Il nuovo leader della sinistra? Il 15enne di Torre Maura

Il vero leader della sinistra italiana? Di certo, no Zingaretti. Anche perché questa, come ha osservato bene Marcello Veneziani, è passata dal politicamente corretto al puerilmente corretto. In effetti, negli ultimi mesi la sinistra ha adottato, nell’ordine, il vincitore di Sanremo Mamood, la svedesina ambientalista Greta e il ragazzino del bus dirottato Rami.

E ora ecco un nuovo leader: si tratta del 15enne di Torre Maura intervenuto nelle proteste per lo spostamento di una settantina di rom nel suddetto quartiere di Roma. Il ragazzino, infatti, ha contestato agli esponenti di Casa Pound di essersela presi con una minoranza. Nelle ore successive, subito applausi da politici e intellettuali di sinistra. Per qualche settimana, avranno un nuovo leader…

Condividi questo articolo

3 Commenti

Scrivi un commento
  1. egragio orlo,
    prima di tutto ti devi decidere, o sono una zecca o sono un fascista, anche in questo fai confusione come in tutte le cose strampalate che dici (tartarughetta??..zecca de… che???csa???…mah!!), compresa la solita litania del fascismo (come dicevo l’orologio è ancora ben fisso al 1945), argomento tipico di chi non ha argomenti, cosa che vi qualifica da almeno 30 anni (almeno con L’URSS cercavate di essere di sinistra e quindi dicevate qualcosa di sinistra, adesso nemmeno quello,al massimo continuate a fare cose e vedere gente..).per quando riguarda le mafie, rimane il mistero del perchè quando governate voi è merito del ministro di sinistra, quando governano gli altri è merito dei magistrati! ma fai il bravo, ma che volete sfrucugliare voi, al massimo le olgettine!che per voi e certe toghe rosse sono state per decenni una minaccia ben peggiore dei mafiosi nigeriani che infatti, mentre le procure di mezza italia indagavano alacremente per snidare il malaffare e la minaccia incombente per la nostra sicurezza e la nostra democrazia rappresentata dalle cene eleganti di arcore,sotto il vostro naso spacciavano droga e sfruttavano indisturbati le schiave africane nel cara di mineo,nel silenzio assordante dei vari saviano e fazio.io fascista? non mi offendo affatto non essendo mai stato fascista,tantomeno del 3 millennio, la calunnia non mi tocca soprattutto se proviene da gente che notoriamente da sempre ne fa il suo marchio di fabbrica, ma solo uno che cerca di ragionare con la sua testa, a differenza tua e del giovane ghandi de noantri di torre maura, palesemente indottrinato come giustamente fa notare artemide, a proposito di marchi di fabbrica della sinistra.ma del resto presumo sia chiedere troppo a menti aperte e per nulla manichee come le vostre immaginare di pensare che uno semplicemente perchè non la pensa come voi non è detto che debba essere fascista.siete senza speranza, se il fascismo non ci fosse lo inventereste voi, serve a riempire la disarmente vacuità del vostro ciarlare, è l’etichetta sempre buona per zittire gli “eretici”,cioè quelli che non la pensano come voi, sia che si parli di migranti, di famiglia, di legittima difesa, di etica, di religione…lasciamelo dire: QUESTO SI CHE E’ FASCISMO!!

  2. non avevo ancora visto il video, ma avevo letto tanti commenti che esaltavano questo ragazzino “eroe” perchè avrebbe dato una lezione agli adulti.
    Ora ho visto il video, ho visto un educato confronto, e ho sentito un ragazzino che, da bravo indottrinato, va ripetendo le opinioni di sinistra che si leggono SEMPRE sui social, sui siti di informazione, sotto notizie come questa.
    Coraggio? Coraggio di cosa?
    Di parlare con persone che ascoltano civilmente il suo punto di vista e altrettanto civilmente spiegano il loro?

  3. Caro Orlo.
    Nessuno di noi ha la verità in tasca e abbiamo aspettative e sensibilità diverse che spesso sono inconciliabili. Io, ammetto di essere soggetto a fare valutazioni errate ma solo il futuro, che non è conoscibile, me lo potranno certificare. Nella attesa mi pare di poter consigliare PRUDENZA prima di dare fiducia a chi, forse, non la merita. Gli errori in questo campo possono essere irreversibili e dolorosi. Comunque c’è lo strumento della Democrazia per decidere, alla fine, che via prendere e io mi atterrò rigorosamente all’esito del voto.
    So quante invidie e odi incoffessabili ci siano tra gli italiani e basta frequentarte una qualsiasi riunione condominiale per farsene auna idea ma il credere che gli altri siano migliori di noi può essere un errore gravissimo. Essere comandati da italiani che riteniamo immeritevoli è sgradevole ma se alla fine fossimo comandati da stranieri che non lo meritano e che forse abbiamo anche aiutato, sarebbe da suicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *