Economia

Fallimenti Bancari: il Governo Americano tutela tutti i depositi

Fallisce anche Signature Bank

Economia

Torna lo spettro dei fallimenti bancari. Ma il governo americano decide di salvaguardare tutti i correntisti che potranno riavere i loro risparmi e non solo per la quota legata ai 250mila dollari assicurata per legge. Insomma il governo americano vuole fermare sul nascere la corsa agli sportelli che rischiava di coinvolgere altre banche.

 

Nella notte italiana, infatti, le autorità finanziarie americane avevano chiuso Signature Bank.

Signature Bank, è un istituto finanziario di New York con una grande attività di prestito immobiliare che aveva recentemente fatto una mossa per vincere depositi di criptovaluta, ha chiuso bruscamente i battenti domenica, dopo che le autorità di regolamentazione hanno affermato che mantenere aperta la banca potrebbe minacciare la stabilità dell’intero sistema finanziario .

In una certa misura, Signature è vittima del panico intorno alla Silicon Valley Bank, che i regolatori hanno sequestrato venerdì. La sua chiusura sottolinea le sfide che devono affrontare le banche di piccole e medie dimensioni, che spesso si concentrano su linee di business di nicchia e hanno una base di clienti più ristretta rispetto a Goliath come JPMorgan Chase o Bank of America. Ciò li rende particolarmente vulnerabili alle corse agli sportelli vecchio stile.

Intanto la Federal Reserve sta lavorando alacremente per trovare una soluzione interna al mercato. Ci si aspetta che qualche banca faccia il primo passo per sanare il buco di circa 10 miliardi e rilevi la SVB.

Ieri un consorzio di investitori guidato da The Bank of London, una banca di compensazione del Regno Unito, ha presentato un’offerta formale al Tesoro. Il governo ha lavorato “a ritmo sostenuto” su un piano per sostenere le aziende tecnologiche britanniche colpite dal crollo di SVB. In precedenza, il cancelliere Jeremy Hunt aveva dichiarato alla BBC che non vi era alcun rischio per il sistema finanziario del Regno Unito nel suo complesso a causa del crollo di SVB, ma “c’è un serio rischio per alcune delle nostre società più promettenti nel campo della tecnologia e delle scienze della vita”.

Le attività del FED non sembravano andare nella direzione di un salvataggio da parte del tesoro americano. Poi nella notte, invece, tuitto è cambiato repentinamente. Il rischio che il contagio della paura generasse contagio finanziario ha indotto Governo, Tesoro e Fed a cambiare rotta ed a salvare i patrimoni dei correntisti

“Vogliamo assicurarci che i problemi che esistono in una banca non creino contagio ad altre che sono solide”, ha detto Janet Yellen . “Siamo preoccupati per i depositanti e ci concentriamo sul tentativo di soddisfare le loro esigenze”. La Yellen ha affermato che la Fed non organizzerà salvataggi di istituzioni finanziarie simili a quanto è stato fatto per molte delle più grandi banche nel 2008-’09, ma ha affermato che le autorità di regolamentazione stanno discutendo piani per progettare politiche sensate, senza fornire maggiori dettagli.

Leopoldo Gasbarro, 13 marzo 2023

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it
la grande bugia verde

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli