Economia, aerei, migranti: le vere emergenze Conte non sa affrontarle

Condividi questo articolo


Giuseppe Conte ha ottenuto la proroga dello stato d’emergenza, anche se con alcuni paletti imposti dalla sua stessa maggioranza. I costituzionalisti inorridiscono, i virologi protestano, l’opposizione sale sulle barricate, ma noi vogliamo essere caritatevoli.

Diciamo che la decisione del governo sia condivisibile: il problema è che, mentre il premier pretende di gestire con poteri speciali situazioni che rientrerebbero nell’ordinarietà, non è capace di tenere sotto controllo le vere emergenze dell’Italia. Sui voli dai Paesi a rischio, l’esecutivo s’è mosso in ritardo; sui migranti, ha deciso di spedire l’esercito solo dopo che sono state diffuse le foto dei militari armati a guardia degli assembramenti in spiaggia; e sull’economia non ha idee. L’unica emergenza, per Conte, è blindare se stesso. Proprio come dice Osho…

Alessandro Rico, 30 luglio 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


12 Commenti

Scrivi un commento
  1. Mi chiedo se ci sia un avvocato in grado di denunciare il governo che non garantisce la sicurezza sanitaria degli italiani per un’immigrazione allo sbando. Un avvocato che denunci lo Stesso per sperpero di denaro pubblico x task force inutili quante inadeguate.; di obbligare noi lavoratori a foraggiare migliaia di fannulloni che ci deridono senza contegno. Mi chiedo se mai ci sarà qualcuno che sia in grado di entrare nella fossa dei leoni e lottare per la giustizia sociale. Intanto aspetto libere elezioni

  2. a Giovanna
    Complimenti per un ritratto preciso – quasi alla selfie – di un imbecille che sta guidando allo sfascio questo povero paese. O meglio, quel che resta, le macerie. Ma siamo davvero, noi italiani, tutti cosi’ pecoroni ? Ma fino a quando….? Ma dai gilets jaunes non vogliamo proprio imparare nulla ?

  3. è mostruoso che si continui a parlare solo di Covid19, oggi piccola malattia non più mortale ,quando ci sono svariate minacce mortali quali la FAME,DISOCCUPAZIONE,DISORDINI SOCIALI ED UNA LISTA DI Svariate ALTRE MALATTIE MORTALI , a quando il ritorno ad una vita normale fatta di rischi e coraggiosi attegiamenti vitali?
    la Società ha un drammatico urgentissimo bisogno di svegliarsi e di ricominciare a vivere senza cullarsi più nello stato ebete in cui è stata cacciata ,forse perchè serviva per un pò,ora basta giocare con le mascherine …

  4. Pensate che conte sia stato votato dal popolo? Egli è al potere, per volere di ” Napolitano e di Mattarella ” e se loro gli dicono di fare, lui fa e poi tre gli anziani c`è la PENOPAUSA E MI SA CHE QUESTI ULTIMI DUE SIANO NEL BEL MEZZO DI QUESTA!!!

  5. ma se vogliono rimanere in pista, come sostengono, per eleggere il prossimo presidente, non si potrebbe concederglielo come opzione a patto che se ne vadano subito?oppure addirittura farlo fin d’ora, stesso patto. Tanto per quello che rappresenta, re o presidente travicello……

  6. Conte è stato un bluff quirinalizio: elevato al quadrato con la Lamorgese. E mentre l’Italia affonda nell’oceano di imbecillità che questo governo in così poco tempo ha saputo produrre, e che alimenta giorno per giorno, questo Parlamento senza dignità e senza pudore, con tracotanza mafiosa: la stessa di cui faceva sfoggio Palamara, nelle sue conversazioni conviviali e telefoniche, con le doghe amiche e non pochi membri dello stesso CSM, quando affermava che l’innocente Salvini andava processato e massacrato altrimenti si sarebbe mangiato, elettoralmente mangiato, l’intero arcipelago sinistro.
    Questo è lo Stivale. Ma l’inquilino del Quirinale, quel signore del “non vedo non sento non parlo”, appunto il cieco, il sordo e il muto fa. Ma certamente quest’elitaria marmaglia (ma anche ciascuno delle migliaia di extracomunitari che un giorno sì e l’altro pure arrivano), se ha bisogno di immediate visite mediche o di delicati interventi chirurgici, non trova difficoltà alcuna a fare. Mentre ancora il resto degli italiani, non solo è escluso da queste corsie preferenziali, ma sono del tutto tagliati fuori dall’avere accesso in ospedale: fino al punto che i malati oncologici, i portatori di Pacemaker, e chi più ne ha più ne metta, non possono neppure prenotare le previste visite di controllo salva vita.
    Si è arrivati oltre lo stalinismo. E’ nichilismo che impera.

    • @Gigi
      Riecco Gigi “er bullo” con tanto di foto da mentecatto social!
      I tuoi commenti danno spessore culturale a tutto il forum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *