Politiche green

Ciao ciao

Frans Timmermans si è dimesso dall’Ue

Lo “zar” delle imposizioni green dell’Europa ha rassegnato le sue dimissioni. Ma c’è un rischio

Frans Timmermans lascia l'Ue

Ora è ufficiale: Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione Europea e fautore del Green Deal, ha rassegnato le sue dimissioni. La scelta è legata alla sua volontà di candidarsi alle prossime elezioni politiche nei Paesi Bassi.

Frans Timmermans lascia l’Unione Europea

Frans Timmermans ha comunicato la sua decisione di lasciare la Commissione Europea alla presidente Ursula von der Leyen, che ha espresso la sua “gratitudine” al vicepresidente per gli anni di lavoro svolto “con successo” a favore dei cittadini europei. La decisione di Timmermans apre un nuovo capitolo nella sua carriera politica. Il vicepresidente esecutivo della Commissione Europea, infatti, aveva già confermato l’intenzione di candidarsi alle prossime elezioni politiche in Olanda che si terranno nel Paese dopo la caduta del governo Rutte. Ma ora è ufficiale. “Migliaia di membri hanno votato per Frans Timmermans come leader di GroenLinks-PvdA per le prossime elezioni parlamentari – ha annunciato su X la coalizione formata formata dal Partito socialdemocratico (Pvda) e dei Verdi (GroenLinks)  -. Ha una visione chiara per un futuro verde e sociale per i Paesi Bassi ed è pronto ad affrontare le sfide più importanti, con fiducia e attenzione reciproca”. A dire il vero Timmermans era l’unico candidato.

Un futuro verde per l’Olanda?

In caso di successo nelle elezioni, la coalizione guidata dal Commissario Ue potrebbe diventare la coalizione di governo in Olanda. Questa eventualità potrebbe comportare alcune complicazioni per l’Europa: Timmermans, uscito dalla Commissione dalla porta, potrebbe rientrare dalla finestra attraverso il Consiglio Europeo, il forum dei leader dei paesi membri dell’Unione. In questo scenario, l’agenda verde del politico olandese potrebbe non essere del tutto messa da parte.

Il talebano del clima se ne va: buona o cattiva notizia?

A dire il vero, c’è anche dell’altro. L’ormai ex vicepresidente potrebbe aver deciso di candidarsi in Olanda perché ha previsto un cambiamento di maggioranza all’interno del Parlamento europeo alle prossime elezioni, o la formazione di coalizioni che non lo rieleggerebbero come vice-commissario europeo. Così è andato a cercare fortuna altrove. Intanto, gli ambiti di competenza di Timmermans saranno temporaneamente supervisionati dal vicepresidente Maroš Šefčovič, in attesa che l’Olanda proponga un candidato per sostituire Timmermans nella Commissione.

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli