Commenti all'articolo Elena Ferrante: la Giuseppi Conte della letteratura

Torna all'articolo
Avatar
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Sal
Sal
12 Novembre 2019 11:59

Chi è Fedez?

Sil
Sil
9 Novembre 2019 11:09

Chissà perché tutto questo astio verso i quattro romanzi dell’amica geniale, che ha avuto un successo incredibile e che ha fatto conoscere nel mondo e a noi ricordare una storia della provincia italiana lontana dai soliti stereotipi. Non sarà letteratura eccelsa? Vabbè, pazienza. Io li ho letti tutti e quattro di un fiato, in qualche modo mi ci sono anche riconosciuta. Alcuni episodi li ho trovati in po’ banali, altri pretestuosi…ma ho amato nel complesso questi quattro romanzi e chissà perché li hanno amati anche tutte le persone che conosco che li hanno letti. E poi, tutte queste critiche per la promozione del nuovo romanzo…. Ma ci siamo dimenticati di Harry Potter? Perché, se abbiamo un buon prodotto, non dobbiamo promuoverlo al meglio? Perché sputiamo nel piatto in cui mangiamo, sempre, noi italiani?! Auguri ad Elena Ferrante, al suo nuovo libro e a tutti i suoi lettori!!!!

Paola
Paola
8 Novembre 2019 21:26

Bella recensione!!! Aspetterò un po’ prima di leggere l’ultima fatica della Ferrante!!!

Valter
Valter
7 Novembre 2019 17:14

L’ Ulisse di Joyce è noto per la tecnica narrativa dello “stream of consciousness”, per “opere” come questa di Elena Ferrante direi che l’unico “stream” è il flusso ininterrotto di un linguaggio inautentico fine a se stesso, involuto quanto basta per non far capire che non si dice niente. Papale papale: è uno “stream” di ********* neanche buone per farci la sceneggiatura di una fiction “politically correct”. Ma gli allocchi “de sinistra” o “liberals” se lo comprano, se lo leggono e ne fanno pure argomento di conversazione tra di loro ! Vabbè ! ognuno gode come può. Le mezzecalzette come Elena Ferrante ed altri chierici della “letteratura” con l’ imprimatur della chiesa di sinistra, immancabili vincitori di premi letterari truccati, andrebbero indagate per disastro ambientale causa gli alberi abbattuti per fornire la carta su cui vengono stampati i loro libri.