in

Mattarella e l’invasione di campo di fine anno

Certo che è curioso. Il discorso di fine anno del presidente della Repubblica è stato accolto dal tripudio dei giornali e dagli applausi delle opposizioni. A molti è sembrato che Sergio Mattarella abbia tirato qualche scappellotto al governo e che si sia per questo rivelato il vero leader dell’opposizione. Se le cose stanno così, il presidente, al quale la Costituzione attribuisce il ruolo di arbitro, avrebbe fatto una piccola ma significativa invasione di campo. È un bene? È un male? Qui non conta. Conta che Sergio Mattarella, come quasi tutti i suoi predecessori, ha dato l’impressione di fare politica al di fuori del ruolo di garante che la Carta gli assegna.

Ma allora: amici del centrodestra, fino a ieri vi siete lamentati (giustamente) delle ingerenze inaccettabili di Giorgio Napolitano, perché oggi tacete? Cari amanti della Costituzione più bella del mondo, sacra e intoccabile, perché oggi tacete? Dove sono Roberto Benigni e Gustavo Zagrabelsky? Cari sostenitori del no al referendum costituzionale voluto da Matteo Renzi e bocciato sonoramente, perché oggi tacete? D’Alema non ha più niente da dire.

Oggi era lecito aspettarsi l’intervento di un costituzionalista, di un esperto, di un semplice fedele della Carta che dicesse: caro Mattarella, continui a fare da garante del rispetto delle regole e non si allarghi troppo.

Alessandro Gnocchi, 2 gennaio 2019

  • 978
    Shares

13 Commenti

Scrivi un commento
  1. Non abbiamo bisogno di un presidente della repubblica, per di piu’ di tipo faraonico, che con snobismo fa minacciare chi manifesta le proprie idee sul web, questo è abuso di potere, e poi mi sta veramente antipatico col suo modo di manifestare la sua presunta…superiorità ! cosa ce ne facciamo di uno cosi’ ? quando ci costa all’anno? il senato e la camera sono piu’ che sufficienti, anzi, sarebbero da tagliare anche loro! E’ vero che il potere oscuro vuole il controllo supremo, ma noi svegliamoci e non facciamoci ingannare dalle falsità che dicono per manipolarci e sottometterci! sveglia, cresciamo e non avremo piu’ bisogno di balie tiranne ….

  2. Apparte che parla sempre solo di europa e dei diritti dei migranti, mai d’Italia ed italiani, ma francamente dalla bocciatura di Savona all’economia ed il sucessivo tentativo di mettere Cottarelli devo dire che e’ riuscito nella missione impossibile di farmi rivalutare Napolitano e Scalfaro. Una vergogna costituzionale che ci perseguitera’ ancora per diversi anni purtroppo

  3. MA PERCHÉ meravigliarsi, Mattarella è un democristiano di sinistra la razza peggiore dopo i comunisti puri. Non dimentichiamo che uscì da un governo Ciampi o Amato sbattendo la porta perchè si stavano varando regole TV che potevano favorire Berlusconi Lui è della razza dei Scalfaro CON IL SUO FAMOSO (NON CI STO!!!)
    Hanno odiato sempre >Bertuccioni e ora Salvini, voleva un governo di sinistra o almeno tecnico e si è trovato la Lega (purtroppo con i grillini) Spero vedere un giorno un Presidente che non sia sinistrorso ma non ci spero (sono troppo anziano)

  4. Il papa parla, la Chiesa esegue; e non solo la Chiesa, ma anche tutti quei politici che sono alla ricerca di facili consensi. Che cosa ha da guadagnare la Chiesa dalla massiccia invasione islamica? Semplice: in un primo tempo un periodo di disordini promossi dagli islamici, poi qualche accenno di guerra civile. Chi può far da paciere? Il Papa. E cominceranno le manovre per offrirgli il Potere Temporale. Un bel salto indietro di qualche secolo. Inizia il NUOVO MEDIOEVO

  5. Che dire dei giornalisti che lo chiamano, Capo dello Stato invece di Presidente della Repubblica? Ignoranza e cattiva fede. Mattarello non è un mafioso anche se i sospetti ci sono?

  6. …anch’io da dopo Pertini nn ascolto più i commenti di pdri per i quali provo solo e letteralmente disgusto … quindi nn potrei parlarne… ma… lette oggi su fb alcune osservazioni di Amici che Stimo …credo che questo p dei putridi diarreotici comunisti… l’abbia fatta… coerentemente…fuiori dal vaso … praticamente IGNORANDO QUELLO CHE DOVREBBE ESSERE IL SUO POPOLO… L’ITALIANO…E LA SUA NAZIONE… nn questa euromeda… ma L’ITALIA…

  7. Amico Gnocchi non esiste una costituzione piu bella del mondo, al contrario tutte sono dlle gabbie costruite da una elite patritista divisa in asppri contrasti e votata da una massa di gente preponderamente incapace di leggerka e per di piu di capirla. Dovrebbe essere flessibile per riflettere i cambi della societça di cui dovrebbero riflettere una garanzia di pace. Disgraziatamente non é cosí e tutti hanno paura di un referendum dove al giorno d’oggi vimcerebbero i demagoghi.Che fare? Dobbimao riconoscere che la democrazia di partiti non funziona e che per otare ci vuole una platea piu ristretta, diciamo i 26 anni usati dai vecchi romani) e per candidature polico o mministrative(comun) la platea dei votanti dovrebbe restringersi al elvarsi il livello della candidature e cosí eliminare l’elezione di secondo grado come quella del presidente della repubblica. Le votazioni non saranno per lista ne propaganda sará per gruppi. Naturalmente chí non garantisce niente, In primo luogo la carriera amministrativa dello Stato deve essere protetta dai capricci dei politici, e i ministri hanno solo due scelte: il segretario privato ed il capo di gabimetto che deve essere scelto tra i direttori generali di ciascun ministero, la carriera sará protetta come in Inghilterra da un speciale consiglio. Si eliminano tutti i sotto segretari, le loro funzioni sono assorbite dai direttoti generali di ciascun ministero´É assolutamente necessario separare i pubblici ministeri dalla giudicatura. Nei casi penali l’accusa non puo appartenere alla stessa magistratura del giudice l’ad¡ccusatore deve stare allo stesso livello del difensore e nella procedura civile c’é sempre l’occasione di compiere quello che i Romani chiamavano l’interdetto del Pretore. Come si fa a promuovere un referendum su tanti problemi?

  8. Ma no, Mattarella è il garante della politica di colui che è un maestro di ingerenze: il papa!! Accogliete fratelli!

    • Condivido. L’ atteggiamento di opinionisti e politici verso il PdR risponde allo stesso conformismo ipocrita con cui vengono commentate le esternazioni di papafrancesco, più attente ad interferire con la politica (in primis italiana) quando non sia di sinistra piuttosto che interessate ad evangelizzare. Ma sarebbe politicamente opportuno parlar male del papa ? Non lo fanno più neppure i luterani e tra gli islamici ne parlano male solo i radicalizzati. E così nessuno osa dire che il PdR, come il re della favola, è nudo.

  9. Probabilmente la Nazione ha bisogno ancor di più oggi di un Presidente eletto dal Popolo che a detta di lor Signori dovrebbe essere sovrano. Sempre a sentir i Signori democratici per eccellenza.

  10. L’ultimo discorso del Presidente che ho ascoltato è stato quello del Presidente Pertini. Dopo li ho evitati tutti

  11. Concordo in toto. Fortunatamente ho evitato l’ascolto ma ne ho potuti leggere alcuni stralci sui giornali. Direi che non si è limitato ad allargarsi, è andato completamente fuori dalle righe in giudizi che non gli competono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *