“Hai bevuto?”, Sansonetti e Capezzone litigano sui clandestini

Condividi questo articolo


“Mi piacerebbe che ci fosse un esponente della sinistra che, dinanzi ai circa 700mila immigrati clandestini sparsi per l’Italia a causa delle loro politiche, chiedesse scusa agli italiani. E invece no: spiegano, pontificano e ci fanno pure lezioni di diritto del lavoro e di umanità.” Così Daniele Capezzone esordisce in un intervento nella puntata di Quarta Repubblica del 18 marzo .

Poi rincara la dose: “Se apri le porte a 700mila clandestini cosa può succedere? Nella migliore delle ipotesi, accadrà che alcuni finiscano nei circuiti del lavoro irregolare; nella peggiore, che diventino esercito della criminalità.”

Poi, in un passaggio successivo, l’equazione tra clandestini e spacciatori innesca una violenta diatriba prima con il direttore del Dubbio Piero Sansonetti e a seguire con Giorgio Cremaschi di Potere al Popolo.

Piovono parole pesanti, fino a quando sono costretto a chiedere alla regia di abbassare l’audio…


Condividi questo articolo


19 Commenti

Scrivi un commento
  1. Il ritorno di mussolini, e richiudere le frontiere, pena di morte per casi estremi, pedofili spacciatori e altro bruciare i componenti dei centri sociali…

  2. una sola cosa è certa, questi due pagliacci, spompati, sfiatati, scaricati e dannosi campano alla grande da 50 anni sulle spalle degli italiani che lavorano!

  3. Ma chi finanza il giornale di Sansonetti! quando lo sento parlare mi viene voglia di vomitare.
    Nell’albo dei giornalisti c’è proprio posto per tutti!

  4. “Manco Giordano…” si sente dire, come se parlassero di Goebbels.
    E comunque constatiamo ancora una volta che gli opinionisti italiani non sono tagliati per interloquire educatamente con quelli che intervengono in collegamento con Vattelappesca.
    Basta far finire Capezzone e poi, alzare il ditino e fargli notare che la tautologia clandestini = spacciatori era un tantino esagerata.
    La cosa avrebbe certamente avuto un impatto più efficace dello starnazzio risultante dalle interruzioni reciproche.

    • tutto vero. Quello che però dispiace, è che Porro (che pure stimo molto) non interrompa il ruminare ideologico rumoroso dei fancazzisti per lasciare spazio di replica udibile alle poche teste pensanti presenti o collegate. Succede un pò troppo spesso, sembra di essere dalla gruber

  5. Ormai i disegni mondialisti dell’alta finanza internazionale prevedono l’annacquamento delle nazioni, un grande vischioso meticciato che consenta di sopprimere i diritti faticosamente acquisiti da intere generazioni di cittadini di uno stato come il nostro. La sinistra non si accorge di cavalcare sempre lo stesso cavallo zoppo. i sinistri (sinistrati e sinistranti) sperano di ottenere il voto dei clandestini per continuare a d occupare posizioni di potere. Non si rendono conto che stanno attivando le premesse per una guerra civile sine termine. C’è da sperare che gli italiani non si lascino abbindolare da tali fattucchieri della politica: proporrei di inviare tutti e 48 i clandestini a casa del sig. Casarin e dei suoi compagni: Li mantengano loro e rispondano dei loro atti.

  6. Perfetto Capezzone. Questi clandestini senza documenti cosa volete che facciano per campare se non delinquere? Non saranno tutti spacciatori ma la gran parte sì. La sinistra ha creato il problema: ci ha inondato di 800.000 clandestini e pretende che il governo li rispedisca a casa dall’oggi al domani. Ma non solo: chiede anche di riaprire i porti ! Se questa non è demenza allo stato puro… Le prossime elezioni europee e regionali saranno un referendum fra la destra (che non esiste più) che non vuole accoglienza senza freni e illimitata, che vuole la condanna di chi ruba in casa e la legittima difesa senza se e senza ma, e la sinistra (che non esiste più) che vuole tutto il contrario: più migranti, il carcere per chi si difende in casa propria, e ogni idiozia immaginabile. La sinistra scomparirà. Amen

    • per Salvini erano 600.000, Capezzone li ha portati a 700.000 (e non aveva neanche bevuto), tu a 800.000.
      chi offre di più?

      • il problema NON è il numero, ma il fatto che in Italia NON dovevano arrivare.
        fosse anche 1, se clandestino, non deve entrare.

      • purtroppo, caro isio, c’è poco da fare dello spirito ! siamo proprio messi male !
        per quanto riguarda il numero esatto, lo chieda a boldrini and company, che ad ogni arrivo, ci rassicuravano che “tanto quelli che non hanno i requisiti per rimanere li rispediremo a casa…” QUESTE ERANO LE PAROLE DI SORA BOLDRINA, che oggi sbeffeggia Salvini ricordandogli che i rimpatri non si possono fare. per aprire bocca di nuovo la signora (SIC) farebbe bene a mettersi un passamontagna

  7. li italiani si dovrebbero ricordare che la sinistra e il PD sono per la manodopera a basso costo e gli immigrati ruberanno lavoro a gli italiani…..

  8. Casarini…un gentiluomo già consulente di un Governo italiano in tema di spranghe (un esperto!)…prossimo candidato al Nobel per la pace…
    https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  9. Quando sento tale Sansonetti, mi chiedo se sia così insulso per doti naturali o se per aver frequentato corsi accelerati di insulsaggine.

  10. Propongo la divisione d’ Italia : il sinistrume governi una metà; l’ altra metà al destrume.
    E buona notte al…KAISER !

  11. se sono clandestini, se non hanno documenti o documenti falsi come non si può pensare che siano tutti delinquenti scappati dalle loro patrie galere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *