accusato Salvini di volere un maggior numero di poltrone chiedendo le ELEZIONI; capisco che per un novello giallo- verde la parola elezioni è causa di scompensi cardiocircolatori ed ormonali; mi domando cosa doveva fare SALVINI per ottenere più poltrone (in questo caso nel Governo) rivendersi l’anima? Oppure per ottenere un maggio numero di poltrone (seggi) in Parlamento esistevano due soluzioni o chiedere democratiche elezioni o fare un colpo di stato Salvini aveva scelto, come giustamente si DEVE FARE SEMPRE, le elezioni; cosa c’è di anomalo in tutto questo?
    La seconda cosa che mi ha colpito è stata l’espressione di gigino, rilevata anche da alcuni commentatori televisivi, che pareva l’espressione, se così si può definire, di un’antica mummia. Forse stava già tramando qualcosa o stava riflettendo sui guai che, giochicchiando con il suo nuovo ministero, avrebbe procurato agli Italiani?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.