in

Ecco la ricerca sui migranti che hanno censurato

A Quarta Repubblica si parla del problema dei migranti irregolari e Daniele Capezzone, in risposta all’assessore delle Politiche sociali di Milano Pierfrancesco Majorino, cita una ricerca di due anni fa dell’Ufficio studi di Confcommercio passata (volutamente?) sotto traccia.

Lo studio riguarda il rapporto con la criminalità di italiani, migranti regolari e irregolari. Appena Capezzone cita i risultati percentuali viene subito attaccato da Paolo Cento. Ed è bagarre…

Dalla trasmissione dell’11 marzo 2019

21 Commenti

Scrivi un commento
  1. Guai far sapere la verità ai sinistri, si scagliano come bestie raccontando fole al mondo e pretendono si dia loro ragione.
    Non li sopporto, mai sopportati per l’inciviltà di cui son portatori, ineducati tutti e specialmente le donne sinistrate vien voglia di prenderle a schiaffi , non lasciano mai parlare “l’altro” si sovrappongono con quelle voci stolte e parole senza senso.
    Se l’ignoranza dovesse aver nome possiamo ben chiamarla: Sinistra sinistrati.

  2. per ANGELO
    Mi chiedi dove abito? Io abito al Pigneto a Roma.
    Non mi piacciono le menzogne che sono la prerogativa del DEMONIO. Mi sembra evidente che tra i due, il Papa e Capezzone, uno dei due è un Demonio. Io la mia scelta l’ho fatta.

  3. Capezzone HA TORTO MARCIO. Papa Bergoglio ci ha assicurato che gli immigrati sono come GeSsù e la Madonna. E’ la parola del Papa contro quella di Capezzone. E’ evidente che uno dei due MENTE SPUDORATAMENTE e, siccome il Papa non può certo mentire, ne consegue che Capezzone dice FANDONIE.

    • oh bhe la chiesa ( papi ) è dai tempi degli apostoli che dice cavolate e mente ….specie se in gioco ci sono soldi e potere……

    • bergoglio non riesce ad rassicurarci sui suoi sacerdoti, pensa sugli immigrati, ed è chiaro che mente bergoglio, i fatti lo dicono ed un fatto è che in vaticano, di immigrati clandestini, non ce ne sono.

    • Coraggio Gallozzi, l’ironia richiede abbondanti connessioni neurali per essere còlta. Evidentemente non tutti i lettori qui ne sono dotati (figuriamoci negli “altri” blog!). Consolati che, cmq, non è andata del tutto sprecata.

  4. Mirta Merlino, la conduttrice della trasmissione televisiva “L’aria che tira”, ha avuto, anche lei, uno scontro verbale sulla immigrazione e alla fine ha concluso con queste parole di malcelata soddisfazione : ” tanto non riuscirete a fermarli, i disperati non li ferma nessuno”: Ora io mi chiedo se la Merlino si rende conto di cosa ci succederà se non fermeremo l’immigrazione dall’Africa. Si rende conto che alla fine comanderanno gli africani e qui saremo in Africa? Cosa ha da essere soddisfatta guardando a questa prospettiva?? Sarei curioso di saperlo. Cosa la rende così felice se saremo sotto gli africani?

  5. Civiltà tutte al culmine del loro ciclo…incapaci di evolversi ulteriormente…manifestano evidenti propensioni al…suicidio.
    https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  6. I fatti non contano ma solo la loro percezione, pare che Nietzsche sia caro agli ipocriti ai bugiardi ed a quelli che usano le menzogne coprendole con un manto beatifico. In veritá tutti questi tristi figuri gioiscono delle parole e dei sioni che emettono, esattamete come predicava la scuola socratica di Cirene. Si fa cio che ci prova consciamente o incosciamente piacere. Ma quando questo lo fa una persona altamente colta ma educata alla dissemulazione come Bergoglio si fa un imbroglio velenoso per lo spirito degli stupidi ma sopratutto dei giovani.

  7. Con questo Sinistrume, arrogante e cialtronesco, è inutile ragionare. Esso sinistrume non abita su Marte; deve esser chiaro a tutti che si trova in una bolgia dantesca del tutto irrecuparabile :

    ” LASCIATE OGNI SPERANZA O VOI CHE CREDETE DI RIPORTAR COSTORO AL BEN DELL’ INTELLETTO ” !

    • Consentimi, il sinistrume non abita su Marte, ma a Capalbio. Ma soprattutto quand’anche il sinistrume medesimo si trova immerso nel guano fino alla bazza, può sempre contare nel conforto rassicurante e narcotico del compost di ideologie che gli hanno trapiantato al posto del cervello, che, come è noto, già temporibus illis fu conferito all’ammasso del partito.

  8. La verità non può andare giù alla sinistra. Significherebbe riconoscere i loro errori. La “fede comunista radicale” non può ammettere i suoi errori!

  9. Ricerca farlocca o, quantomeno, incompleta. Tutti i vu cumprà, sia che offrano accendini o borse taroccate, sono da inserire tra i delinquenti visto che quotidianamente commettono un’infinità di reati che, per un italiano, comporterebbero una pesante sanzione (e per alcune pure la galera). Totali quindi da rivedere in peggio. Sfoggiarla o meno serve a poco perché, come avvenuto, viene usata per dar man forte ai vari sinistrati che vorrebbero la regolarizzazione automatica per tutti coloro che mettono piede sul suolo italico (colorati però, visto che non vale per le etnie bianche) oltre allo ius soli.
    L’immigrazione incontrollata, con regolarizzazione o meno, provoca autoghettizzazione, nessuna integrazione (visto che non si rende neppure necessario imparare la lingua locale) e, stante la crisi economica, porterà sempre e comunque verso una vita di espedienti e criminalità per l’impossibilità di trovare un lavoro onesto, ben retribuito e in accordo alle disposizioni di Legge vigenti. Studi in tal senso sono vecchi di decenni basandosi sulle varie Chinatown o Little Italy del mondo intero. Nulla è cambiato e l’esempio forse più esemplare è la Francia che diede la cittadinanza a tutti gli abitanti delle ex-colonie del Nord Africa.

  10. Gentile Sig. Porro, la seguivo con piacere, ma Lei permette ai suoi ospiti di parlare contemporaneamente, il che oltreché fastidioso, non permette di capire… Lunedì prossimo proverò ancora, ma se continuerà tale fastidioso chiasso, dovrò con rammarico, rinunciare a vedere la Sua bella trasmissione… GRAZIE

    • Concordo pienamente con il Signor Raffaele. Caro Nicola, fai abbassare il microfono a chi non rispetta il dialogo.

    • Mi unisco a questo appello, sperando che Nicola Porro lo ascolti. Sono comunque consapevole che non decide tutto lui ed alla regia potrebbero pensare, chissà quando a torto, che il caos piaccia.

    • Condivido pienamente il suo parere. In diverse occasioni ho espresso il medesimo rimprovero a Porro. Lo ripeto questi urlatori mi impediscono di sentire le opinioni di ospiti più interessanti.

  11. E assurdo che una determinata classe politica volontariamente rinneghi quello che è sotto gli occhi di tutti,e la cosa più aberrante sono i cittadini o seguaci di questi politici che gli tengono giocò ,ma come è possibile pensare di controllare gli irregolalari non si rendono conto che loro un domani diventeranno le vittime di quelli che difendono, rimpiango sempre più i bei tempi di Berlinguer e Almirante.

  12. Capezzone ha ragione, non c’e discorso, se questi non vengono re-imbarcati, capiscono subito che in Italia e il bengodi tanto la galera non la farai mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.