in

I pagelloni di Italia-Inghilterra

italia campione d'europa

Dimensioni testo

Bonucci e Chiellini: in due fanno 70 anni, ma non li dimostrano. Sudano e lottano come pochi. Molto meglio in difesa che di fronte alla telecamera, ma con quel “ne devono mangiare di pasta ancora gli inglesi” si meritano un surplus di punteggio. Per Leonardo menzione speciale: gol e partita perfetta. Muro impenetrabile, voto: 8

Jorginho: è uno di quei calciatori che c’è, anche se non lo vedi. Se l’Italia è arrivata fino in vetta all’Europa lo dobbiamo in buona parte al suo senso della partita. Dopo la Champions da protagonista, un altro trofeo da leader. Pallone d’oro, voto: 9

La difesa: qui bisogna far correre la memoria. Al mondiale del 2006 per recuperare il vantaggio francese servì una zuccata di testa di Materazzi. All’Europeo 2021 una zampata alla inzaghino di Bonucci. Quando conta, in Italia la insaccano i difensori. Goleador, voto: 9

Sergio Mattarella sugli spalti resta 67 minuti impassibile come il giorno in cui Renzi gli ha comunicato che avrebbe fatto cadere il governo. Poi si scioglie al gol del pari e lascia il Paese di stucco: “Quindi anche lui prova emozioni?”. Chissà se l’esultanza l’ha provata e riprovata davanti allo specchio quirinalizio sul Colle. Comunque è venuta bene. Ciuffo fuori posto, voto: 8

Mario Draghi: aveva provato a scippare a Boris Johnson la finale, traslocando Wembley a Roma con la scusa del Covid. Non c’è riuscito, ma forse meglio così: non è goduria doppia aver sbranato i Leoni nella loro tana? Furfante, voto: 6

Più Europa: neppure il tempo di gioire che subito i Bonino Boys si gettano sul cadavere ancora caldo dell’Inghilterra. La foto che specula sulla Brexit è di bassissimo livello. Patetici, voto: 0

Tasso di produttività del lunedì: 0: a giudicare dai festeggiamenti serali, domani per le città cammineranno orde di cadaverici pseudo lavoratori. Che goduria, voto: n.e.

Telecronache: se hai la sfiga di non avere la parabola e sei costretto a sorbirti il prodotto Rai sai già che vivrai le emozioni dell’Europeo col freno tirato. Il telecronista ci mette la stessa passione di Matterella sugli spalti, dunque poca e con miseri sprazzi. Il commento tecnico di Katia Serra invece è inutile: non aggiunge nulla. Su Sky Caressa e Bergomi vanno un po’ a tentoni, sbagliano tutto lo sbagliabile, forse esagerano pure nel definire “eroi” un gruppo di atleti che corre dietro a un pallone. Almeno però ci mettono grinta. Voto: 5

Fabio Caressa: pagella a parte per lui. Il predicozzo finale sui balconi, il Covid e il riscatto europeo, ecco, quello era meglio se ce lo risparmiava. Diabetico, voto: 4

La Regina: durante tutto il lungo regno, l’Inghilterra di Elisabetta II ha vinto “solo” un mondiale. Un po’ pochino in 69 anni di corona. Bottino magro, voto: 6