in

Ma i carabinieri “gretini” no! - Seconda parte

Dimensioni testo

In ogni caso, prendiamo atto dell’entusiasmo per il nuovo progetto dell’Arma: “Abbiamo lanciato, con il ministero dell’Ambiente, il progetto Un albero per il futuro. I carabinieri della biodiversità saranno nelle scuole, quando la ripresa delle attività lo consentirà, mettendo a dimora insieme ai ragazzi oltre 50 mila alberi”.

Speriamo solo che tra i compiti (o le “missioni”) di questi “carabinieri della diversità” dall’eco orwelliana non ci sia la repressione dello psicoreato di miscredenza gretina, altrimenti per contributori e lettori di questo sito si mette male.

Giovanni Sallusti, 29 marzo 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
66 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
Sgarbi scatenato contro il comandante dei carabinieri gretino - Vittorio Sgarbi
4 Aprile 2021 19:21

[…] dei Carabinieri, Teo Luzi, ha rilasciato un’intervista a Repubblica dichiarando: “Guardo ai ragazzi come Greta perché dobbiamo imparare da loro“. Ho molta fiducia nell’Arma e per questo sono rimasto molto stupito dallo slancio […]

Paolo Pagliaro
Paolo Pagliaro
30 Marzo 2021 19:33

No, i Carabinieri non hanno il compito di educare proprio nessuno.

Salvatore Maria Giovanna
Salvatore Maria Giovanna
30 Marzo 2021 19:23

Figlia di un forestale ho 66 anni e mi ricordo la Festa degli alberi. Piantavamo pinetti o piccoli abeti divenuti negli anni abetaie e pinete di tutto rispetto. Festa tolta qualche anno dopo perché ricordava il ventennio fascista!!!!!!!! La Tumberg non deve insegnarci nulla!!!!!

nicolò romeo
nicolò romeo
30 Marzo 2021 17:23

Evidentemente anche i vertici dei Carabinieri sono travolti dalla dittatura del politicamente corretto. A me basterebbe ( ed avanzerebbe) se, invece di inseguire le mode del momento, il Gen. Luzi si proponesse di attuare con determinazione i compiti istituzionali fissati dalle leggi dello Stato e soprattutto di dare nuovo lustro al prestigio dell’Arma appannato da troppi episodi di cronaca nera.

Pierluigi Febo
Pierluigi Febo
30 Marzo 2021 17:01

Mi sovvengono le tante barzellette di cui i carabinieri sono protagonisti. Se vogliamo fare un parallelo tra i protagonisti di quelle barzellette e la
piccola, povera Greta, vittima sfruttata per il suo autismo, beh allora l’ affinità ci può stare.

Ermete
Ermete
30 Marzo 2021 14:04

Tutto quello che tocca la sinistra si trasforma in m…a! L’economia, la famiglia, la scuola, il senso dello stato etc.. etc..
Almeno i comunisti di 70 anni fa avevano i calli alle mani e molte istanze anche giuste ma ora !

silvana prestigiovanni
silvana prestigiovanni
30 Marzo 2021 13:26

Dobbiamo aimè ricordare che Renzi ha accordato ai carabinieri le guardie forestali ,e forse lui ha parlato nel nome dei forestali e poi xché é di moda infilare nei discorsi dei richiami ecologici, antifascisti, antigenere e minchiate simili

Marco
Marco
30 Marzo 2021 12:16

Buongiorno @ Giovanni Sallusti Il problema non è la filosofia generica che ha adottato il Comandante dei Carabinieri, ma di una realtà che vede la stessa arma, chiaramente in difficoltà. E questo, sotto tutti i punti di vista. Sia logistico, che strutturale. Ho superato i 60 anni da qualche anno e vorrei ricordarle una cosa. Ai tempi della mia gioventù (e credo anche della sua) chi erano le persone che contavano di più ? il medico, il parroco e il maresciallo dei Carabinieri. Certamente nelle grandi realtà metropolitane, la cosa andava vista, sotto un altro aspetto. Ogni quartiere cittadino, aveva una realtà diversa. Ma la maggior parte dei paesi di provincia, venivano gestiti dai personaggi sopra indicati. Erano le persone importanti, all’interno della comunità. Per intenderci, le persone di riferimento. Oggi la realtà è totalmente opposta. Il Carabiniere ha perso la popolarità di un tempo e sopratutto, ha dovuto inchinarsi al sistema. L’autorità di un tempo è svanita, grazie a politiche di falsi buonisti e idioti. Quando ero giovane, il Carabiniere mi faceva paura e quando combinavo qualche marachella (nulla di grave) più di una volta, sono stato oggetto di percosse. Prima le prendevo da loro e successivamente da mio padre. Per i ragazzi di oggi è tutta un altra musica. Sfidano apertamente i Carabinieri, sicuri del fatto che non… Leggi il resto »