in

L’ira del filosofo Agamben: “In Italia c’è stato un golpe”

L’intervento di Agamben su libertà e green pass: “Le persone sono cieche”

Dimensioni testo

Sugli intellettuali italiani è meglio non parlare, perché è vergognoso. Io credo che bisogna rendersi conto che in Italia è stato attuato, con il pretesto del terrore sanitario, un vero e proprio colpo di Stato gestito dalle stesse autorità del Paese. Tutti i principi del diritto, e anche della convivenza politica, sono stati fatti saltare uno dopo l’altro. Abbiamo lo stato di emergenza invece della legge. Abbiamo l’informazione imposta invece del libero dibattito. La tecnica invece della politica. Abbiamo la distanza, il sospetto e la discriminazione invece della solidarietà della convivenza. Insomma: i principi della convivenza e del diritto sono venuti meno.

Il green pass non significa libertà

Mi pare che stiano cambiando l’idea stessa di libertà e l’idea stessa di diritto. Due esempi semplici: primo, il green pass. Il green pass fa parte di quel modello politico chiamato “libertà autorizzate”. Di cosa si tratta? L’autorizzazione di un diritto è un atto che non concede nuovi diritti, ma autorizza l’esercizio di quelli già esistenti. Come la libertà di uscire di casa, andare al ristorante o prendere il treno. Diritti elementari che adesso hanno bisogno di una autorizzazione per essere esercitati. Ed è qui che si vede la cecità delle persone che pensano che il green pass sia un principio che garantisce la libertà quando la libertà autorizzata non è più una libertà, in quanto può essere revocata da chi ha dato l’autorizzazione.

Cancellata la certezza del diritto

L’altro punto riguarda la natura stessa del diritto. Per definizione il diritto deve essere certo: non esiste legalità senza certezza del diritto. Ora, se invece, come sta avvenendo, il governo interviene ogni 15 giorni su un problema, cambiando continuamente le regole, non c’è più legalità. Questo fenomeno non rientra nella legalità. Un diritto incerto non è un diritto. È un cambiamento enorme perché la gente si sta abituando. Per vivere, rispettando la legge, occorre che i cittadini sappiano quale è la legge e che questa sia stabile. Altrimenti si cade in uno stato di illegalità.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
134 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
marie
marie
30 Novembre 2021 16:31

Un seul mot: bravo !

Vinicio
Vinicio
28 Novembre 2021 15:52

Roberto Speranza e Mario Draghi (insieme al resto della banda) devono venire processati e condannati per gravissimi crimini contro l’umanità! Prendere precauzioni per proteggere i più deboli è un conto (e pure giusto) ma usare e manipolare certi avvenimenti per togliere ulteriormente le libertà fondamentali ai cittadini e favorire al tempo stesso i lauti guadagni alle case farmaceutiche (magari, anzi sicuramente, con bustarelle e/o favori in cambio) è veramente criminale. Per non dire di tutte quelle persone che sono morte appena subito dopo il vaccino, che hanno smesso di camminare, ad avere problemi al cuore o respiratori da codice rosso.

Vinicio
Vinicio
28 Novembre 2021 15:12

In Svizzera oggi si decide mediante referendum (unico caso al mondo di vero esempio di democrazia diretta da cui l’Italia dovrebbe prendere esempio) se rendere legale o meno il green pass. Gli italiani non hanno ancora capito che anche se il 100% fosse vaccinato, questo virus va dove vuole. Stando alle parole del mistico Giorgio Bongiovanni, se decidessimo di abolire le guerre, di smantellare gli armamenti nucleari e convenzionali, se tutte le nazioni si unissero in un intento comune di pace e demilitarizzazione, e se rispettassimo l’ambiente il COVID-19 sparirebbe quasi all’istante: esso è una risposta della Terra alla nostra aggressività.

Alessandro
Alessandro
28 Novembre 2021 10:59

Già. Utilizzare minacce e paure: vere., enfatizzato, create che siano indifferentemente, affinché il popolo accetti o addirittura chieda limitazioni che diano maggiore potere a chi già lo ha.
Oggi sono le varianti, ieri era lo spread, l’altro ieri gli islamici, i fascisti ogni giorno, vedrete che tra un po’ arrivano gli alieni…
Intanto sempre più campano si sussidi ed altre concessioni politiche mentre alcuni stanno sempre meglio.

ermete
ermete
27 Novembre 2021 21:14

Tanto per chiarire: basta andare su Internet,: bla, bla, bla, bla.
Situazione covid nel mondo (ultimi dati OMS. Fonte: Health Emergency Dashboard,
al 18 Novembre 2021)
254.847.065 casi confermati nel mondo dall’inizio della pandemia
5.120.712 morti cioè il 2,009% dei casi confermati
Poiché la popolazione mondiale a fine marzo 2021 ammonterebbe a 7,85 /7,90 miliardi di persone. (Secondo l’ONU nel 2100 potrebbe raggiungere i 10 miliardi) si desume che i deceduti per covid rispetto alla popolazione mondiale, rappresentano lo 0,06522%. La spagnola fece 55 mln di morti e la popolazione mondiale era sui 3/3.5 mld. bla, bla, bla, bla.

Giancarlo 2021
Giancarlo 2021
27 Novembre 2021 16:35

Ecco a che cosa serve il governo dellammucchiata.

A portare avanti da parte di una sinistra il rinnovo del sistema sociale e da parte di una destra il rinnovo del sistema economico, stranamente daccordo, ma ciascuna per il proprio rinnovo.

Democraticamente, cioè con il potere della maggioranza opportunamente manovrata.

Questo sta a dimostrare che senza uno Stato di diritto che difende e protegge tutti i cittadini insieme, nel modo migliore possibile per tutti insieme, la democrazia diventa solo una parola vuota come la parola libertà.

Quante volte la Storia ci ha mostrato popoli acclamanti verso i capi che discriminano le minoranze?

sergino
sergino
27 Novembre 2021 14:45

Ottimo il concetto “LIBERTA’ AUTORIZZATA NON E’ LIBERTA’ ” . Molto condiviso perche centra e focalizza al meglio il concetto.

paolospicchidi@
paolospicchidi@
27 Novembre 2021 13:59

Io credo che ad Agamben e credo anche a Cacciari sfugga un “””PICCOLO””” PARTICOLARE… sta circolando un VIRUS MUTANTE E MORTALE e le restrizioni NON sono sull’essere o il non essere questo o quello ma sul fare o non fare una cosa… cosa che non è impedita a nessuno di fate… ANZI… quindi nulla c’entra l’essere ma il fare e quindi gli eventuali paragoni che altri fanno di queste restrizioni con le leggi razziali fasciste o peggio SONO COMPLETAMENTE FUORI LUOGO… in ogni caso non c’è solo Agamben e Cacciari… e il paragone di questi con i filosofi ecc che dissero NO al fascismo è fuori luogo… segue…