in

L’ambientalismo è diventato una religione

Un libro racconta l’altra faccia dell’ecologia, quella degenerata in una nuova religione laica nichilista e terrorizzante

greta ambientalismo

Dimensioni testo

Il dio verde. Ecolatria e ossessioni apocalittiche di Giulio Meotti, pubblicato da Liberilibri, racconta l’altra faccia dell’ecologia, quella degenerata in ecologismo come nuova religione laica. Una nuova religione che, col suo sistema di dogmi, di peccati e redenzioni richiama di continuo alla contrizione e alla purificazione, ovvero alla povertà, alla frugalità: siamo tutti peccatori energetici, noi occidentali, redimibili solo se disposti a votarci alla sostenibilità. Una religione corredata senz’altro di toni apocalittici e di Greta Thunberg, un nuovo messia bambino; una setta che addita l’infedele e incita ad odiarlo, più di quanto professi la fede al suo dio green. È un surrogato ambientalista e mortifero del cristianesimo, per giunta contraddittorio: tutte le forme di vita vanno protette, ma alcune, quelle macchiate dal peccato del benessere, meno delle altre. Cosa ne è stato dell’autentica ecologia liberale e cristiana, culla di equilibrio e conservazione, di sincera cura? Perché l’ecologia, una cosa seria, si è rovesciata nel grottesco greenismo?

La già sottile linea tra la legittima preoccupazione e un ridicolo catastrofismo, risponde Meotti, è stata del tutto soppressa a colpi di sconfinamenti tematici, dalla convergenza di lotte di gruppi eterogenei ma accomunati tutti dall’ostilità nei confronti del medesimo nemico: l’Occidente liberale e capitalista. Riconoscendo nel “maschio bianco occidentale” il solo responsabile del cambiamento climatico, la religione ecologista ha occupato il posto vacante del comunismo: la natura, il biologico, il sostenibile hanno sostituito il concetto di classe qualificandosi tra i criteri di valutazione e di scelta tra ciò che è bene e ciò che è male. Un nuovo oppio dei popoli, dunque, una recente appendice del nuovo puritanesimo già Lgbt e antioccidentale, di cui ha assunto i toni accusatori e con il quale ha mescolato le proprie istanze.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
barbara
barbara
19 Novembre 2021 15:05

L’ecologismo è una religione fondamentalista estremamente pericolosa. Questo per quanto riguarda i fedeli; per i Gran Sacerdoti, invece, è un affare da miliardi di miliardi. Quanto all’idea che l’uomo possa modificare e indirizzare il clima, questo ha un nome ben preciso: delirio di onnipotenza, che è una psicopatia grave e molto pericolosa, per sé e per gli altri.

Tannino
Tannino
19 Novembre 2021 11:01

Questo sentimento, che alimenta la nuova setta griiiiiiin, non è una novità. Ci sono state e ci sono sette (il Paese a stelle e strisce ne è un esempio palese) che del catastrofismo hanno fatto il loro motore. La fine dei tempi, l’umanità corrotta, l’uomo male del mondo… Persino i testimoni di Geova fanno parte di questo modo di intendere l’esistenza, laddove prevedono “la fine dei tempi” alla porte, il rifiuto di trasfusioni e trapianti di organi, in quanto “contro natura”, ecc. L’uomo è sicuramente uno dei problemi, ma non sono queste farneticazioni la soluzione. Altrimenti come i femminicidi: siccome mia moglie è il problema, lo elimino.

Pierantonio ravera
Pierantonio ravera
19 Novembre 2021 7:45

A questi in dcilli fategli una domanda, ma voi avete la macchina, la TV, il frigo, il mictoonde, il telefonino, il PC, hi fi, e co. ? Se no allora parlare pure ma se di andate affanculooooo

Nico Tanzi
Nico Tanzi
19 Novembre 2021 0:41

Dimostrare che il cambiamento climatico non ha origine antropica equivarrebbe a dimostrare che l’uomo non può far nulla per evitarlo. In effetti probabilmente è così, ma non conviene a nessuno asserirlo: non agli ambientalisti, ovviamente, che vedrebbero vanificati i loro sforzi. E neppure ai falsi ambientalisti, che non saprebbero più dove lucrare con i loro investimenti “green”.

Werner
Werner
19 Novembre 2021 0:32

Sì ma questi falsi ecologisti le balle le rompono solo a noi occidentali. Cina e India sono le nazioni che più inquinano al mondo, ma nessun gretino parla.

Hermes
Hermes
18 Novembre 2021 19:09

Chesterton: “Chi non crede in D i o non è che non crede in nulla, crede a tutto.”

Robespierre
Robespierre
18 Novembre 2021 18:51

’LAMBIENTALISMO, L’ALTRO D IO DEI VESCOVI CATTOLICI

Non contenti di avere sostituito D io co il vaccino, Cris to con le elite e la Mado nna con la scieenzah, ecco a voi l’ambientalismo, lo spirito santo.

E I DEMONI IGNUDI BALLANO DENTRO LE CHIESE.

Luke
Luke
18 Novembre 2021 18:42

Ovviamente, la Neubauer è in prima fila da anni per demonizzare l’uomo bianco occidentale, reo di tutti i disastri sulla terra (clima, povertà, razzismo, ecc.), come la Cretina, o meglio la Cretina come lei.

Spero che abbiate capito il problema. Seguiti i soldi e capirete la frode che si cela dietro questi personaggi. Non serve ribadire che nessuno fino ad ora ha dimostrato che il cambiamento climatico è di origine antropica. Basta concentrarsi su cosa porta l’ecoterrorismo (e il sieroterrorismo): tanti soldi !