in

La rivoluzione grillina finita con i pernacchi - Seconda parte

Dimensioni testo

Una volta fu proprio Mastella a dirmi – ma non lo disse solo a me – che il movimento rivoluzionario di Grillo & Casaleggio si sarebbe normalizzato soltanto assumendo responsabilità di governo. Una “profezia” che si è rivelata vera solo a metà. Infatti, il M5s, che è il partito di maggioranza relativa, ha governato prima a destra con il Conte I e poi a sinistra con il Conte II ma la vera normalizzazione non si è avuta con l’esperienza governativa, contrassegnata dai monopattini e i banchi a rotelle e il reddito di sudditanza, bensì con l’esaltazione del Parlamento che, forse, è stato sì aperto come una scatoletta di tonno, secondo la figura demagogica del comico di Genova, ma per estrarvi il succo del trasformismo parlamentare. Quando era praticato dagli avversari era considerato un disvalore e ora che è praticato all’ennesima potenza dagli stessi grillini è giudicato non solo come una risorsa ma addirittura come patriottismo. Mai dire mai.

Giancristiano Desiderio, 17 gennaio 2021