Commenti all'articolo I perdenti (e i vincenti) della globalizzazione

Torna all'articolo
Avatar
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Davide
Davide
6 Febbraio 2019 2:38

Io ho, da tempo, un’idea diversa. Il problema vero è la redistribuzione al contrario derivante dall’uso smodato della politica monetaria da circa metà anni ’90 in poi. Parlo di quasi tutto il mondo avanzato. Una redistribuzione che beneficia chiaramente chi prende i soldi per primo (a cominciare dal sistema finanziario e dai primi “grandi” finanziati), a danno degli ultimi. Ultimi che non sono necessariamente i “poveri”. Sono semplicemente la massa del ceto medio, che non ha accesso particolare a questi privilegi. Il meccanismo è piuttosto semplice, di chiara impronta austriaca. I dati sull’inflazione sono “drogati” dalla merce cinese a basso costo, questo sì, col risultato di sovrastimare l’andamento dei redditi reali di questo ceto medio. Non si è stampato solo da metà anni ’90, è chiaro. Ma negli anni ’70, per esempio, l’inflazione era palese e veniva riconosciuta, compensata, per cui questo fenomeno non accadeva. Oggi l’inflazione non esiste. Eppure si stampa come allora. Dura ipotizzare che non succeda niente. L’andamento del numero dei posti di lavoro in realtà lascia un po’ il tempo che trova, visto che il loro numero è alto, è cresciuto in termini assoluti, e la disoccupazione è bassa. I cambiamenti lavorativi, tra attività che periscono ed attività che ne prendono il posto, non sono una novità, ma la normalità (ricordo che la dinamica del numero… Leggi il resto »

Andrea Salvadore
Andrea Salvadore
3 Febbraio 2019 4:05

Non ho leto il libro, ma neanche mi piaciono le etichette e i problemi per i liberali sono differenti da paese a paese come furono originalmente i movimenti liberali nei vari paesi europei. Una statistica di posti di lavoro non riflette la realtá della qualitá dei posti di lavoro che si perdono e che si guadagnano. Il free trade risulta semppre in uno compenso tra la velocitá delle trasformazioni economiche e l’adattamento degli esseri umani ad esse,
In questo Gap é dove é necessaia lázione governativa che a noi é mancata.