Commenti all'articolo Kevin Spacey, quando il moralismo rovina la carriera

Torna all'articolo
Avatar
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
step
step
20 Luglio 2019 18:00

La cosa indicativa è che nell’articolo non ci si preoccupa tanto del disagio psichico causato dal disordine morale (disagio che riguarda peraltro lo stesso Spacey), ma ci preoccupa della carriera…

Orlo
Orlo
19 Luglio 2019 14:07

Mi sa che ripetere sempre il solito ritornello possa portare tedio.
Questa tua difesa di un “******”,dopo che la vulgata che portate avanti li vede gli artefici di ogni male della nostra società “civile”,tra l’altro un ricchione famoso a cui il benessere economico è ben lontano dall’essere esiguo,ha “preso male” la tua fan Rosa!
Ma io sto con Rosa!
Mi metto nei suoi panni e mi chiedo se tu mi stai pigliando perculo e perché!
Parrebbe che voi vi prendiate gioco dell’intelligenza dei vostri seguaci…povera Rosa…prima avvisate che il ritornello prende una deviazione,nn tutti sono “flessibili” ai vostri “divertissement”… ; )

Rosa
Rosa
19 Luglio 2019 12:29

Dissento!
Kevin Spacey e gli atri omosessuali (che sarebbe il caso di chiamare isosessuali) sono il brodo di cultura del metoo e cavolate così.
I gay sono gli artefici primi della distruzione di ogni regola di comportamento e quindi di ogni libertà, perchè non si è mai dato una libertà senza regole.
Per metafora: i vari Bucharin Trockij è vero che furono vittime delle grandi purghe di Stalin, ma di certo non morirono innocenti: loro stessi furono tra i princiapli artefici della salita al potere del compagno Stalin.
In pratica, la rivoluzione sta mangiando i suoi figli….
Mala tempora currunt sed peiora parantur