Commenti all'articolo Giorgia e Giorgetti: perché la “prudenza” può mandarci a sbattere

Torna all'articolo
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giancarlo 2021
Giancarlo 2021
12 Novembre 2022, 16:25 16:25

Siete voluti entrare in questa Europa? Sì. E adesso dovete fare quello che decide. Non potete starci un podentro e un po fuori. È ora che vi decidiate a cosa volete fare da grandi. Non siete più dei bambini. Ormai siete cresciutelli. Vero?

Demetra
Demetra
12 Novembre 2022, 10:20 10:20

Una selezione tra giganti della diplomazia. L’Europa si conferma la nullità che è e la maggiore fabbrica di sperpero del denaro pubblico. Prima affonda, meglio è per tutti.

Andrea G.
Andrea G.
12 Novembre 2022, 9:31 9:31

Un conto e’ mantenere il deficit sotto controllo cercando di non indebitarsi oltre. Non tanto per le generazioni future, ma perche’ se sei costretto a tenere il cappello in mano sei costretto anche a dire di si a tutto quello che ti chiedono in cambio. Altra cosa e’ intervenire sulla “catena del valore” riducendo i passaggi di compra-vendita del gas che ne aumentano il prezzo finale. Ecco si questo si puo’ fare decisamente meglio.

Francesca
Francesca
12 Novembre 2022, 4:01 4:01

Eh lo temo anch’io che sarà perdente questo approccio OSCENO.
Vivo in un condominio e se arriverà il freddo e non mi verrà erogato il riscaldamento, dopo aver GIÀ pagato 500 euro AL MESE di anticipo quest’anno, potrei finire in galera.
Ma agli italiani piace tanto prendere badilate ogni giorno per anni dai propri (s)governi?
Ma che popolo di me**@ è??

Davide V8
Davide V8
12 Novembre 2022, 0:46 0:46

Schema semplificato dei comunisti alla Biden:

-stampo soldi
>il prezzo dell’energia sale perchè stampo soldi
>faccio ulteriore deficit per sussidiare i costi dell’energia
>finanzio tale deficit stampando altri soldi.

Come potrà mai finire uno schema tanto brillante?

Davide V8
Davide V8
12 Novembre 2022, 0:45 0:45

>”abbiamo un governo che adotta un approccio da una parte di austerità (riduzione di deficit e meno soldi per le bollette che nel resto del mondo) e dall’altra di laissez–faire (assenza di misure di alcun genere) per il mercato dell’energia.”

Benissimo, continuino così.
Estendere a qualsiasi settore dell’economia, anzichè aumentare gli stipendi degli indottrinatori della scuola pubblica, produttori di ignoranti ed analfabeti funzionali.

Bene la riduzione del 110, che però andrebbe abolito in toto come tutti i sussidi presenti.

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

LA RIPARTENZA SI AVVICINA!

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli