Commenti all'articolo Il retroscena di Bisignani: “Altro che Meloni, ecco chi rischia di diventare premier…”

Torna all'articolo
guest
62 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giancarlo 2021
Giancarlo 2021
22 Settembre 2022 17:20

Non gli è bastato quello quello che hanno combinato con le elezioni locali? Ci vogliono riprovare anche con quelle nazionali? Hanno forse capito che gli conviene stare all`opposizione?

bepi
bepi
21 Settembre 2022 18:54

el nano de venezia se l’asso nella manica

massimo
massimo
21 Settembre 2022 18:28

Ogni cosa a suo tempo….Amato ha 84 anni e mezzo quasi ….E’ tempo per lui che faccia il ricco bisnonno coi suoi miseri 90 mila euro di pensione al mese. E se volesse in cuor suo pagare qualche bolletta a qualche povero disgraziato italiano che non ce la fa piu’ a farlo perche’ “siamo vicini all’ Ucraina militarmente ed economicamente….Dal sig. Amato mi aspetterei solo questo, per i disastri, le leggi scritte ad minchiam, le mani nei c/c, tasse e lacciuoli burocratici si metta pure in coda che c’ e’ uno stuolo di politicanti scalpitante di rovinare ulteriormente questo paese a partire da pd e m5s.

mauriziogiuntoli
mauriziogiuntoli
21 Settembre 2022 8:50

Non conosco gli elementi per ridursi ad un governo di u.n. ancora una volta. Il “comunismo” dopo la caduta dell’U.S. fa mercato non politica. Si è ridotto ad una partecipata setta “de noartri” mentre fatidici nomi (Stalin Lenin etc.) in Russia sono stati tutti cancellati e da noi no. Dunque… Poi, oltre i partiti, l’analoga kultura tra destra e sinistra ovvero STATO TASSE E MANETTE non chiarisce bene le prospettive politiche predilette dagli italici cerebri. Ho l’impressione che i partiti sulla scena non siano il giusto quadro dell’italica kultura che io vedo ancora ostinatamente fascio-comunista ma accampata in parti opposte.

sergino
sergino
20 Settembre 2022 18:20

Per capire che il Bisi non abbia molta simpatia per Meloni basta leggere non solo questa sua (se sua) analisi bensì sempre sul tema anche le precedenti . Dubito e prendo sempre con le molle i giudizi e le analisi dei singoli quando non si capisce se sono ottiche fondate o prettamente personali . Nello specifico si avverte sempre una sorta di astio e fastidio nel giudicare questa destra come se fosse un giocattolo che a Lui non piace e se NON piace …prima si rompe meglio è .

Giancarlo 2021
Giancarlo 2021
20 Settembre 2022 14:28

Finita la sbronza della campagna elettorale la verità. Tutti dentro fuori solo Paragone. Il nuovo avversario da combattere da parte dei buonisti predicatori politicamente corretti e cancellatori culturali fino a che arriva al 30% anche lui per poi farlo entrare dentro pure. Fino a che dopo dimissioni venga eletto al suo posto come PdR il Migliore osannato dallAmerica, dallEuropa, da tutto il Mondo e anche dallo Spazio. Tutto un film già più volte visto. Compresi tutti i remake.