in

La destra italiana sta con Putin?

Sulla guerra in Ucraina le varie anime della destra stanno vivendo un momento di imbarazzo, lasciando campo libero alla sinistra

putin destra italia

Dimensioni testo

La domanda è di quelle da un milione di rubli: la destra italiana sta con Putin? Non si può non interrogarsi su questo alla luce delle differenti posizioni espresse da autorevoli esponenti politici e giornalisti di area. Non mi è mai piaciuto il termine “le destre”, usato spesso in senso dispregiativo, ma effettivamente sulla guerra in Ucraina stiamo assistendo ad un vero e proprio contrasto fra le diverse anime e sensibilità della galassia conservatrice.

Destra liberale e destra sociale

La sensazione è che ci sia una netta differenza di vedute tra la destra di palazzo e di governo, filoatlantista e antiputiniana, e la base, meno incline all’invio di armi, alle sanzioni economiche e a un atteggiamento troppo duro nei confronti della Russia. Ma questa non è l’unica frattura in seno allo schieramento. Esiste, ad esempio, una radicale differenza anche fra il mondo liberale e quello della destra sociale. Il primo più legato ai valori occidentali, alla way of life a stelle e strisce e ad un naturale rifiuto di tutto ciò che deriva dal mondo comunista, e dunque ostile alla Russia, mentre l’altro più soggetto al fascino dell’uomo forte, che non cede alla corruzione dei costumi occidentali, neanche troppo velatamente anti-americano e quindi molto più comprensivo nei confronti di Putin.

Ecco dunque che la guerra in Ucraina mette di fronte ad un paradosso politico evidente, ma non certo nuovo: una destra moderata che sui punti fondamentali della questione si trova d’accordo con la sinistra piddina e una destra più radicale che finisce per avere molti punti in comune con la sinistra più estrema. Quali delle due posizioni sia numericamente prevalente fra gli italiani è difficile da dire. Certo è che mentre la prima prevale dal punto di vista istituzionale e dunque decisionale, la seconda è invece molto agguerrita e rumorosa nei mezzi d’informazione e sui social network.

Putin, imbarazzo a destra

Ma torniamo alla domanda iniziale: la destra italiana sta con Putin? In altri termini, l’uomo medio italiano, non classificabile in un pensiero di sinistra, oggi tifa per lo zar? Come detto in precedenza, non ho dati scientifici per rispondere a questa domanda. Però qualche ragionamento vale la pena di farlo.