in

Espresso, prove generali di ddl Zan: l’uomo “incinto”

copertina espresso uomo i

Dimensioni testo

La legge Zan, in fondo, consacra solo una distopia che è già diventata realtà. Il pensiero unico arcobaleno da anni è penetrato nelle università, nelle televisioni e, soprattutto, nei media. Mascherato da strumento di liberazione e da teoria anticonformista, si è trasformato in dogma, in atto di fede, in credo assoluto del conformista. Basta guardare la copertina dell’Espresso di questa settimana: un uomo “incinto” e sul pancione la scritta: “La diversità è ricchezza”.

La grancassa dei media Lgbt

Il direttore Marco Damilano, paragona addirittura “gli invisibili in piazza per tutelare il lavoro” ai sostenitori della legge Zan. Eppure, in questo anno di pandemia – ma in realtà, negli ultimi decenni di ubriacature globaliste – il lavoro, a differenza dell’ideologia dei “nuovi diritti”, per citare il presidente della Corte costituzionale, non ha avuto testimonial dei salotti buoni, non ha avuto il sostegno dei vip, non ha beneficiato di battaglie in Parlamento e non è stato spalleggiato dal cinema, dalla musica, dalla televisione. Tutt’altro. Ed è proprio con la grancassa dei media a senso unico che, al contrario, l’ideologia Lgbt si è imposta e ha imposto un ribaltamento della realtà.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
73 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
Le bugie di Conte sull'emergenza omofobia - Redazione
17 Maggio 2021 18:24

[…] discriminazione è odioso, siamo proprio sicuri che in Italia sia “urgente” approvare una legge come il ddl Zan? Siamo sicuri che il nostro Paese sia, come traspare dalle sue parole, una sorta di inferno […]

Gianni
Gianni
17 Maggio 2021 11:07

Il mondo sta diventando una comica disneyland

Daniele
Daniele
16 Maggio 2021 14:43

È tutto ormai così polarizzato… E Porro non fa certo eccezione. In un mondo che è post ideologico da un po’ ma si continua a parlare di cose di destra e cose di sinistra senza neanche rendersi conto “dell’inversione dei poli” ormai avvenuta. Ma il semplice fatto che aggiungere un diritto che non toglie nient’altro a voi “conservatori” che diavolo di fastidio può darvi??? (Ed io non sono di certo schierato a priori come mi pare di capire da molti commenti, giudico semplicemente la cosa in sé, indipendentemente che arrivi da Zan o Salvini o Pippo) questione morale? Cattolica? A quando usciremo dal medioevo? Non è pensiero unico, è evoluzione

ALESSANDRO
ALESSANDRO
16 Maggio 2021 14:17

Impressionano le divergenti derive della sinistra politically correct. Da una parte il PanIslamismo acritico che offre una visione medievale dei dititti, e dall’altra una corsa senza freni a favore del neoestremismo Lgbt. Arrivera’ il non lontano giorno nel quale questi estremi si toccheranno deflagrando in casa nostra.

Luca
Luca
16 Maggio 2021 14:07

Tutto questo è follìa diabolica.
Si sta cercando di manipolare le cose naturali per la vanità di alcune categorie di individui.
La cosa peggiore è che vengono persino approvate da una fascia politica che ha il dovere di salvaguardare la libertà di tutti i cittadini e non quella di una sola parte. Cari signori un giorno ognuno dovrà rendere conto di questo a Colui che ha creato ogni cosa.
Sono sicuro che un giorno la natura stessa si ripercuotera’ contro tutto questo scempio, perciò ravvedetevi.
Mi meraviglio che Papa Francesco abbia spento le campane su questo argomento, dato che lui e tutta la chiesa sono a conoscenza del pensiero di Dio.

Diego Baccello
16 Maggio 2021 12:18

A quando la legge sulla discriminazione politica o addirittura sportiva.
Provate ad andare con una maglietta verde e il cappellino Lega Salvini alla Festa dell’unità per vedere se non vi menano, oppure allo stadio in Curva a Nord a Livorno a grida Forza Pisa se alla fine della frase ne uscite in piedi o sdraiati a terra.
Queste leggi non portano all’uguaglianza ma ad una nuova distinzione di razza.

Ennio
Ennio
16 Maggio 2021 11:41

Quando l’uomo vuole essere superiore alla Natura fa’ solo danni.

Filippomaria Ferrucci
Filippomaria Ferrucci
16 Maggio 2021 10:13

I vostri commenti erano estremamente più simpatici. Il mio un mattone al mattino perchè è frustrante la pochezza di pensiero che ci circonda e la si sente opprimere la libertà, il guizzo, lo spunto individuale ed addirittura l’interpretazione veramente libera della realtà. Schemi insomma travestiti da rivoluzioni che chiunque avesse fatto incontrare due neuroni l’uno con l’altro almeno una volta nella vita (che ne so magari durante un intervallo della pubblica scuola rossa degl’anni novanta) si guarderebbe bene dal seguire e supportare anche se direttamente interessato.