Commenti all'articolo La settimana Incom(unista)

Torna all'articolo
Avatar
guest
38 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
laval
laval
3 Maggio 2020 14:39

La storia della liberazione collocata in maniera corretta.
Commemorata il 25 aprile.
Nel luglio del 1943 sbarco delle forze alleate inglese e americana in Sicilia.
Tutti gli italiani, di qualsiasi pensiero politico, stanchi della dittatura nazista e fascista si ribellano e indossano le vesti partigiane
Nel 1945 le truppe anglo americane sfondano la linea Gotica che si sviluppa da La Spezia fino a Rimini e lungo l’Appennino, spingendosi e allargandosi nella pianura Padana.
Gli italiani insorgono e si ribellano alle nefandezze e protervie subite, tutti insieme per la indicibile sofferenza subita.
Gli americani e gli inglesi non sono comunisti e si impegnano affinché, finalmente in Italia si costituisca un governo democratico.
Alcide de Gasperi è il fondatore della prima repubblica e del partito Democratico Cristiano e attua la rottura (nel 1947) con i comunisti e i loro alleati, contrastando la potenza sovietica espansionistica staliniana.
Si decide per una ferma lealtà al fianco dell’America e dei Paesi liberi dell’Occidente.
Gramsci e Togliatti si impegnano alla diffusione del pensiero comunista, affinato dal contributo femminile della Nilde Iotti e si appropriano della veste partigiana manipolata come elemento catalizzante unificante.
La repubblica italiana è di tutti gli italiani

giorgiop
giorgiop
3 Maggio 2020 12:52

Del Papa, tanto di cappello allo stile che già altre volte ho assimilato a quello di Gianni Brera.
A chi ha, come me, vissuto il sessantotto da studentello in balìa degli eschimo da una parte e dall’altra delle bretelle tricolori, vedere Guccini gonfio di vino e di grassi emiliani, Vasco gonfio di retorica, di soldi e di cortisone, fa una leggera pena al dilà dei meriti artistici (pochi) del primo e (tanti) del secondo, perchè non rappresentano più nulla da prendere come esempio, ammesso che mai avessero potuto darne.
Ma quando si evocano gli Amendola e le Ambre, beh…allora ci si rallegra di non avere mai ceduto un centimetro ai tempi delle lotte in piazza e nelle scuole, vedendo quali frutti hanno dato le idee del movimento studentesco e di tutti quelli che andavano anche in bagno ed in camporella con la morosa, sempre ed ossessivamente col pugno chiuso alzato…faticando in bagno, dimezzando le palpate alla morosa.
Amendola…Ambra….Favino…Guccini….Vasco pugno chiuso con un braccio e con l’altro mano in tasca a proteggere i soldi.

ancoraparli
ancoraparli
3 Maggio 2020 11:18

ecco a chi siamo in mano, pensate davvero che il reale “pensiero” politico-ideologico della gran parte dei personaggi che ci governa sia molto lontano dalle boiate che escono dalla bocca di questo invasato e dai testi delle sue canzonette? farneticazioni che sembrano uscite da un collettivo anni 70 che oggi fanno scompisciare dalle risate persino gli attuali alti papaveri del regime cinese o cubano e di certo ancora condivise, oltre che dai finti neo-socialdemocratici di governo all’ottavo cambio di nome, anche da certe toghe rosse e certi sindacalisti. questa gente è la vera zavorra di questo paese, relitti della storia che al di la delle necessarie conversioni di facciata non cambiano,non si rassegnano al mutamento dei tempi,cambiano nome ma non comportamenti,continuano purtroppo con le loro chiacchiere ad abbindolare milioni di fessi e disgraziatamente, in un modo o nell’altro tranne quello democratico, riescono sempre ad andare al potere anche quando straperdono come 2 anni fa e ogni volta la demenziale, distorta, malata, visione del mondo, dell’economia e della società che nelle loro ottuse menti mai cambierà mai, li porta puntualmente a distruggere tutto ciò che non è normalizzabile, e cioè la libera impresa, la proprietà privata, tutto ciò insomma che sfugga al loro controllo e alla loro dominio politico. si rassegnino tutti i commercianti e imprenditori che giustamente si scagliano contro… Leggi il resto »

Nuccio Viglietti
2 Maggio 2020 23:51

Solita sfilata di nani ballerine ed affini…burattini senza dignità neppur minima…più schiavi degli schiavi…ma costoro quando si guardano allo specchio come fanno a non sputarsi in faccia?…!!….https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/