Biblioteca liberale

Maria Giovanna Maglie, storia di una giornalista controcorrente

E se avessi ragione tu? - La vita, la politica, il giornalismo, i segreti di Maria Giovanna Maglie

Autore: Francesca Immacolata Chaouqui
Anno di pubblicazione: 2024

E se avessi ragione tu? – La vita, la politica, il giornalismo, i segreti di Maria Giovanna Maglie offre un ritratto inedito di Maria Giovanna Maglie. Scritta dalla sua amica Francesca Immacolata Chaouqui, che le è stata accanto fino alla fine, la biografia si concentra sugli ultimi anni di vita della Maglie, una figura per certi aspetti divisiva, donna indipendente e coraggiosa, sempre alla ricerca della verità, combattiva e orgogliosa delle proprie idee, spesso controcorrente. Ma anche una donna di eccezionale umanità e simpatia.

È anche un libro sull’amicizia delle due donne. II lettore resta incollato alla pagina, in una continua tensione tra il passato che racconta episodi poco noti della storia personale e professionale della Maglie, il presente che svela retroscena inediti della politica italiana e del Vaticano, il futuro dove l’amicizia tra la protagonista e l’autrice si fa più intensa lasciando emergere tratti della vita di Chaouqui. La narrazione del presente è arricchita da numerosi flashback: dai momenti in cui ha abbracciato la professione giornalistica, agli anni trascorsi come corrispondente estero in Sud America, Iraq e Usa; dalle difficoltà seguite alla decisione di lasciare la Rai, all’enorme capacità di sapersi reinventare, improvvisandosi prima interior designer a New York e poi collaborando con i quotidiani e televisioni italiani.

Non solo, si racconta anche l’infanzia solitaria di Maria Giovanna, bambina prodigio spesso emarginata, delle lunghe ore passate a scrivere, del rapporto con i genitori e del fidanzato che la abbandonò quando, a 18 anni, dovette subire una delicata operazione che avrebbe potuto lasciarla su una sedie a rotelle. Della sua determinazione nel voler perseguire il mestiere di giornalista, anche a costo di rinunciare a una famiglia. Alla parte narrativa se ne affianca una seconda, scritta in forma epistolare, più intima, in cui l’autrice ripercorre tutto il periodo della malattia della Maglie, i mesi trascorsi in ospedale, la sofferenza fisica e quei lunghi dialoghi spirituali che hanno portato un’atea convinta alla conversione. Le lettere rappresentano il momento più toccante dell’intero libro, quello in cui Chaouqui mette a nudo se stessa ripercorrendo i momenti salienti della sua vita, svelando come è riuscita a trasformare il dolore in determinazione per portare avanti una battaglia conclusasi con la condanna di chi, in passato, aveva voluto il suo ingiusto arresto.

In queste pagine l’autrice affronta anche il tema della vita dopo la morte e dell’elaborazione del lutto, che lei riesce a superare anche grazie alla scrittura di E se avessi ragione tu?, un omaggio a Maria Giovanna Maglie e alla loro amicizia.

Nicola Porro, Il Giornale 12 maggio 2024

Nicolaporro.it è anche su Whatsapp. È sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati (gratis)

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli