Commenti all'articolo Le sardine litigano. Di nuovo

Torna all'articolo
Avatar
guest
36 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
29 Luglio 2020 14:03

Max sei un genio.

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
29 Luglio 2020 11:37

Monti, Saviano, Fico, Prodi. Basta citare siffatti giganti del pensiero, di recente esibitisi in un accorato endorsement del ‘sardinismo’, per esprimere un giudizio tombale su Santori&Co.

Kim
Kim
28 Luglio 2020 22:19

Intanto in Emilia Romagna vi hanno inchiappettato.

Guido Moriotto
Guido Moriotto
28 Luglio 2020 22:17

Sardine in “saor”. Piatto tipico veneziano e veneto.
Ingredienti e preparazione, per 4 persone.
700 grammi di sardine freschissime, 1400 grammi di cipolle bianche, farina 00, olio di arachidi, olio extra di oliva, sale, pepe, mezzo bicchiere di aceto, 1 cucchiaino di zucchero.
Preparazione: prendete le sardine, levate testa e interiora, lavatele bene sotto acqua fredda. Asciugatele e infarinatele per bene, togliete la farina in eccesso e friggetele nell’olio di arachidi bollente. Quando sono rosolate su entrambi i lati, deponetele su carta che assorba l’olio e cospargetele di sale.
Cipolle: preparate le cipolle tagliate a fettine molto sottili e friggetele nell’olio di oliva.
Appena sono dorate nel tegame delle cipolle aggiungete sale, pepe, un cucchiaio di zucchero, mezzo bicchiere di aceto e lasciate evaporare l’aceto.
Togliete la pentola dal fuoco: quello è il “saor”, sapore in dialetto.
Prendete una terrina profonda e alternate sardine e saor fino a concludere.
Aspettate che le sardine si insaporito per due giorni. Servitele fredde.
Da leccarsi i baffi, anche le signore senza.
Avvisate Santori e via, tutti a tavola.
Anche le sardine servono a qualcosa.
Buon appetito.

Valter Valter
Valter Valter
28 Luglio 2020 21:27

Fenomenologia della sardina

Son sardina
son gretina
son la gioia del piddí
son l’orgoglio di Bergoglio
se sol faccio la pipí.

Andrea
Andrea
28 Luglio 2020 21:25

@Bertoncelli. Ma cosa sono queste sardine? Roba che su mangia?
No, sono quelle che hanno contribuito a far vincere Bonaccini e quindi a cacciare Bergonzoni e quello che suona il citofono dall’Emilia Romagna.