La farsa del modello italiano

Gentili amici giallorossi, gentili accompagnatori con fanfara mediatica, gentili volponi e volpini di establishment editoriale e finanziario (quelli di voi che non hanno ancora scaricato il duplex Conte-Casalino), questa piccola lettera aperta serve a comunicare che molti di noi sono sfiniti a forza di ascoltare il vostro scioglilingua, la giaculatoria del “modello italiano”. Di grazia, in cosa consiste questo “modello”?

Primo. Abbiamo il tragico record mondiale dei morti, con un bilancio letteralmente da guerra, già ventimila decessi.

Secondo. Dopo oltre 70 giorni dalla dichiarazione dello stato d’emergenza, nessun italiano (né lavoratore autonomo né dipendente) ha ancora visto concretamente un solo euro. I gentili rappresentanti del governo, quando parlano in tv, si esercitano con il gerundio: “Stiamo facendo, stiamo provvedendo”. Peccato che i supermercati, alla cassa, non accettino gerundi.

Terzo. È stata solo decisa – con annunci smozzicati, un po’ per volta, come si fa per tenere buoni i bimbi lagnosi – una chiusura generalizzata, una reclusione semipermanente di persone e attività, accompagnata da tonitruanti interviste (non si è sottratto nemmeno il ministro dell’Interno in persona) per promettere sanzioni, controlli, check point, droni. Mancano solo (per ora, ma non vorrei dare idee) i cecchini sui tetti pronti a sparare.

E non ci siamo fatti mancare nemmeno le beffe: il sindaco di Roma, la stessa soave figura che ci ammoniva a stare a casa (ma parlando e registrando il suo video da un parco!), ha minacciato l’altro giorno di “pizzicare” gli eventuali trasgressori, con un linguaggio un po’ da zia, un po’ da svogliata supplente di matematica, un po’ da dirigente scolastica sindacalizzata.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

23 Commenti

Scrivi un commento
  1. Più che comitato pochettato lo chiamerei porchettaro nel senso che questi ultimi fatti, seppur in linea con ciò che altri hanno già fatto prima, in un momento grave per tanti versi è di gran lunga peggiore.
    Suppongo, che in un sussulto di pudore, si sono trovati a dover ‘tralasciare’ le poltrone da rinnovare nei vari enti pubblici ed allora hanno pensato di sopperire, in un’altro sussulto stavolta di ‘politica creativa’, a questa carenza con la creazione di commissari e commissioni. Se si aggiunge che i commissari ( uno in particolare, Arcuri, la cui funzione è quasi del tutto oscura ed inutile) a loro volta creano commissioni siamo arrivati all’incirca a 150-200 persone di cui decisamente non si sentiva la mancanza che sommati alla pletora di mangiapane a tradimento già presenti fanno una bella comitiva di gente che percepisce lauti compensi per fare nulla o quasi mentre in Italia il numero delle persone che inizierà a morire di fame in senso letterale rischia di cominciare ad allungarsi a dismisura.

  2. Spero che i commensali non si stufino, ma visto che il Giornale Unico del Virus continua solo con notize negative, riporto una nuova variante nei test, dalla saliva (non è il primo, un altro è stato approvato 10 giorni fa):

    https://www.phillyvoice.com/covid-19-rapid-test-saliva-rutgers-coronavirus-new-jersey-genetics-accurate-diagnostic-labs/

    Questo è stato appena approvato dall’FDA in modo emergenziale. Purtroppo mi sembra che sia legato ad un network specifico di laboratori piuttosto che un test “per tutti”. Notare che non è comunque un test basato su anticorpi, si avvicina di più al classico tampone.

  3. Ho letto che Conte avrebbe fatto la conferenza stampa a reti unificate.
    Dal Fatto quotidiano.it “Palazzo Chigi non ha mai chiesto che la conferenza venisse trasmessa a reti unificate. Infatti è stata trasmessa solo da alcuni canali TV e solo per un parte e non interamente.
    Rai 1, Rete 4 con commento e Le sette.
    Quindi non parlate sempre di reti unificate.

    • Rocco ci ha detto che “l’ adesione all’ invito era volontaria” ? Questo ha voluto precisare ?
      Ma ci faccia il piacere… !! Questi davvero ritengono di parlare a dei minus-habens ??
      Pero’, come vedo, qualche credulone lo trovano

  4. @Luca Beltrame: sto cercando ripetutamente di rispondere ad un suo messaggio, ma non riesco.
    Ha sentito anche del problema di emboli/trombi, che potrebbe essere primario?
    Burioni ha detto essere una scemenza, quindi ce n’è abbastanza per indagare seriamente.

    • Si avevo sentito (ma non ho ancora avuto modo di approfondire), inoltre c’è stato anche uno studio (però molto criticato) da preprint che direbbe che in teoria il SARS-CoV-2 potrebbe legarsi anche ai globuli rossi (ma è stato fatto con un puro modello, nessuno l’ha provato a fare in vitro).

      Però si pensa in modo crescente che ci siano problemi di natura circolatoria e non sempre di capacità polmonare, questo si su uno studio pubblicato da un gruppo italiano, con evidenze (circostanziali) corroborate da un’altra pubblicazione americana.

      Accanto alle persone con stress acuto, ci sono persone che respirano normalmente, hanno una capacità polmonare regolare e riescono anche a parlare. Ma l’ossigenazione del loro sangue è comunque bassa. Non so se si tratta di emboli o trombi, ma questo mi suggerisce che si tratti (anche) di un problema di scambio dell’ossigeno, quindi il microambiente dell’alveolo sarebbe in qualche modo alterato.

      Infatti qualcuno suggeriva l’uso di farmaci comunemente utilizzati dagli alpinisti d’alta quota. Il vero problema di questi “suggerimenti” è che sono fatti al momento, per vedere se il paziente migliora o peggiora, e quindi ci sono quintali di effetti secondari confondenti. Ma scommetto che prima o poi qualcuno farà una sperimentazione seria.

      • Aggiungo solo che “dicono” di aver rilevato molti di questi trombi/emboli nelle autopsie.
        Poi non so, non le ho fatte io, nè sono in grado di farle: riporto solamente queste voci.

        • Come dice lei, difficile da capire. Possono essere successi un sacco di processi dopo la morte che hanno dato origine ai coaguli. Detto questo, l’idea che ci sia un problema di gas e/o di dinamica ematica nell’alveolo polmonare è molto plausibile (difficile da misurare sperimentalmente, purtroppo).

          Se qualcuno mai testerà i farmaci usati per curare il malessere da altitudine, probabilmente avremo un’idea più certa.

          • Si parla proprio di terapia con anticoagulanti, come l’eparina.
            Veda ad esempio qui:
            https://www.ilgiornale.it/news/cronache/cos-covid-19-pu-attaccare-pure-cuore-1852590.html

  5. Caro Capezzone, tutto bene ma non basta.
    Forse non è chiaro che vanno avanti come rulli compressori, come uno Stalin od un Mao qualunque, fregandosene di qualsiasi cosa e di qualsiasi danno creato a chiunque.
    Supportati dalla massa di soldatini senza cervello, come un qualsiasi regime del XX secolo quando ha preso il potere.
    La politica all’opposizione, i giornalisti, devono fare di più.

  6. LETTERA APERTA A NICOLA PORRO
    Visto che hai sempre mostrato un atteggiamento democratico nei confronti di tutti, me compreso che notoriamente ho idee molto diverse da quelle della maggior parte degli utenti vorrei precisare anche io alcune cosucce:
    1) Il signor Fabio Bertoncelli, non solo non ha fatto altro che insultarmi ad ogni mio post, ma si è anche azzardato a fare minacce molto gravi nei miei confronti (“Vengo a casa tua e ti taglio le palle!”) Questo è un reato!
    2) Ho sempre inserito commenti o opinioni senza insultare nessuno né bestemmiare o fare minacce (come ha fatto invece il suddetto)
    Se il linguaggio si è fatto volgare è perché agli insulti e ai dileggi ho risposto (sempre dopo) per le rime.
    NON ho mai dico MAI cominciato ad insultare nessuno, ma quando un branco di iene ti aggredisce mi voglio difendere.
    Quanto alle idee che si esprimono non è il sig. Bertoncelli a decidere se siano idiozie e scemenze, oppure cose sensate, ma (horribile dictu) lui è convinto che sia proprio così.
    Questo ultimo post, ad esempio, negava che il modello italiano fosse efficace, io invece lo sostengo (é un’idiozia?)
    “Onore a te!” dice alla fine della sua lettera
    Una firma davvero inequivocabile.

    PS Resta inteso che, essendo tu il proprietario del sito, ti basta una parola ed io esco esattamente come sono entrato.

    • Questo in realtà non è vero: mi ha dato spesso della “capra”, o altro, cominciando lei con gli insulti, in risposta a concetti senza insulti volti solo a denunciare il parassitismo e la prepotenza di certi soggetti, lei incluso.
      Lei non serve a nulla, se non a rovinare qualsiasi ragionamento, cercando di buttare tutto in *****, in modo da far sopravvivere solo il pensiero unico totalitario che tanto ama.

    • Confermo che ogni dialogo con il suddetto Sal finiva sempre con gli insulti del nostro a tutti gli altri commentatori
      Se non è in grado di rendersene conto il problem mi pare abbastanza serio

      • Chiaro.
        Viene qui a fare l’alternativo, in nome del pluralismo.
        La realtà è che, discutendo nel merito, finisce spesso a pezzettini e non fa altro che insultare o mandare tutto a quel paese.
        Ciò di cui non si rende conto è che tutto il suo pensiero poggia su pregiudizi errati, come quello di quasi tutti i sinistri/statalisti/prepotenti, ed ovviamente non ha alcuna intenzione di metterli in discussione.

        • @Davide V8
          “Ciò di cui non si rende conto è che tutto il suo pensiero poggia su pregiudizi errati, come quello di quasi tutti i sinistri/statalisti/prepotenti”

          Tutto il mio pensiero poggia su pregiudizi errati? Ecco la prova che non si può discutere con te.

  7. Concordò pienamente con la sua ironica (peccato troppo educata) analisi e sintesi di quanto stia accadendo in questo povero – sotto tutti i punti di vista- Paese… il pessimismo cosmico Leopardiano rispetto alle mie aspettative rappresenterebbe un’iniezione di fiducia…mi aspettavo l’ennesimo annuncio – mi riferito a decreto salva aziende – una presa per i fondelli epocale, ma il livello raggiunto da questi “dilettanti allo sbaraglio (ctz. Briatoriana) è ineguagliabile.
    Non solo vivono in una realtà che ignorano completamente, ma con la loro miopia ed incompetenza riusciranno a far letteralmente morire metà delle nostre PMI.
    Ancora più sconcertante è che questo governo si è insediato, senza averne diritto, alla guida del paese, rendendo di fatto ancora più insopportabile ed ingiustificabili, queste immotivate chiusure di TUTTO il comparto produttivo, chiusure anche dove i casi di contagio da Covid 19 sono davvero limitati. Non vi è chi non vede come questa classe dirigente non ha mai frequentato uno stabilimento di produzione o una delle piccole aziende, che con le loro decisioni stanno condannando al fallimento.

    • Purtroppo oggi è difficile esprimere pacatamente le proprie opinioni, senza essere immediatamente aggrediti da chi non partecipa ad un dialogo nel rispetto degli altri partecipanti ma solo per affermare le proprie, spesso del tutto errate, verità. Inoltre, e su questo non credo ci siano molti dubbi, è difficile cercare di confutare “il pensiero unico” senza trovarsi addosso un mare di improperi e volgarità. Signori, i social danno a tutti la possibilità di “esserci” ma avranno un grande futuro se tutti si esprimeranno con la consapevolezza che anche chi la pensa diversamente ha titolo pieno ad esprimere le sue opinioni ed idee, tanto per citare una vecchia frase erroneamente attribuita a Voltaire. Anche allora’ c’erano le fake news. Non vorrei fare il moralista a tempo perso ma se non saremo attenti ad usare con intelligenza la nostra libertà d’opinione, prima o poi qualcuno potrebbe togliercela, inserendo delle regole restrittive. Attenti, dunque!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *