in

Il nobel per la Fisica Parisi? Cacciò Ratzinger dall’Università

Dimensioni testo

Il Corriere dedica tre pagine al Nobel per la Fisica 2021. Si tratta del sesto italiano dopo Guglielmo Marconi, Enrico Fermi, Emilio Gino Segrè, Carlo Rubbia e Riccardo Giacconi, a conferma della grande tradizione di fisici. Fatti i complimenti a Giorgio Parisi e alla nostra scuola di Fisica, però, una puntualizzazione: ad eccezione del Secolo d’Italia, in pochi hanno ricordato come Parisi fosse tra quei 66 professori che impedirono a papa Ratzinger di parlare alla Sapienza perché lo consideravano inopportuno.

Parisi, il grande fisico che oggi tutti amano, spiegò all’Unità – giornale del Partito comunista (come del resto lo sono quasi tutti i fisici) – come fosse giusto non far entrare il Papa in Università. Roba che io trovai una indegna prova di finto laicismo. Mi chiedo, peraltro, se avesse fatto altrettanto col gesuita amico delle missioni, Papa Francesco.

Bucci, sul Foglio, ricorda tutto di Parisi, compresa la battaglia sacrosanta contro le notizie pseudo scientifiche sulla Xylella e contro l’agricoltura biodinamica, ma non la vicenda della Sapienza.

Complimenti, dunque, a Parisi per il premio Noblel. Meno per l’atteggiamento inquisitorio con papa Ratzinger.

Nicola Porro, 6 ottobre 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
139 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Andre
Andre
9 Ottobre 2021 11:27

Sono così entusiasta che aumento la visibilità di questo imbarazzante sito pseudo giornalistico con un altro commento: viva Giorgio Parisi! Viva l’Università pubblica e abbasso l’influenza della chiesa sull’istruzione e sulla ricerca. Stacce Nicò!

Vito Ruscio
Vito Ruscio
8 Ottobre 2021 18:49

Personalmente da laico ateo penso che la chiesa debba esprimere le sue idee ma la contestazione e lecita. Meno male che sono esistiti fisici Comunisti come Enrico Fermi ed i ragazzi di Via Panisperna così Porro può esprimere la sua opininione liberamente .

Betti
Betti
8 Ottobre 2021 18:43

Ammiro Parisi per la sua coerenza .L’università deve essere libera da qualsiasi imposizione culturale e dalla fede . Non ammiro Porro, articolo sconclusionato fazioso e di parte , incapace di analizzare con lucidita’ avvenimenti diversi dal suo modo di pensare . Grazie Parisi sei un orgoglio per gli italiani

MARTINELLI
MARTINELLI
8 Ottobre 2021 18:04

Ha fatto bene.
l’Italia è o non è uno stato laico.

Bartolomeo Patano
Bartolomeo Patano
8 Ottobre 2021 14:20

Questo stesso articolo è stato ripreso su altro sito e reperibile all’indirizzo https://www.mag24.es/2021/10/06/nobel-per-la-fisica-ma-uomo-di-mera-parisi-fu-tra-i-docenti-che-impedirono-a-papa-benedetto-di-tenere-lezione-alla-sapienza/

Il titolo è a dir poco imbarazzante per un cosiddetta “testata giornalistica”.
Qualche vostra considerazione sarebbe gradita…

Massimo
Massimo
8 Ottobre 2021 13:26

come del resto lo sono quasi tutti i fisici) guarda che stai dicendo che la gente intelligente vota a sinistra…io se fossi dalla tua parte mi offenderei

Matteo
Matteo
8 Ottobre 2021 12:18

Ha fatto benissimo

Francesco
Francesco
8 Ottobre 2021 11:24

I soci della partitocrazia e i loro clienti, che hanno saccheggiato l’Italia e impoverito interi strati sociali di cittadini italiani, dovrebbero avere almeno il pudore di risparmiare le università pubbliche. L’università di un paese che si proclama civile dovrebbe essere un luogo deputato alla trasmissione del sapere e allo studio, non una dispensa di false lauree (alias lauree honoris causa) o di tribune gratuite per gli accoliti del regime della partitocrazia e per i gerarchici loro affini.