in

Fai la comunione? Arrivano i carabinieri

Dimensioni testo

A Tocco Caudio, paese in provincia di Benevento, c’è una festa per una Prima comunione. Parte la segnalazione (spia, delazione). I carabinieri fanno irruzione con ben due pattuglie.

Fuggi fuggi generale, torte in faccia, sequestro di tartine, falanghina, salsicce, patate. Sgominata la banda di abbuffini e trionfo della giustizia. Senso del ridicolo (basta questo): zero.

Giancristiano Desiderio, 20 ottobre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
85 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
Fai la comunione? Arrivano i carabinieri - Citytaly
25 Ottobre 2020 1:34

[…] « Precedente 1 2 […]

GUIDO
GUIDO
22 Ottobre 2020 1:06

anche questa, come quella del matrimonio, mi puzza di notizia fake, ho cercato sul web, le testate locali si rimbalzano lo stesso articolo tra loro, senza mai dare indicazioni chiare…solo del fuggi fuggi generale… Fa molto più effetto una notizia che può inquietare di un dpcm farraginoso

Nuccio Viglietti
21 Ottobre 2020 11:17

….eeeeh medaglia a valor militare per militi intervenuti…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
21 Ottobre 2020 10:54

La più nefanda, forse irrimediabile conseguenza della malagestione di questa pandemia è l’essere riusciti a trasformare un popolo di “santi, poeti e navigatori” in un coacervo di terrificati ed ipocondriaci delatori. Guarire da questa condizione di grave sudditanza psicologica sarà molto, ma molto più difficile che guarire dal Covid.

Laval
Laval
21 Ottobre 2020 9:32

Quando arriveranno le forze dell’ordine a bussare alla porta di una famiglia di sette persone che vivono in un appartamento, superando il consentito di sei persone, non stupitevi in quanto è opera del vicino delatore con cui avete avuto un diverbio per futili motivi.
Conte ha assicurato a parole che questo non avverrà mai, tuttavia le parole si perdono al vento mentre i DPCM restano.
Una volta vi purgavano e si correva al bagno, adesso vi succhiano il portafoglio.
Mentre la forza pubblica è impegnata in queste operazioni, con i decreti Salvini cancellati i ladri possono “lavorare” tranquillamente.

PAOLA
PAOLA
20 Ottobre 2020 23:20

Penso anche ai bambini a cui hanno rovinato la festa. La mia prima Comunione fu una festa molto bella…a questi bambini…è stata negata. Mi fa molta tristezza. E RABBIA.

Roberto
Roberto
20 Ottobre 2020 23:14

Ad un provvedimento ridicolo è lecito rispondere in maniera adeguata. Numero massimo di invitati: 30. Quindi si invitano 30 persone. Altre 30 prenotano per la “loro” celebrazione (il compleanno del gatto, ad esempio) casualmente nello stesso posto e alla stessa ora. Altri 30 possono fare la stessa cosa. Scontrini/ricevute separati ovviamente, anche se qualcuno si offrirà di pagare per tutti.

Luciana
Luciana
20 Ottobre 2020 21:26

C’è un nuovo sport che si può praticare tranquillamente: la delazione,
magari per paura, per “senso dello stato”, per astio e rancore nei confronti
di vicini e conoscenti. Lo si può praticare in qualsiasi ora, quello sì.