in

“Meglio un puttaniere che un ladro razzista”. Parole e musica del sindaco Pd

Da “O cavallina, cavallina storna, che portavi colui che non ritorna” a “era meglio un puttaniere che un ladro razzista” il passo è breve. Nel comune di San Mauro Pascoli, paese natio dell’immenso poeta romagnolo, il sindaco Luciana Garbuglia del Pd, rieletta poche settimane fa per una manciata di voti contro il candidato sostenuto dal centrodestra Nicola Rossi, nonostante ricopra un ruolo istituzionale, in un commento su Facebook ha pubblicamente attaccato Berlusconi e Salvini con alcune pesanti affermazioni diffamatorie. Rispondendo a un post in cui si affermava che “l’antiberlusconismo è diventato oggi antisalvinismo”, la Garbuglia ha scritto “e dobbiamo pure aggiungere che era meglio un puttaniere che un ladro razzista!!!!”.

Un’affermazione grave rilasciata con una leggerezza sconcertante da un sindaco della Repubblica italiana che non solo si riferisce a due leader politici (cosa già di per sé grave, occorrerebbe domandarsi chi genera davvero il clima di odio) ma ad altri rappresentanti delle istituzioni come Berlusconi (europarlamentare) e Salvini (Ministro dell’Interno).

Sebbene si possa provare a derubricare il commento del sindaco di San Mauro Pascoli a una caduta di stile o a una leggerezza, in realtà nasconde il senso di impunità che una certa area politica sente di avere nella (ormai non più tanto) rossa Romagna. Una classe dirigente che ha governato ininterrottamente per cinquant’anni e che continua a farlo in molti importanti comuni del territorio spesso dimenticando il rispetto dell’avversario politico che viene considerato un nemico e perciò demonizzato.

Condividi questo articolo

26 Commenti

Scrivi un commento
  1. Ci sono tre commenti pro sindaco i cui autori dovrebbero venire in ER, soggiornarvi tanto da capire bene che aria ha tirato fin’ora, e poi parlare. Ma qui si tratta di Berlusconi e Salvini per cui va tutto bene a prescindere, ivi compreso il confermare quanto il sindaco pascoliano ha affermato con certezza dottrinale senza se e senza ma. I rossi quaggiù hanno continuato a sopravvivere evocando ad ogni ora della giornata lo spettro del fascismo, quello con cui mio nonno ha convissuto (nato nel 1880), quello che se ne è andato da decenni ma per loro ancora di salvezza per non morire politicamente; adesso lasciano questo pezzo di ideologia ai centri sociali, alle frange di estrema sinistra ancora vivacchianti e si sono buttati su Salvini reo di avere l’attuale altissimo gradimento, e su Berlusconi reo di non aver mai nascosto che gli piaceva assai la cosiddetta gnocca (come se a lorofacesse schifo…) fra una giornata istituzionale e l’altra. Hanno semplicemente scelto un terzo avatar, dopo fascismo e Berlusconi, per continuare ad essere creduti (dai loro ascari) ed a mangiare la pagnotta quotidiana. Ma pare che comincino ad avere qualche problemino e, personalmente, non posso che essere soddisfatto; della caduta di Ferrara, del cdx in Romagna e del fatto che il PIzza a Parma sia stato trombato alla grande nella sua utopistica corsa verso Bruxelles. Per adesso ubi maior minor cessat; loro erano abituati ad essere maior e non minor, adesso sanno cosa vuol dire non poter più inondare di rosso le piazze ogni volta che pareva loro.

  2. Ma come non merita nessun commento? Ne merita moltissimi: San Mauro Pascoli è una ridente cittadina di circa 12 mila abitanti che voleva essere conosciuta per aver dato i natali a Giovanni Pascoli, poeta illustre, per la sua produzione di scarpe, per la sua produzione agricola e per il suo turismo.
    Certo, non ci aspettavamo che un sindaco al 4° mandato ci desse tutta questa pubblicità negativa …

  3. Meglio un ladro razzista o uno statalista assistenzialista? Ah no, sono la stessa persona. La destra del futuro… che prende il peggio di sinistra e destra, fa un bel mischione ‘sovranista’ e corre alla conquista della libertà ‘sovrana’. Libertà di fare default.

  4. Ma una sindaca donna che dice porcherie contro il nostro Ministro degli Interni!?
    Garbuglia, questo paese di san mauro pascoli è caduto proprio in basso, che decadenza!
    Povero Giovanni Pascoli! Se osse vivo espatrierebbe…
    Vergogna!

  5. Questo sindachetto andrebbe querelato, è vergognoso e deve vergognarsi, come anche quella gente che ha avuto il coraggio di votarlo: Vergogna!
    Sono sempre i soliti, bisognerebbe buttare via lo stampo di questi razisti rossi dannosi.

  6. Cosa vogliamo commentare? Il nulla? Basta guardarla in faccia. Io però, per fortuna. ho trovato un antidoto a questi squallidi personaggi. Tiro lo sciacquone e come per incanto spariscono, ritornando nel loro ambiente naturale la CLOACA..

    • (Andrea Salvatore)
      Credo che sia sbagliato scrivere cosi’ per criticare i brani di questo “cervello piccolissimo che rivela un adolescente”
      Oggi, nel 2019, la democrazia decadente in Francia ed in Italia non conosce che il ragionamento “binario” (2.O, o il point Godwin se preferisce : “fascite-cattivo – buonista-gentile”) e alla fine è propio lo questo che denuncia questo luminoso e brillante saggista.

      Henri Courivaud (Lione, Francia)

  7. Scorie ideologiche del resto è più semplice offendere che argomentare e sopratutto avvalersi di formule consolidate non potendo supportare l’impellenza del dire con sostanza argomentativa, si corrobora poi la pochezza con il piglio deciso e il tono assertivo e voilà lo stereotipo è servito. Ha funzionato per anni e qualcuno magari ancora cade nella rete, tuttavia il pescato non gode di occhio brillante, emana invece un disturbante fetore di morte. Stiamo entrando nell’era necrologica.

  8. E’ una di quelli di sinistra che hanno il cervello bruciato ed odiano per indole, sono nati monchi e scemi, invidiosi scemi. La solita donnetta.
    Chissà cosa riuscirà combinare come sindaco una di tal fatta; non si conosce storia di un sinistro intelligente o di mente educata.

  9. Antropologie del genere sono cresciute politicamente nell’atmosfera del triangolo rosso emiliano, quando a guerra finita i compagni partigiani continuavano a eliminare avversari politici non solo tra i presunti ex simpatizzanti fascisti ma anche tra i borghesi ritenuti colpevoli di essere semplicemente anticomunisti, insomma fecero in piccolo quello che il loro maestro Stalin fece in grande e che Castro, Mao e Pol Pot applicarono poi una volta preso il potere. Ecco lei, poverina, non ha potuto partecipare a quel sabba che però è rimasto il suo sogno nel cassetto. Non essendoci più le BR per cui fare il tifo, ecco che la bile accumulata deve pur sputarla addosso a qualcuno. Fortunatamente, ora che la sinistra non è più specie protetta neppure da quelle parti, ci penserà il darwinismo operante anche nella politica a liberarci di siffatti soggetti tarati.

  10. Signor Porro, prima di sparare sentenze su spiate che le arrivano non proprio senza interesse, forse dovrebbe avere l’onestà di dire che quel clima nasce in parti più vicine al suo pensiero. Se vogliamo parlare di impunità e di chi si crede sempre libero di dire qualsiasi cosa forse dovrebbe rivolgersi prima a questo sindaco della lega. Cordialità neh https://www.ilsussidiario.net/news/politica/2018/9/17/boldrini-insulti-su-facebook-sindaco-lega-a-processo-mi-ha-augurato-stupro-salvini-prenda-posizione/839521/. Cordialità, Marzio Casalini. Ps so bene che non pubblicherà questo commento!

  11. che un puttaniere colluso sia meglio di uno che guida un partito razzista magari può essere anche discutibile, ma che uno sia un puttaniere colluso e l’altro uno che guida un partito ladro e razzista sono fatti, non opinioni. Soliti 2 pesi e 2 misure, articolo piuttosto capzioso e privo di contenuti, ma evidentemente a una certa parte piace censurare la realtà.

  12. che un puttaniere colluso sia meglio di uno che guida un partito razzista magari può essere anche discutibile, ma che uno sia un puttaniere colluso e l’altro uno che guida un partito ladro e razzista sono fatti, non opinioni. Soliti 2 pesi e 2 misure, articolo piuttosto capzioso e privo di contenuti.

  13. Un linguaggio scurrile da bar che mai dovrebbe essere proferito da chi riveste incarichi pubblici ed istituzionali.
    Ancor più se a preferirle è un’appartenente ad un partito che oltre ai tanti danni fatti e alla politica antiitaliana sempre professata, si ritrova con politici che hanno il vizietto del trans e altri che hanno rubato dando vita a veri e propri sodalizi allo scoop

    • Caro Nicola, non credi sia dovuto ai 12mld di euro donati alla Raggi col decreto Salva-roma il fatto che mia madre sia dovuta andare alla Posta e pagare circa 22e per il rinnovo della carta di identità quando io 10 mesi orsono, pagai solo 5e in loco per lo stesso motivo? E ti garantisco che è uno splendido comune che garantisce, gratuitamente, moltissimi benefit ai residenti! È dunque?

      • perchè lo chiedi a me?
        comunque, visto che io lo so, te lo dico io il motivo:
        i 5 euro sono per la C.I. cartacea, i 22 sono per quella elettronica (obbligatoria da gennaio), ed è così per TUTTA Italia.
        Non c’è nessun complotto strano dietro.

  14. Beh, il solito odio di una sinistra che non sopporta che gli “untermenschen” governino. Però…ora hanno ampliato l’ambito della legittima difesa: fossi in Salvini eviterei di andarla a trovare a casa (sai com’è: ho sorpreso un ladro in cucina…)

  15. Lasciate perdere i sinistrati. È un problema genetico tanto quanto coloro che odiano il vino , il tabacco o il formaggio. Ricordo ancora una intervista del premio Nobel Rita Levi Montalcini che sosteneva che i drogati hanno una predisposizione genetica nel diventarlo. Come chi beve. Perché arrabbiarsi?
    La sinistra è sempre stata la genesi di tutti gli estremismi col suo delirio del tutti uguali come i polli nel pollaio globale. Hanno trovato la summa della loro ideologia nella svendita al capitalconsumismo dei debiti. Hanno venduto l’ anima insieme al sedere di una intera classe lavoratrice. Pazientate.
    Vedrete che il tempo sistemera’ una intera specie impazzita. Per tempo intendo il clima!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.