in

Eutanasia della democrazia liberale

Dimensioni testo

1. Se non volessero prorogare lo stato d’emergenza, ci sarebbe nuovamente il grande allarme sui contagi usando il 94% dei positivi come se fossero malati mentre sono asintomatici?

È anche colpa vostra. Vostra? Sì, vostra. Infatti, se l’epidemia è sotto controllo, allora, è merito del governo; se, invece, le cose vanno male, allora, è colpa vostra. Vedete, siete colpevoli e non lo sapete.

Se poi pensate che dovere di governo e regioni è (era) garantire il servizio di “sorveglianza attiva“, allora, siete proprio da ricovero. Il loro dovere è terrorizzare, impaurire, criminalizzare e concepire le libertà individuali non come il necessario presupposto della sicurezza possibile bensì come un ostacolo alla inesistente (anche per Dio) sicurezza assoluta.

Su, fate ancora uno sforzo e consegnate il vostro corpo e soprattutto la vostra anima alle nuove SS dello Stato Sanitario.

2. Governatori, ministri, sindaci invocano l’esercito. Il passo successivo sarà la fucilazione sul posto (come “giustizia poetica” evocata dal simpatico Carofiglio). E pensare che il compito di chi governa era quello limitato, necessario e possibile di garantire il controllo del contagio su scala provinciale con la “sorveglianza attiva”. Invece, siamo in questo clima di demagogia diffusa e di terrore da oltre 8 mesi in cui con lo stato d’emergenza non sono stati capaci nemmeno di prendere i soldi del Mes per organizzare la medicina di base sul territorio. Mentre i cittadini vengono criminalizzati con il plauso degli Italiani disposti a rinunciare al peso delle libertà individuali certe per avere la inesistente sicurezza.

3. Insomma, sta venendo fuori che il governo (e le Regioni) non è in grado di fare sufficienti e motivati tracciamenti e, quindi, il controllo del contagio rischia di scappare di mano. Per questo motivo si insiste sulle mascherine ovunque. In pratica, un alibi.

È un mondo capovolto, in cui, purtroppo, gli stessi Italiani e l’opposizione alimentano l’alibi invece di chiedere al governo (e le Regioni) l’unica cosa che deve fare: garantire il tracciamento su base provinciale. L’ossessione irrazionale di un bene impossibile – la sicurezza totale – porta a cedere sul pre-requisito della sicurezza possibile. Una classica trappola per topi in cui lo stato d’emergenza è insieme la dichiarazione fallimentare del governo e dei cittadini (che si fanno sudditi).

4. Lo stato d’emergenza serve per rendere più efficace e rapido il lavoro di Arcuri…basta, basta, fa già ridere così.

5. Il tragico in questo paese ha sempre un pietoso velo di commedia.

6. Lo stato d’emergenza è l’eutanasia della democrazia liberale. Piaccia o no, è così.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
stefano
stefano
7 Ottobre 2020 20:08

Bella la fotografia!!! Due….. incompetenti non votati e lautamente pagati!!!

stefano
stefano
7 Ottobre 2020 13:09

Vediamo cosa gualtieri quando toccherà con mano che dei 209 ,mld previsti.in più anni, al massimo il paese ne riceverà 35/40 che poi sono quelli che versa tutti gli anni.
Vediamo anche cosa dirà quando e, se invece a fronte di tutti i 209 mld che comunque il paese non riceverà mai,qualora dovesse per caso per una svista invece il paese riceverli verrà contestualmente commissariato….

Gianni
Gianni
7 Ottobre 2020 11:52

Avete rotto gli zebedei per settimane con la mascherine.
Non ci sono le mascherine! L’Italia senza mascherine! Il governo non fornisce le mascherine! Le regioni sono senza mascherine! Vogliamo le mascherine! Vergogna mascherine! Un paese senza mascherine!
Adesso che le mascherine ci sono non se le vogliono mettere!
Che filibustireri questi negazionisti!

Marco
Marco
7 Ottobre 2020 9:34

A me piacerebbe che ci contassimo.
Mi piacerebbe sapere effettivamente quanti sono gli italiani contrari a questa gestione fascista della pseudo pandemia.
Perché se la maggioranza è d’accordo, possiamo fare poco. Lavoratori pubblici e pensionati, nella maggior parte, non capiscono che la distruzione sistematica dell’economia reale, prima o poi arriverà anche a loro.
La colpa è principalmente della scarsa volontà del popolo italiano di mettersi in gioco con proteste e segnali. Basta vedere come ha votato la Campania, dando ancora più benzina al lanciafiamme del loro governatore.

Valter Valter
Valter Valter
6 Ottobre 2020 23:21

La democrazia liberale ? Chiedetene conto agli italiani: la maggioranza di loro magari sa tutto del campionato di calcio e del gossip del Grande Fratello ma quell’altra “roba lí” non gli suona granché familiare.

Chiara
Chiara
6 Ottobre 2020 18:45

Purtroppo sono abbastanza sfiduciata: secondo il sondaggio di ieri sera a Quarta Repubblica l’80 per cento degli intervistati ritiene giusta l imposizione folle delle mascherine all aperto… possibile che solo il 20 per cento di italiani ragioni ancora con la materia grigia?!

Davide V8
Davide V8
6 Ottobre 2020 18:29

8) Siamo rovinati.
9) Cosa facciamo? I nostri “rappresentanti” che fanno?
Possibile che non si possa organizzare una manifestazione contro lo “stupro della democrazia liberale”, con risonanza internazionale, e TANTI politici di opposizione che ci mettono la faccia e la partecipazione, a costo di farsi arrestare?
O pensano che sia meglio insultare Sgarbi, quando è l’unico (insieme alla Cunial) ad avere il coraggio di denunciare tutto questo?

Paolo
Paolo
6 Ottobre 2020 18:22

La domanda è: che dobbiamo fare?
Quali mezzi abbiamo per far capire che lentamente, ma inesorabilmente ci stanno privando delle principali libertà individuali?
Che non c’è questa terribile emergenza?
Che bisogna ascoltare gente come Bassetti e dare meno peso ai vari Lo Palco, Galli e Burioni?
La vedo dura, davvero……