in

Lo scienziato rivela: “Ecco quando è sfuggito il virus dal laboratorio” - Seconda parte

Dimensioni testo

Principio di realtà vs visione ideologica

Ma proprio i dati non sembrano essere molto apprezzati in Italia. Così come le ricerche e gli studi internazionali restano impermeabili al Cts e al Ministero della Salute, ostinatamente impegnato a richiudere le Regioni e imporre Green Pass anche per fare la spesa. “Tutto questo favorirà il ritorno di soluzioni autoritarie. Oggi il fascismo rosso, ma presto il fascismo vero, quello nero, perché la gente è esasperata. Stanno aumentando problemi psichici e psichiatrici. Si disse che quando Maria Antonietta propose di offrire al popolo le brioches, nessuno a Corte aveva capito quanto la gente fosse furiosa, perché vivevano chiusi in una Reggia, a Versailles, staccati dalla realtà. Come ha scritto Marcello Veneziani, oggi è in corso una guerra tra una visione ideologica e il principio di realtà.

Una volta ho fatto un dibattito, sull’Espresso, a quel tempo ero presidente del Consiglio scientifico dell’Agenzia spaziale, con un professore di filosofia della scienza, Enrico Belloni, che era anche un deputato comunista. Gli studenti avevano scritto “vogliamo abolire le forze gravitazionali”. Uno può scrivere tutte le fesserie che vuole, ma la sapienza è capire ciò che puoi modificare, ciò che non puoi e ciò che non devi. L’uomo moderno oggi vuol far nascere i figli dalla pancia degli uomini, vuole cambiare la natura umana ibridandola con le macchine, ci sono quelli che per ovviare al riscaldamento climatico vogliono cambiare l’orbita della terra e oscurare il Sole. La vera epidemia di oggi è la follia. Però qualcuno si oppone, come la Merkel. Probabilmente perché ha capito che il vento è cambiato. E per chi resta controvento, come di recente il presidente Macron, il rischio è di prendere mazzate”.

Beatrice Nencha, 22 luglio 2021