in

Fondi Comuni d’Investimento, conosciamoli insieme

Fondi Comuni d’Investimento, conosciamoli insieme
Fondi Comuni d’Investimento, conosciamoli insieme

Dimensioni testo

Che cosa sono i fondi comuni d’investimento?

I Fondi sono strumenti d’investimento che hanno la peculiarità di riunire i risparmi di una moltitudine di persone. Per rendere meglio l’idea, un fondo è paragonabile a un grande “Salvadanaio” in cui piccoli e grandi risparmiatori versano le proprie somme.

L’insieme dei risparmi conferiti al fondo sono poi gestiti collettivamente, cioè come un patrimonio unico, e investiti in attività finanziarie (investimenti). La gestione di un fondo è affidata alla professionalità di Società di Gestione del Risparmio.

 

Com’è fatto un fondo comune d’investimento?

Un fondo comune è suddiviso in quote, cioè in tante parti unitarie di uguale valore, sottoscrivibili dal risparmiatore e rappresentative di porzioni del patrimonio finanziario complessivo (gli attivi del fondo). Le quote del fondo garantiscono pari diritti a tutti i sottoscrittori e hanno un valore giornaliero, pubblicato sui principali quotidiani, che varia in base ai risultati finanziari dell’attività di gestione.

 

La sottoscrizione delle quote di un Fondo:

Le quote di un fondo possono essere sottoscritte attraverso due modalità:

Con un PIC (Piano d’Investimento del Capitale) se si conferisce il risparmio versandolo in un’unica soluzione;

 Oppure

Con un PAC (Piano di Accumulo del Capitale), se si versa un po’ alla volta attivando un piano programmato di conferimenti periodici (mensili, trimestrali, ecc..).

 

Che cosa significa che il risparmio conferito al fondo è gestito?

Significa che, aderendo al fondo, i risparmiatori affidano all’esperienza qualificata e alle competenze specialistiche del Gestore Professionale, il compito di investire le somme conferite, in conformità con la politica e le strategie d’investimento previste dal fondo (Risparmio Gestito).

 

L’informativa di un Fondo Comune d’Investimento:

Le caratteristiche di un fondo sono definite da un Regolamento che ne disciplina il funzionamento e regola i rapporti che intercorrono tra chi lo gestisce e chi vi aderisce.

Il Prospetto Informativo e il KIID (Key Investor Information Document) contengono, rispettivamente, le notizie necessarie sul prodotto d’investimento e la sintesi delle caratteristiche chiave del fondo (politica d’investimento, profilo di rischio-rendimento, costi e rendimenti passati).

 

I Fondi Comuni d’Investimento sono tutti uguali?

Esistono varie tipologie di Fondi. Vediamo le principali. Secondo il tipo di gestione finanziaria e la politica d’investimento, i fondi si distinguono in:

Monetari, Obbligazionari, Bilanciati e Azionari.

Secondo le modalità di sottoscrizione delle quote si classificano, invece, in:

Aperti, per i quali il sottoscrittore può acquistare o rimborsare le quote in qualsiasi momento,

Oppure Chiusi, se l’esercizio di tale diritto è agganciato a scadenze predeterminate.

I diversi tipi di fondi consentono di individuare quello meglio orientato ai propri obiettivi di risparmio, più in linea con il profilo di rischio personale e in accordo con il proprio orizzonte temporale.

 

Che differenza c’è tra un fondo comune d’investimento e un titolo finanziario?

La principale differenza consiste nell’ampia diversificazione degli investimenti, e quindi del rischio.

Sottoscrivere una quota di un fondo comune d’investimento significa investire in una moltitudine di titoli diversificati, non solo per attività finanziarie (liquidità, obbligazioni, titoli di stato, azioni, immobili, ecc..), ma anche per aree geografiche e per settori economici, per categorie di emittenti e opportunità di rendimento, per temi d’investimento e stili di gestione e, infine, per valuta.    

 

Francesca Lauro

**Questo articolo non è orientato alla sollecitazione all’acquisto, si tratta semplicemente di didattica finanziaria.