È ora di cambiare questo governo fallimentare

conte arcuri

Condividi questo articolo


Il governo Conte 2 è passato dal rappresentare il modello italiano a essere il disastro universale con il più alto indice di mortalità. Le due cose – farsa e dramma – sono strettamente collegate: la seconda è la conseguenza della prima.

Commissario ai fallimenti

Ma siccome al peggio non c’è mai fine già avanzano con passo di carica la nuova farsa e il nuovo dramma: la campagna di vaccinazione più pazza del mondo. A gestirla sarà Domenico Arcuri – l’Emergenza fatta persona – che avendo già fallito tutte le campagne precedenti, invece di essere spedito in campagna, come sarebbe giusto e serio fare, sarà a capo anche dell’operazione per vaccinare circa 60 milioni di italiani da qui ai prossimi indefiniti anni.

In una conferenza stampa delle sue, prima di Natale, ha detto: “Il virus in sé non è preoccupante. Lo diventa quando attacca il corpo di una persona”. In effetti, la stupidità in sé non è un problema ma lo diventa quando si incarna in una classe dirigente.

Governo impreparato a tutto

Il grottesco dramma italiano è dato dalla misura siderale che c’è tra il governo e la situazione. Sabino Cassese lo ha detto esplicitamente: “Questa classe politica non è all’altezza di gestire le istituzioni”. Infatti, il dramma italiano non è solo il frutto dell’epidemia ma insieme dell’epidemia e dei danni che il governo in modo sistematico ha aggiunto trasformando una crisi sanitaria in una crisi istituzionale che ha condotto a cancellare, senza pari al mondo, le fondamentali libertà costituzionali senza ottenere nessun risultato pratico. Al danno la beffa.

Se si ripercorre il film dell’orrore dell’epidemia si vedrà che il governo, impreparato a tutto anche se diceva di essere pronto, prontissimo – si ricorderà l’intervista del professor Giuseppe Conte rilasciata alla Gruber – non è mai riuscito a tracciare l’infezione, ha fatto un uso irrazionale dei tamponi, non ha contenuto l’epidemia e, anzi, è riuscito a incentivarla e non si è mai organizzato per ricostruire sul territorio la medicina di base per proteggere gli ospedali senza ricorrere, come ha fatto, alla soppressione delle libertà e alla colpevolizzazione dei cittadini. Per condannare il governo non serve esprimere giudizi, basta la nuda e cruda cronaca. Purtroppo, in Italia la cronaca non fa più parte del giornalismo.

Voltare pagina

Davanti a questo evidentissimo fallimento perché non si dovrebbe concepire di cambiare il governo? Dinanzi a questa idea, apparsa dopo il discorso di Renzi in Senato, subito si alzano le voci dei giornalisti addolorati e vedovi anzitempo del professor Giuseppe: “È da irresponsabili far cadere ora il governo”. È vero esattamente il contrario: è da irresponsabili tenersi un governo che fallimento dopo fallimento ci ha condotti fin qui senza avere una benché minima idea di come uscire da una situazione che gli italiani pagano sulla loro pelle, sulle loro proprietà, sulle loro libertà.

Se un medico non è capace di curarvi, lo cambiate. Se un meccanico invece di aggiustarvi l’auto ve la danneggia, lo cambiate. E perché mai non bisognerebbe cambiare un governo che ha dimostrato di non saper governare?

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


11 Commenti

Scrivi un commento
  1. ARCURI AD UN VERTO MOMENTO DICE ” 70MILA ITALIANI GRAZIE A QUESTO VIRUS NON CI SONO PIU'”
    GRAZIE ???? , MA QUESTO SIGNORE NON SA NEPPURE ESPRIMERSI…..

  2. Libertà, competenza, educazione (non titoli di studio) e coscienza civile. Questi gli indici con cui misurare l’operato di qualsiasi governo. Volendo esagerare, usando la materia grigia e non un vaccino, potremmo anche chiederci come mai due turchi di nazionalità tedesca e miliardari siano i vincitori dell’appalto vaccini Pfizer…
    Basta applicare il misurino del Cui prodest? (a chi conviene??) alle scelte e ai risultati ottenuti. Virologi, politici della visibilità e servi sovvenzionati con il reddito di cittadinanza sono davvero il faro che vogliamo in questa tempesta made in China?

  3. Rispondo a Nedo Miccicirca circa 14 ore fa (mi ripeto perché ho sbagliato l’articolo):
    Quando si vuole eliminare un governo si può fare, vedi Napolitano con Berlusconi.
    Rivedi la tua immensa cultura e segui un attimo, tuttavia ti correggo, che sia in pensione va bene, ma zero proprio no e spiego meglio:
    La MerKel e Sarcozy nel 2011 si guardano e ridono di Berlusconi pensando a come eliminarlo spinti anche dal Presidente della Repubblica Italiana Napolitano.
    Subito dopo lo spread sale alle stelle, entra il governo Monti e cala immediatamente.
    Ti dice niente?
    Panorama.it 18 feb 2018 L’accerchiamento a Berlusconi nel 2011: e a Roma scattò l’ora …
    Ecco le prove: il Colle tramava contro Berlusconi – IlGiornale.it 10 feb 2014
    www.liberoquotidiano.it › news › politica › giorgio-na…4 lug 2020
    Giorgio Napolitano, il “golpe” contro Berlusconi: la domanda a … 4 lug 2020
    Se vuoi ne aggiungo altri, anche se penso che non ti servirebbero.

    Rispondi

  4. Infatti non capisco (a meno di non ricorrere al complottismo, ma molto più probabilmente si tratta solo di infantile campanilismo partigiano) come la stampa non faccia più mera cronaca, mettendo i fatti l’uno dietro l’altro, comprendendo come sia evidente che la conduzione di questo cataclisma, non sia nemmeno di livello sufficiente. Dal 20 febbraio (Codogno) al 18 maggio, abbiamo avuto i circa 35.000 morti dello “tsunami” Covid-19, che all’epoca era un virus “alieno”, sconosciuto e quindi difficilmente riconoscibile e non si avevano esperienze di nessun tipo per contrastarlo e/o prevenirlo. Oggi, dopo quasi un anno di “convivenza” (quella convivenza che era stata tanto sbandierata nella cosiddetta “Fase 2″ iniziata il 18 maggio, anche se non per tutti i commercianti) con il suddetto virus, si hanno 71.620 vittime, cioè lo stesso numero di vittime (35.000 più o meno) in quasi lo stesso periodo di tempo. E il freddo invernale ancora non è arrivato, né si è ancora scatenata la sindrome influenzale stagionale. Insomma: Conte e la sua armata Brancaleone, osannato da tutta la massa di aedi e menestrelli, yesman dalla schiena a snodo causa sindrome da inchino, lecca©uli dallo stomaco forte e tifosi ultras dell'”importante è vincere, anche scappando con il pallone”, hanno fatto peggio di quando il Covid era un morbo sconosciuto. Ecco, tutto questo fa trasecolare. Ma nonostante tutto, quella suddetta gente ancora canta l’ode del foggiano Conte, che… ha schiantato l’Italia sia a livello medico-sanitario, che economico finanziario (non salvando né capre, né cavoli e addirittura facendo crollare ovile e cascina) creando, quindi, un cataclisma nel cataclisma. Schettino ebbe almeno il coraggio (seppur nella codardia) di tentare di scappare dalla biscaggina della Costa Concordia. Conte, non si sa se inconsapevole del disastro causato per sua incapacità nel riconoscere la propria inadeguatezza o perché coccolato e sleccacciato dai suoi cortigiani, invece rimane al suo posto. Qualunque altro, anche un idiota, avrebbe simulato il malore e sarebbe scappato su un altro pianeta. Magari un altro sistema solare, meglio.

  5. Il comportamento dei 5 Stelle non mi stupisce né mi scandalizza.
    Non sono altro che lo specchio di una delle anime di questo paese.

    Vi è una quota consistente di persone che vivono la propria vita incapaci di comprendere alcuni aspetti fondamentali.

    Il vero benessere è una combinazione di : educazione in senso ampio; lavoro su sé stessi per comprendere quali sono i nostri punti di forza e i nostri limiti; disciplina e lavoro; conquista di stima e rispetto da parte degli altri; onore. Rospi e fragole che si ingoiano.

    Questi fondamenti possono anche portare alla ricchezza materiale che un liberale sa essere un mezzo per l’uomo per essere il più libero possibile, non per ostentare qualcosa di fronte agli altri. Questo spetta ai cafoni e agli straccioni per sempre.

    Per molti non è così e quindi si spera nelle scorciatoie.
    Qualcuno compra il gratta e vinci, qualcuno si iscrive a un concorso con la speranza di non doverci più pensare, qualcuno si mette un passamontagna, qualcuno si siede su una poltrona di uno degli emicicli ( non è nenache un ciclo, è emi. forse qualcosa vorrà dire ) .

    Molti di quelli che sbraitano contro questa nuova casta, probabilmente lo fa solo per una biliosa invidia.

  6. Cassese ha presentato il suo ultimo libro su Lodi Liberale canale Youtube.
    Sono due ore, piuttosto intense.
    Cassese non mi pare un eroe del liberalismo, bensì uno statalista – costituzionalista d’acciaio.
    Statalismo e costituzionalismo in italia, ma non solo , hanno fatto danni a non finire, e ancora ne faranno, purtroppo.
    Evidentemente si può permettere il lusso di dissentire dalla politica corrente, quanto alla forma.
    Sulla sostanza , non sono riuscito a capirlo.

    Mi piacerebbe sentire un parere di Desiderio in merito alla recentissima porcata OMS in merito alla modifica della definizione di Immunità di Gregge.

  7. https://www.la7.it/in-onda/video/massimo-cacciari-governo-di-altissimo-profilo-oppure-verra-pagato-sangue-da-chi-lo-fa-21-08-2019-279649

    Disse Cacciari alla formazione di questo governo…

  8. Le dichiarazioni di Conte da Lilly Gruber,oggi,non si può neanche ascoltare e cozza coi disastri sanitari ed economici a cui siamo abituati.
    Dichiarare,di fronte ad un’emergenza pandemica,di essere pronti lo rende simile a Pinocchio se non peggio.
    “Abbiamo usato tutti i protocolli che sono all’avanguardia” ha dichiarato Conte…si certo gli stessi protocolli che prevedevano un piano pandemico aggiornato:peccato che l’ultimo aggiornamento è stato fatto quattordici anni fa!

  9. Questi signori, Conte Arcuri Di Maio Renzi Zingaretti Speranza sono l’immagine di una gestione fallimentare su tutti i fronti, di questo Paese. Il tragico, che nel carrozzone, dobbiamo mettere anche un Presidente della Repubblica. E liberarcene sarà molto difficile visto che quest’anno neanche San Gennaro si è liquefatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *