in

Ecco che succede a chi dubita di Meghan - Seconda parte

Dimensioni testo

Le stesse persone che hanno ascoltato l’intervista lamentosa su quanto sia difficile, precaria e oppressa la vita di un principe di 36 anni lasciato senza soldi dal padre, e di sua moglie piovuta da Marte e obbligata a scegliere tra Kensington Palace o Windsor, l’abito verde o quello turchese, l’Inghilterra o l’America e poi tutte quelle mani da stringere!

Dicevamo, le stesse persone il 18 maggio 2018, ovvero il giorno del matrimonio, hanno assistito in mondovisione al gesto di papà Carlo, il principe del Galles, arrivare in soccorso della signorina Meghan Markle, attrice di serie tv già sposata e già divorziata, dotata di una famiglia stravagante e di un unico familiare presente nella cappella di San Giorgio, la madre, riempita di celebrità viste anche una volta sola per occupare le sedie degli invitati della sposa, e accompagnarla all’altare dopo il forfait del surreale padre Markle.

Se in questo caso è concesso utilizzare la parola fake news, l’intervista ne è piena. Due ore di recita applaudita da Hollywood, dalla Cnn, dalla Casa Bianca e da chiunque abbia studiato la storia davanti a The Crown.