Commenti all'articolo L’università cattolica che si preoccupa per la tenuta del Ramadan

Torna all'articolo
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
franco
franco
25 Aprile 2020 14:29

“…L ‘uomo dev’essere dichiarato giusto(da Dio)per le opere e non soltanto per la fede…In effetti,come il corpo senza spirito è morto,così la fede senza opere è morta”.Giacomo 2:24,26. Ma questa università cattolica è a conoscenza di questo passo biblico scritto dall’autorevole discepolo Giacomo nella sua lettera? Ma poi ciò che più conta è: Ha capito di quali opere in questo passo della sua lettera Giacomo sta parlando?

Seraf
Seraf
25 Aprile 2020 8:44

A me sembra che l’uomo sia completamente andato. Come Sodoma non so se Dio accetterà di salvarci perché di “giusti” ne sono rimasti davvero pochi. D’altro canto, secondo i principi umani ora in voga, andremo accompagnati verso la dolce morte (cosa ci sia di dolce nel morire me lo devono spiegare, ma non i viventi che sono privi di esperienza a riguardo) visto che il tentativo di salvare e curare una umanità così ridotta sarebbe, sempre secondo i famosi principi, accanimento terapeutico.
Confido nella bontà e magnificenza, a proposito di Pasqua, di Cristo risorto che pur essendo passato attraverso la morte (tutt’altro che dolce) è anche tornato e sopratutto asceso al cielo.
Buona Pasqua

laval
laval
24 Aprile 2020 21:22

Chi crede in Dio lo ha configurato, incorniciato e fissato nel proprio cuore.
Dio non vuole la morte dei suoi figli e non vuole che nel suo nome si diffonda il corona virus.
La legge deve essere uguale e ottemperata da tutti allo stesso modo.

lucia
lucia
24 Aprile 2020 19:26

Se ne faranno una ragione i mussulmani come se ne sono fatta i cristiani gli ebrei e tutti quelli che non hanno potuto celebrare le proprie feste religiose: a queste cose si può porre rimedio per fortuna

Elisabetta
Elisabetta
24 Aprile 2020 17:35

“..la Pasqua è qualcosa di più di una preghiera comunitaria e di una cena tutti insieme… ”
Io la proporrei per le relazioni diplomatiche tra mussulmani e cattolici

essendo atea presumo che le ovette di pasqua e ala colomfba per i pranzi tutti insieme con la preghiera comunitaria di chi forse va a messa la domenica di Pasqua siano di altissima rilevanza per il cattolico ma non farei a gara a chi ha la religione più importante dal punto di vista del significato dato che è molto soggettivo, decisamente soggetivo, considerando che i cattolici amano tanto il pranzo ma driblano spesso le messe e non solo a Pasqua e Natale. salvo ricordarserne per una bella cerimonia matrimoniale ,a iù che per il sacramento in se per l’arredo prezioso che conferiscono certi luoghi di culto…?

Che Allah ops pardon Dio sia con lei.

marcor
marcor
24 Aprile 2020 17:32

La chiesa cattolica fa la sua solita politica ambigua; si appoggia a questo o a quello a seconda delle convenienze.